Le FANB del Venezuela uccidono 6 terroristi sostenuti dalla Colombia e dalla CIA

Il Venezuela ha annunciato l’avvio di azioni contro i gruppi armati irregolari che operano al confine con il patrocinio del Governo della Colombia e della CIA.

“Da domenica scorsa, 21 marzo, nell’ambito dell’operazione Scudo Bolivariano 2021, il CEOFANB [Comando strategico operativo delle forze armate nazionali bolivariane] ha intrapreso azioni contro i gruppi armati irregolari colombiani nello stato di Apure”, al confine con la Colombia Lo ha riferito sabato il ministro della Difesa del Venezuela, Vladimir Padrino López, dalla sala Simón Bolívar del Palazzo Miraflores, a Caracas (capitale).

Come risultato di queste azioni militari, ha precisato il ministro, sei terroristi sono stati uccisi e altri 39 arrestati, e sono state sequestrate armi, granate, munizioni, esplosivi, indumenti militari, veicoli, farmaci e attrezzature tecnologiche .

“I suddetti gruppi di terroristi godono del patrocinio del governo della Colombia e della Central Intelligence Agency [CIA] degli Stati Uniti, motivo per cui le loro incursioni nello spazio geografico venezuelano dovrebbero essere considerate come un’aggressione sponsorizzata dal [presidente colombiano] Iván Duque, ”Così ha denunciato il ministro.

FANB de Venezuela

A tal proposito, il capo della Difesa ha denunciato che le bande commettono vari reati, tra cui traffico di droga, estorsione, sequestro di persona, tratta di esseri umani, sfruttamento sessuale di ragazze e adolescenti, estrazione mineraria illegale, anche utilizzando “metodi estremisti di installazione di mine. Anti -uomo ”nei luoghi che cercano di occupare“ illegalmente ”.

Padrino López ha assicurato che la Forza armata nazionale bolivariana (FANB) ha condotto le azioni necessarie per sradicare le minacce incarnate da queste organizzazioni criminali che danneggiano il benessere della popolazione venezuelana.

I legami tra Colombia e Venezuela si sono notevolmente deteriorati negli ultimi anni. Bogotá ha distaccato gli Stati Uniti nella decisione di riconoscere il leader dell’opposizione venezuelana, Juan Guaidó , che si è auto-proclamato nel gennaio 2019 “presidente ad interim” della Repubblica Bolivariana.

Tuttavia, le tensioni sono divampate all’inizio di maggio 2020, quando il governo venezuelano ha denunciato di aver smantellato un tentato attacco terroristico, via mare, tramato da Washington e Bogotá con l’obiettivo di “assassinare” il presidente Nicolás Maduro (operacion Gideon) in cui erano coinvolti agenti della CIA, arrestati.

Il Venezuela ha denunciato il sostegno della Colombia all’aggressione militare contro il Venezuela.


https://www.hispantv.com/noticias/venezuela/489784/terroristas-armados-colombia-cia

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus