"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le femministe svedesi costrette ad abbandonare i quartieri di Stoccolma per le molestie dei mussulmani

Avevano fatto campagna per accogliere l’immigrazione da tutti paesi, per “abolire le frontiere ed abbattere i muri”, parlavano della necessità dell’integrazione delle altre culture, alcune femministe storiche della Svezia, come Nalin Pekgul, Zelida Dagli, che comparivano di frequente  in TV e parlavano per esaltare i vantaggi della “società multicuturale”, adesso sono costrette a riconoscere che loro stesse devono abbandonare il quartiere di Tensta o di Husbym,  dove risiedevano,  in quanto l’invasione islamica di questi quartieri di Stoccolma ha creato molti problemi ai cittadini svedesi e anche loro, come le altre donne svedesi, non si sentono sicure, sono state minacciate di morte e temono di essere molestate per strada come accade frequentemente a molte donne svedesi.

Le femministe svedesi hanno ricevuto una dose di realtà per mano dell’Islam, religione verso cui erano solite essere timidamente combattive.

Poco a poco stanno abbandonando le aree di Stoccolma controllate dagli immigrati–Husby y Tensta-e riferiscono che i fondamentalisti sono quelli che dettano legge all’interno di questi quartieri.

Nalin Pekgul, è una femminista ed ex membro del Parlamento dove era fra gli esponenti del Partito Socialdemocratico. Per 30 anni ha vissuto nel quartiere di Tensta ed adesso assicura di non sentirsi più sicura in quella zona della città. Lei stessa ha denunciato al network TV, STV, che i mussumani radicali hanno preso il controllo del quartiere e che le risulta impossibile visitare il centro del distretto senza essere molestata.

Secondo la sua testimonianza, la situazione per la donna nella vita pubblica si è deteriorata negli ultimi anni. Nota che si è registrato un aumento del fondamentalismo religioso nella mentalità degli uomini della zona, molti dei quali sono immigrati e figli di stranieri. Pegkul ha riferito anche che lei stessa ha cercato di combattere la situazione organizzando incontri e conversazioni in luoghi pubblici, cafè del quartiere, teatri ma ha dovuto presto smettere.

Manifestazione di mussulmani in Svezia

“Sono un volto conosciuto a Tensta e non voglio creare problemi quando vengo molestata”, si difende, spiegando inoltre che questo è uno dei motivi per cui non si reca da tempo al centro del quartiere. Alla domanda se sarebbe rimasta a vivere nella zona, risponde: “spero che questo finisca. Uno non deve dimenticare che quì la grande maggioranza delle persone non sono fondamentalisti “. Nonostante i desideri, sembra che i mussulmani hanno di fatto imposto la loro legge (la sharia).

Zelida Dagli, una ex politica del Partito della Sinistra, ha finito per traslocare da Husby. La femminista descrive la nascita di una specie di “polizia morale” nel quartiree che pretende di controllare il comportamento delle donne.

Le aggressioni contro le femministe si sono trasformate in un grande problema, sottolinea. “Si sono diffuse voci che noi vogliamo togliere alle donne il velo islamico. Mi hanno detto di fare attenzione, e da quel momento non mi sono più sentita sicura”, ha denunciato.

Da allora vive in una zona centrale di Stoccolma ed afferma di essere molto felice di poter vestire e dire quello che vuole senza paura di subire rappresaglie. La femminista riconsidererebbe di tornare a vivere ad Husby, sempre e quando l’area possa tornare ad essere sicura come lo era prima dell’arrivo della massiccia inmigrazione di islamici.

Attualmente, Husby, come la zona proibita di Rinkeby, è fortemente popolata da migranti, la gran maggioranza provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente. Lo scorso maggio, i lavoratori di una catena TV norvegese sono stati aggrediti da un gruppo di locali mentre tentavano di intervistare l’ economista Tino Sanandaji.

Fonte: La Gaceta.es

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Mardunolbo 6 mesi fa

    costringerle a vivere là, in mezzo a quelli che hanno desiderato.
    “Respingimenti” per quelle che vogliono spostarsi di quartiere. Quando saranno state palpeggiate e molestate “a dovere” ed avranno fatto mea culpa pubblicamente su tutte le tv nazionali, permettere di spostarsi….ai lavori a vita per avere indotto l’immigrazione creando un danno enorme alla nazione.
    La stessa pena va esercitata per tutti i politici europei che hanno favorito l’immigrazione: costringere a vivere in quartiere islamico senza scorta .
    Poi, una volta che, piangenti, chiedono perdono, ai lavori forzati per ripagare il danno alla nazione che non si risolverà con qualche anno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 6 mesi fa

      Ehm, ehm, ehm, Mardunolbo e due! E’ la seconda volta che mi trovo d’accordo con lei, che sta succedendo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Anonimo 6 mesi fa

      sono curioso: chi li dovrebbe costringere “a vivere là” ??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Cobra 6 mesi fa

      Sono in perfetta linea di pensiero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 6 mesi fa

    Ecco un bel risultato dell’accoglienza indiscriminata e dell’indifferentismo liberaloide-libertaloide che mette tutte le religioni e le culture sullo stesso piano…
    La mia cura potrebbe essere la seguente: espulsione di tutti i musulmani dai paesi europei (ivi compresi Bosnia, Albania, Kosovo) ad esclusione di sciiti, curdi e palestinesi (minoranze poco numerose, avverse la salafismo/wahabismo), divieto di praticare i culti islamici ortodossi sia in pubblico che in privato, pena l’arresto immediato, divieto di portare veli sul volto e sul capo (non solo il burka).
    A mali estremi, estremi rimedi, anche durissimi se necessario.

    Cari saluti

    Eugenio Orso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 6 mesi fa

      il burka è la rappresentazione del prepuzio maritale o del fratello asportato secondo la concezione tribale che accomuna islamici e giudei (i primi hanno imparato dai secondi poichè Maometto fu educato da questi).
      I Romani, che inventarono persino i bagni sulfurei e le fogne, che danno esempio ovunque in Europa, se la ridevano degli “sprepuziati” perchè il livello di pulizia era impareggiabile.
      Gli stessi apostoli compresero che i convertiti a Gesù non avevano più bisogno di adempiere a quella pratica poichè Gesù aveva superato e portato a compimento la Legge arcaica con il Suo Sacrificio perfetto.
      Quindi furono abolite tutte le pratiche ossessive ebraiche e si instaurò la commemorazione e la Rinnovazione del Sacrificio sublime con la cerimonia che diventerà poi la santa messa codificata da San Pio V, ma ora adulterata a modificata per piacere “non a Dio ma agli inimici Sui”

      Sono d’accordo con Eugenio Orso che vanno proibite ogni forma di ostentazione religiosa islamica. Quando mi rivolsi ad un carabiniere per far togliere velo prepuziale totale ad un’islamica ,in piazza Duomo-Milano- mi son sentito rispondere che non intendeva sollevare un caso diplomatico…Certo! Agli italiani mazzate ed ogni divieto persino di girare armato di notte, ma agli islamici, ogni tappeto ed accoglienza !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 6 mesi fa

        Perché è cosi aspro con i fratelli che ci stanno portando altre culture?
        Non vuole acculturarsi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Cobra 6 mesi fa

        Sono in perfetta linea di pensiero.
        Loro non sono scappati da guerre e se lo hanno fatto sono deu codardi.
        La verità è che la non possino fare ciò
        che vogliono come fanno qui, la vanno eliminati subito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertoldo 6 mesi fa

    Forse Trump quando parlava della Svezia, non stava mentendo, ma
    tentava di presentare una realta’ di fatto.
    A volte mi piacerebbe che arrivassero tutto di un botto 100 milioni
    di immigrati in Europa…..
    Quando penso ai migranti che annegano nel Mediterraneo, mi sorge
    il dubbio che i nostri antenati, quando andavano con le navi in Africa
    a “Caricare” Negri, fossero piu’ Umani di noi…….
    Constato comunque che di Schiavi ne servono sempre:
    “Fanno aumentare Produttivita’ e Competitivita’”.
    Sarebbe un sogno, noi Bianchi a “Guardare i Negri che lavorano” e
    goderci i beni della produzione, a dimostrazione e conferma (come
    sostenuto una volta) che noi siamo piu’ Intelligenti…..
    Mala Tempora Currunt

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. TaipanX 6 mesi fa

    Mi sa che a quei cessi conviene rimanere nei loro quartieri,mi domando chi,a parte gli scarti della società come i musli,possano abusare sessualmente di questi mostri.

    Spero succeda a tutti gli idioti che sono a favore di questa invasione. Torneranno le crociate e spazzeremo dalla Terra gli inutili musulmani.

    Il potere è da sempre e sarà per sempre esercitato dalla razza bianca cristiana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 6 mesi fa

      x Taipan x. Mi sembra decisamente esagerato! “Il potere è da sempre esercitato dalla razza bianca cristiana” ??Sei israeliano o islamico ? O provocatore mossadiano ?
      le crociate sono state la giusta reazione alle aggressioni continue ma esaltarle come momento di potere è fuorviante ed antistorico !
      Gli “inutili musulmani” sono la incolpevole manovalanza sionista che serve a scardinare le nazioni cristiane.
      I convertiti ci dicono che l’islam è la punizione di Dio contro i cristiani che non credono più, e non hanno tutti i torti !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kashif 6 mesi fa

    Mamma mia di Islam non conoscete niente, vai a guardare quello che dicevano i tedeschi a proposito degli immigrati italiani…. comunque si vede che il mondo è proprio impazzito, i popoli sono pronti loro stessi a sostenere e volere una guerra totale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 6 mesi fa

      Il problema non è l’Islam ma la predicazione radicale salafita e wahabita dell’Islam mediante gli iman e agitatori provenienti dall’Arabia Saudita che influiscono sulle masse dei nuovi immigrati, in prticolare sui giovani.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 6 mesi fa

        Precisazione davvero provvidenziale della Redazione. Anche gli alcaloidi posseggono una preziosa attività farmacologica se assunti adeguatamente; ma nelle mani sbagliate diventano droghe devastanti. La radicalizzazione dell’Islam non si neutralizza opponendo un profilo altrettanto radicalizzato e non occorre essere geni per comprendere che così facendo trionfa soltanto la radicalizzazione generale (ove per radicalizzazione s’intende una deformazione grottesca e letterale dei principi originali, a prescindere); dovrebbe dunque essere chiaro che una siffatta opposizione a testa bassa conduca soltanto a uno scontro frontale tra esagitati (ciò che sarebbe in grado di comprendere un intelletto medio); si ammazzassero gli esagitati tra di loro poco importerebbe, ma il decorso coinvolgerebbe invece inevitabilmente tutti quanti.
        Temo dunque che abbia ragione Kashif: qualcuno vuol muovere le mani un po’ ovunque (mosso piuttosto come un burattino dalla propria animosità incontrollata) e questo non è certo un bel segnale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giorgio 6 mesi fa

          Bentornato!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. animaligebbia 6 mesi fa

    chi e’ causa del suo male pianga se stesso.Smetteranno adesso le galline di starnazzare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Unoqualunque 6 mesi fa

    Ma la “signorina” ha mai pensato che la maggior parte della gente (femmine, i maschi, invece, non sono nemeno contemplati: pagano e basta!) non è in grado di spostarsi a proprio comodo? Ehhhhh, queste la sanno lunga, sanno come rifilare il cetriolo a maschi e femmine. Chissà, magari crede di fare parte della “elitè”, poraccia… manco sa cosa le spetta. Una utile idiota come tante, ecco cos’è, e le auguro di essere in pace con se stessa a suon di nerchie inenarrabili a colpi di violenza pura. Altro che “democrazia”!!! Perchè con i corrotti non si può mediare, sono al pari dei ladri, la “signorina” è uno di questi e deve essere punita! Ci penserà il Santo Padre a rende giustizia, la malafede costa caro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dolphin 6 mesi fa

    questi sono i risultati della politica scellerata della U.E e degli USA, siamo diventati ospiti in casa nostra al punto di venir aggrediti dagli stranieri, penso che sia arrivato il momento di cacciare l’invasore e difendere i confini delle nostre nazioni con le armi, vista la complicità e l’indifferenza dei ns. governi fantoccio se non prendiamo noi cittadini la situazione in mano, l’europa sarà la nostra tomba !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PieroValleregia 6 mesi fa

    … un vecchio adagio citava:
    chi semina vento raccoglie tempesta … mi auguro che presto, quanto avvenuto in Svezia, possa essere assaporato dalla nostra “illuminata” presidentA della Camera
    saluti e buon fine settimana
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. una volta tanto posso candidamente dire : ecchissenefrega?

    XD

    hanno voluto la bicicletta? e ora P-E-D-A-L-A-R-E

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Pingback: Governo virtuale Monte ulivi a Gerusalemme | cecchino spadaccino

  12. Daniele Simonazzi 6 mesi fa

    Guardate i video di Don Giulio Tam ,aveva predetto quello che ora accade.noto che ve ne intendete anche di prepuzi,bene ,lo immaginavo.Vi e’ un sito” antimassoneria” nel link libri si possono scaricare alcuni libri interessanti in PDF gratis vedi (henry delassus,e vermajons in italiano e per I sapientoni in inglese)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 6 mesi fa

      x Daniele Simonazzi : Henry Delassus,”il problema dell’ora presente” bellissimo ! Già letto circa 40 anni fa, ma comunque attuale e meno provoatorio del Cèline.
      Non sono sapientone ma sono costretto a conoscere la lingua inglese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Daniele Simonazzi 6 mesi fa

    C’era una Volta un uomo in Germania che si chiamava AD… Che diceva : sono loro che non vogliono LA pace tra I popoli agitatori ,rivoluzionari ,Usurai internazionali che vogliono solo succhiare le ricchezze del popolo che li ospita,LA Menzogna e l’Usura le loro armi.Chi sono?Guardate I video di Davide Benetello molto suggestivi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pino Rossi 6 mesi fa

    Perché l’infame può permettersi di vivere al centro di Stoccolma, dove gli affitti sono tra i più alti al mondo. Le svedesi povere, parlando a nome delle quali si è arricchire, indosseranno il velo perché il multiculturalismo è il futuro. Ipocrita infame.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Kashif 6 mesi fa

    Ma, sono scioccato, non avrei mai e poi mai immaginato di trovare una concentrazione d’odio così elevata su un sito che sia chiama controinformazione, che ho sempre, creduto fosse frequentata da belle menti. Ma cazzo se mi mordo la lingua, mea culpa, abiuro, e mai e poi mai mi limiterò più all’apparenza… a parte le varie diramazioni della religione islamica, ma vi rendete conto che immigrazione e religione non c’entrano niente l’uno con l’altro… quelli che danno addosso agli immigrati, perchè li ritiene invasori, non ha alcuna idea della geopolitica a cui è sotto posto insieme a tutta la marmaglia europea, in cui chiaramente tutti siamo coinvolti volenti o nolenti….. ma è esattamente questa la reazione che vorrebbe vedere chi ha operato tutto questo, quindi vi state comportando alla perfezione, proprio come vorrebbe il vostro padrone.. nulla di personale… andate in pace, che possiate trovare la pace e serenità, ma sopratutto posiate sviluppare capacità per vedere ciò che è vero, e possiate sviluppare la forza e il coraggio per fare ciò che è in risonanza con l’universo il grande. Cari saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 6 mesi fa

      Questi illustrati nell’articolo sono fatti, non opinioni. Che l’immigrazione senza controllo stia portando ad una situazione dove in alcuni quartieri di Stoccolma regna la sharia e tutti devono adeguarsi è un fatto già sperimentato anche a Bruxelles a Londra e a Parigi. Può piacere o non piacere ma è la nuova realtà di alcune città europee. L’odio non è di questo sito ma è piuttosto quello degli invasati islamici salafiti contro le tradizioni e la cultura cristiana. Se ne faccia una ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace