Le destra italiana esce a sostegno di Israele e giustifica la violenza e la sopraffazione contro il popolo palestinese

di Luciano Lago

Si poteva prevedere che l’intero arco politico italiano a vocazione atlantista, con poche eccezioni, sarebbe uscito in difesa dell’indifendibile, ovvero della violenza con cui Israele ha attaccato prima la città santa di Gerusalemme e poi la popolazione della Striscia di Gaza.
Tuttavia questa volta la destra italiana ha superato se stessa e si è visto Matteo Salvini, il leader della Lega, il quale si è scagliato come un toro a difesa di Israele capovolgendo e falsificando i fatti, con la sua dichiarazione:
Matteo Salvini: “Più di 1.000 missili contro Israele, silenzio assordante da parte delle istituzioni europee, dell’Onu e di troppi governi sulla violenza islamista”, scrive il leader del Carroccio annunciando che questa sera alle 18.30 sarà a Roma al Portico d’Ottavia per partecipare alla veglia di solidarietà organizzata dalla Comunità ebraica. “A proposito – conclude Salvini – aspetto una ferma condanna di questa aggressione anche da parte del governo italiano. Lunga vita a Israele che difende il proprio diritto di esistere, viva la pace e la convivenza fra i popoli”.
Quindi secondo Salvini è Israele, lo stato più forte e super armato del Medio Oriente, unica potenza nucleare nella regione, “che difende il diritto ad esistere”, ed è questo, secondo Salvini, che si trova sotto attacco. Ovvio che sia Israele a “difendere la pace e la convivenza tra i popoli” (250 attacchi contro la Siria e tre invasioni del Libano).


Tale quadro di fantasia viene dipinto dal leader leghista mentre la popolazione palestinese, oppressa e sottoposta a un duro regime di apartheid da decenni, assediata da 12 anni a Gaza, privata della propria terra ed espropriata delle proprie case, senza riconoscimento di un proprio status da parte di Israele, questa sarebbe il “pericolo mortale” per Israele.
Lo sfacciato capovolgimento della realtà fatto da Salvini trasformando i persecutori in vittime e le vere vittime in oppressori, è quanto di più cinico e falsificatorio ci si possa aspettare dal leader della Lega che si è distinto, oggi come ieri, per le sue giravolte opportunistiche e cambiamenti di casacca (e di felpa), secondo le convenienze.
Secondo Salvini, “terroristi” sono quelli che si difendono dalle aggressioni e vittime sono gli oppressori e colonizzatori del territorio della Palestina. Evidente che Salvini non ha mai neppure aperto un libro di Storia per documentarsi su chi ha espropriato la popolazione nativa delle sue terre, chi ha colonizzato e chi ha negato i diritti alla parte più debole, ovvero i palestinesi. Naturalmente anche questi ultimi hanno avuto le loro colpe ed hanno fatto i loro sbagli fatali nel corso della storia, ma questo non toglie che i palestinesi sono la parte che ha subito la sopraffazione, l’usurpazione dei loro diritti e persino la pulizia etnica ad opera di Israele, con la complicità delle grandi potenze.

Salvini con Netanyahu


Non lo diciamo noi ma lo dicono anche storici israeliani come ad esempio Ilan Pappé, vedi il libro “La Pulizia etnica della Palestina”, che ripercorre la storia dal 1947 in poi delle persecuzioni ed espropriazioni subite dai palestinesi da quella data in poi.
Dichiarazioni similari, sebbene più sfumate, anche da parte della Giorgia Meloni che non risparmia sperticati elogi ad Israele e condanne senza appello quelli che lei chiama “terroristi”, ovvero le organizzazioni della resistenza palestinese che hanno il torto di volersi difendere dagli occupanti. Sarà che i palestinesi vengono considerati dalla destra quelli “brutti, sporchi e cattivi”, perchè sono Hamas, Jiahd islamica, FPLP e altri, ma la qualifica di terroristi data ad una parte, ignorando quella di occupanti che è la attribuzione reale data agli israeliani da varie delibere delle Nazioni Unite, risulta un travisamento della realtà evidente.
D’altra parte tutti o quasi i resoconti dei media italiani falsificano gli avvenimenti odierni e minimizzano la portata delle aggressioni fatte da Israele, focalizzando i report sui razzi sparati da Gaza verso Israele e i conseguenti pesanti bombardamenti sulla striscia di Gaza dove il disgraziato popolo vive come topi in trappola senza possibilità di riparo, subendo la carneficina che viene attestata dal numero delle vittime, in grande maggioranza civili con una elevata quota di bambini innocenti.

Soldati israeliani a Gerusalemme


Si trascura inoltre che l’attuale fase di conflitto ha avuto origine da una flagrante aggressione fatta dai soldati israeliani sulla spianata delle moschee di Gerusalemme e all’interno della stessa moschea di Al Quds, luogo sacro per i mussulmani, dove la gente era radunata in preghiera e dove i militari israeliani hanno esploso bombe assordanti e spari ad altezza d’uomo. Tantomeno si racconta come il malcontento e la rivolta dei palestinesi siano scoppiati per il tentativo scoperto delle autorità israeliane di espellere le famiglie palestinesi dal quartiere di Gerusalemme est dove il governo israeliano vuole fare posto ai coloni, un caso evidente di sostituzione etnica nella parte di Gerusalemme che Israele vuole annettersi in violazione delle norme internazionali e delibere delle Nazioni Unite.
Questo la destra italiana non lo dice e si rifugia nella consueta falsa narrazione dei “terroristi che insidiano Israele e il suo diritto ad esistere”.
A ristabilire la verità sui fatti di Gerusalemme è intervenuto l’arcivescovo cristiano, greco ortodosso, mons. Atallah Hanna, il quale ha dichiarato:
Gerusalemme è presa di mira in tutto, e nulla è escluso da questo. Così come vengono prese di mira le santità e le dotazioni islamiche, così sono sotto attacco anche le nostre dotazioni cristiane e santità “.
Ed ha aggiunto monsignor Atallah Hanna: “Gerusalemme è il nostro orizzonte più sacro. Noi cristiani non siamo neutrali riguardo alla questione palestinese, siamo con i perseguitati ed i martiri della Palestina”.

31 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 18:48h, 12 Maggio Rispondi

    vabbè non vedo di cosa ci si possa stupire in un momento storico in cui basta dire “boh” anzichè “bah” per essere tacciato di qualche astruso razzismo
    se qualcuno avesse mai l’ardire di criticare gli ebrei subito partirebbero le bordate a 360 gradi e l’autore dell’affermazione potrebbe già dire conclusa la sua esperienza politica

    e poi… non era la sinistra, quella di Arafat, quella della kefiah, che difendeva i palestinesi ?
    che dice il francesino? magari qualcuno gli suggerisca che in palestina stanno decine di migliaia di gay e lesbiche così invoca la legge zan pure per gli ebrei

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 19:41h, 12 Maggio Rispondi

    Meglio lasciar perdere il giullare prima filo-russo e populista, poi atlantista, eurista e filo-sionista sfegatato.
    Salvini ha sempre avuto un padrone, che è anche quello di draghi, di letta e di di maio, l’élite finanz-globalista giudaica.
    Uomo (???) per tutte le stagioni, opportunista, faccia di palta (per non dire di merda), disposto sa cambiare opinione dalla sera alla mattina, quando era ministro degli interni nel conte 1, è andato a genuflettersi nel cosiddetto israele con piglio talmudico ea omaggiare netanyahu, assassino e corrotto.
    Questo la dice lungasu cosa e chi è salvini veramente.
    A lui va bene tutto, da Putin a draghi, dal “basta euro” all’intengibilità dell’euro, dall’uscita dall’eurozona alla schivitù permanente nell’eurozona, purché gli consenta di stare a galla, come lo stronzo nella fogna.
    Per favore, non si parli in questi casi pietosi di destra,contrapposta alla sinistra, come se fossero reali alternative politiche, perché lo sono state nel passato, anche drammaticamente, ma ora non lo sono più … basta osservare salvini, la merdaccia umana, per essere fantozziani …

    Cari saluti

  • Giorgio
    Inserito alle 19:54h, 12 Maggio Rispondi

    Quei luridi servi venduti di Salvini, Meloni, Berlusconi …… vogliono proprio superare Letta, Bonino e Di Maio in oltranzismo filo sionista ….. (e anche filo atlantismo) ….
    rovesciando la realtà dei fatti e rendendosi complici del genocidio del popolo palestinese …..
    è una lotta senza esclusione di colpi a chi fa e dice di peggio …….
    Mi dite che se critico i sionisti sono razzista ? Ebbene si ! Sono razzista nei confronti di una etnia rivelatasi dannosa per il genere umano …..
    Sono razzista per salvaguardare il resto dell’umanità …… (non proprio tutto il resto …………).
    Dove sono la ex estrema sinistra ed la estrema destra pro Palestina ? in parlamento non c’è traccia …….
    Ergo l’intero arco parlamentare, la farsa elettorale, la democrazia come bene assoluto sono tutti da buttare nel cesso della storia ……
    insieme a liberalismo, scientismo, globalismo, dittatura dei mercati e dittatura sanitaria …..
    Solidarietà incondizionata con il popolo palestinese …… indipendentemente dal fatto che nei movimenti di resistenza vi siano laici, sunniti, sciiti, copti o altro ……

    • atlas
      Inserito alle 23:06h, 12 Maggio Rispondi

      il padrone di Salvini è sempre stato BerLuxCohen, quello che si è disfatto di Bossi quando voleva fare da solo. Io fra qualche ora parto per Ginevra, direzione onu: si costituisce ufficialmente il Movimento di Liberazione Nazionale Due Sicilie. Il Comitato Esecutivo, della quale faccio anche parte, mi ha affidato questo compito storico. Si allegherà reclamo formale per quanto subito in 160 anni di occupazione italiana, in duplice copia, sia per la Svizzera che per gli usa. Mi auguro di essere all’altezza. Giovedì è anche la Festa Islamica di fine Ramadhan e, causa inventata pandemia che rende difficoltosa la libertà di locomozione, la scelta, pur non essendo io il più meritevole, è caduta su di me che sono territorialmente oggi più vicino alla Svizzera. Si compie benevolmente un destino che attendo dal 1991, anno in cui fui rinchiuso dagli itali ani. Sì, me lo merito questo Onore, me lo sono gudagnato. Nessuno mi ha regalato niente, nessuno ci regalerà niente, siamo solo all’inizio. Libertà. Per la Palestina, per il Donbass, per le Due Sicilie. Solo se Dio vorrà presto l’italia sarà solo un brutto ricordo non più un’incubo

      • дуx
        Inserito alle 23:16h, 12 Maggio Rispondi

        Congratulazioni Sig. Atlas…
        determinare l’indipendenza del meridione , e’ perfetto.
        ..sara’ poi in grado di opporsi agli anglo-sionisti ??

        • atlas
          Inserito alle 23:37h, 12 Maggio Rispondi

          io è da quando sono nato che mi oppongo, con le mie possibilità. Ma a Dio tutto è possibile. Certo se dovessimo definirci ‘meridione’ di qualcuno o ‘signori’, avremmo già perso prima di iniziare a vincere. Si deve invece avere Fede e forza. E amore. Amore per la propria Patria. L’odio è solo per il nemico

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 06:59h, 13 Maggio Rispondi

          si perchè i secessionisti credono che gli yankee poi Gioia del Colle e Sigonella glieli rendono indietro con tanto di fiocco regalo, magari poi scoppieranno qua e la delle auto bombe

          a proposito di auto bombe, ma la mafia, ndrangheta e la camorra li avete avvertiti della secessione ?

      • Yanez de Gomeira
        Inserito alle 02:16h, 13 Maggio Rispondi

        dall’Italia agli Stati Uniti, come dalla padella alla brace.

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 19:57h, 12 Maggio Rispondi

    Il grottesco caso del giullare salvini a parte, che sulla questione merdiorientale pesa come il due di coppe a briscola quando escono bastoni, credo che il cosiddetto israele, anche se temporaneamente prevarrà nel conflitto rapidamente esploso, non sia lontano il momento del “redde rationem”.
    Agli ebrei che occupano la Palestina non conviene stuzzicare, a questo punto, anche Hezbollah in Libano, per non aprire drammaticamente il fronte del nord, mentre sono caldi quelli di Gerisalemme e di Gaza.
    Inoltre, si nota da qualche tempo una certa instabilità politica interna all’entità sionista e una scollatura fra le sue componenti, cosa pericolosissima durante un conflitto, destinato a riaccendersi periodicamente e sempre più spesso.

    Cari saluti

  • Roberto
    Inserito alle 20:17h, 12 Maggio Rispondi

    Dietro la scrivania mostra una sua foto stringendo la mano a Nethaniau e sono anni che ai suoi comizi sventolano bandiere israeliane…. Poteva essere un caso solo per i non vedenti e gli sprovveduti… In realtà Salvini come Speranza fanno parte della stessa cricca che abita a Tel-aviv

  • ANDREAROSSI DE OERGNA'
    Inserito alle 20:26h, 12 Maggio Rispondi

    questo e’ un messaggio, diciamo cosi’, a difesa di Israël. e’ tanto lo scandalo causato dai soldati israeliani? ma il 99% degli europei, forse, non si comporta in maniera peggiore? l’alimentazione a tavola di quasi tutti gli europei non e’, forse, quasi non completamente CrueltyFri? quindi, paradossalmente, indirettamente, la sofferenza fisica creata da molti europei e’ maggiore rispetto alla sofferenza fisica creata da soldati israeliani? leggere su wikipedia ‘Diritti degli animali nella Germania nazista’ potrebbe aiutare alcune persone ad avere cambiamento di cuore’?

  • nhicolas
    Inserito alle 20:40h, 12 Maggio Rispondi

    Ricordo quel fellone di Salvini quando era agli esordi del suo mandato di Ministro degli esteri della Repubblica italiana parlare a favore della causa palestinese e della Russia… bene è bastato un viaggio istituzionale in quel di Israele per cambiare spartito inneggiando agli aguzzini che martoriano la Palestina e rinnegando l’amico Putin. Mi sono sempre domandato cosa gli avessero fatto gli israeliani in quel famoso viaggio per far cambiare atteggiamento al prode Salvini in maniera così repentina… quali minacce, quali pressioni??… forse semplicemente il prezzo da pagare per abbassarsi a baciare la pantofola del rabbino di turno come del resto la maggior parte dei politicanti nostrani

    • Yanez de Gomeira
      Inserito alle 02:23h, 13 Maggio Rispondi

      che cosa gli avranno fatto gli israeliani? secondo me tutto dipende da quella famosa rapina avvenuta a casa dei suoi genitori (Mossad?)

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 07:05h, 13 Maggio Rispondi

        episodio che in molti hanno dimenticato

        poi vorrei vedere qui tutti i leoni da tastiera se una sera mentre ritornano a casa gli si avvicina un tipo che gli consiglia di cambiare registro altrimenti lui, moglie e figli non si sa che fine facciano, continuano imperterriti o si fanno due calcoli e ascoltano il consiglio.
        moro non fu fatto fuori solo perchè dava fastidio ma appunto perchè dava fastidio lo fecero fuori, a monito per tutti dal 1979 in poi che nessuno era intoccabile se non faceva come gli veniva detto

        salvini faceva paura agli invasori, la folla lo seguiva e questo non andava bene ai padroni perchè gli ricordava qualcosa, qualcuno e quindi si sono subito messi in moto per riportare la pecorella smarrita all’ovile (anglosionista)

        ma se ora persino criticare la mummia al quirinale non si può più fare, credete che dietro la giravolta a 720 gradi di salvini non ci sia qualcosa, anzi qualcuno ???

  • Claudio
    Inserito alle 21:10h, 12 Maggio Rispondi

    massima solidarietà al popolo palestinese, auguro il peggio immaginabile ai politici italiani schierati vergognosamente a favore di Israele, vergognatevi, servi della nato e della cricca

  • antonio
    Inserito alle 21:29h, 12 Maggio Rispondi

    n’ altro che va dove ti porta il dollaro

  • Terminello
    Inserito alle 21:39h, 12 Maggio Rispondi

    Secondo l’Unione europea la complessa questione di Gerusalemme dovrebbe essere equamente risolta nel contesto della soluzione a due stati proposta dalla Road Map (di cui è uno dei quattro proponenti), tenendo conto degli interessi politici e religiosi di tutte le parti coinvolte.

    «L’UE si oppone a misure che potrebbero pregiudicare il risultato dei negoziati per uno status permanente riguardo a Gerusalemme, basando le sue politiche sui principi stabiliti nella risoluzione 242 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, in particolare l’inammissibilità dell’acquisizione di territori con l’uso della forza. […]

    L’UE ha espresso anche preoccupazione per il fatto che le politiche attuate da Israele stanno riducendo la possibilità di raggiungere un accordo definitivo su Gerusalemme, e non rispettano né le condizioni imposte ad Israele dalla Road Map, né la legge internazionale. […]

    L’UE si è anche appellata per la riapertura degli enti Palestinesi a Gerusalemme Est, in accordo con la Road Map, in particolare l’Orient House e la Camera di Commercio, ed ha fatto appello al governo di Israele perché sia posto termine ad ogni trattamento discriminatorio a danno dei Palestinesi residenti in Gerusalemme Est, in particolare riguardo a permessi di lavoro, accesso all’istruzione ed alla sanità, permessi edilizi, demolizioni di residenze, tasse ed investimenti»

    (The EU & the Middle East Peace Process: FAQ,[55] Commissione Europea

  • Hannibal7
    Inserito alle 21:40h, 12 Maggio Rispondi

    Una sera stavo guardando un programma di approfondimento…ospite,in collegamento
    credo da casa sua,Matteo Salvini
    Mentre ascoltavo le sue solite lagne riguardo gli sbarchi,il covid,i ristori ecc ecc,la mia attenzione si sposta su un quadretto al muro alle sue spalle…mi si è gelato il sangue…un candelabro ebraico incorniciato!!!
    Prima eri un dubbio ma ora ti sei svelato verme schifoso!!!
    Se vi capita provate a farci caso…sicuramente una di queste sere sarà ospite in tv (a fare la vittima)
    Io non mi sento rappresentato da questa classe politica….che gli amici palestinesi lo sappiano
    E saluti né

    • Paolo
      Inserito alle 23:09h, 12 Maggio Rispondi

      Ben detto dal rosario al talmud il passo è breve. Che rada di buffone

    • atlas
      Inserito alle 23:11h, 12 Maggio Rispondi

      ma tu hai sangue Mediterraneo. Mollala sta italia di merda. E’ morto pure Mussolini … basta

      • Hannibal7
        Inserito alle 04:30h, 13 Maggio Rispondi

        Già….ho il sangue mediterraneo io….
        Eh ma sai Atlas, come ti dicevo l’altro giorno, io e Stefania abbiamo il progetto di lasciare il nord appena possibile
        E trasferirci un giorno nella nostra terra d’origine
        Mi vedo già… un mattino colazione con pasticciotto e caffè leccese…sigaretta mentre mi godo la vista del mare….poi vengo a cagarti il cazzo a Gallipoli ah ah ah!!!

  • luther
    Inserito alle 21:46h, 12 Maggio Rispondi

    ma perché ci portiamo dietro questo triste destino di essere sempre governati dai peggiori?proprio non riusciamo a fare di meglio? Come facciamo a farci rispettare dagli altri stati se siamo ridotti così?… sembra un sortilegio!

  • ARMIN
    Inserito alle 21:53h, 12 Maggio Rispondi

    L’occidente MALATICCIO e TERZOMONDIALIZZATO (ovvero con colorati di specie inferiori) e le sue “élite” non hanno grandi prospettive.
    Oramai si muovono come se vincessero, ed invece sono PERDENTI a tutti i livelli. MA DA TANTO!
    Le “élite” hanno una paura FOLLE dei colpi di stato, ecco perché scelgono e comprano
    i politici mediocri, e i militari pure incapaci.
    Ma con questa scelta si precludono le vittorie, giacché con generali come Westmoreland (comandante supremo americano in Vietnam) e militari demotivati non si vince neanche contro un PICCOLO Paese armato e combattivo.
    Auguri.

  • giuseppe sartori
    Inserito alle 22:08h, 12 Maggio Rispondi

    il motto del politico itali-ano: con franza o spagna purchè se magna.
    non vado a votare dagli anni 70; in quegli anni eravamo in pochi e poi siamo andati crescendo di decennio in decennio.
    ma il processo è troppo lento e un mucchio di co…oni continua a portare acqua a questo branco di venduti e disgustosi servi.
    luther, i peggiori sono stati votati.
    la vera domanda è: perchè non abbiamo il CORAGGIO di mandare a fanculo questa massa di stronzi e cominciamo a far politica veramente?

  • Aureliano71
    Inserito alle 23:05h, 12 Maggio Rispondi

    Primo, nella Lega Giorgetti decide e Salvini esegue.
    Secondo, il progetto leghista di ingresso nel PPE è roba annunciata da tempo, passo necessario per poter essere accettata come partito di governo.
    Le élite sanno bene che in Italia anche mettendo insieme tutti i partiti tranne Lega e FdI nelle prossime elezioni non si raggiungerà alcuna maggioranza.
    Vincerà il centrodestra, e si stanno già preoccupando di avere un centrodestra fedele ai dettami di Washington.
    In caso contrario i brogli elettorali, lo spread usato come un piccone, e chissà, magari un golpe militare sono tutte opzioni sul tavolo.
    Concordo con Eugenio Orso sulla necessità di superare la dicotomia destra/sinistra.
    C’è qualcosa che va oltre le ideologie, ed è un anelito di libertà che o ce l’hai dentro o no indipendentemente da come dici di pensarla, e di questi tempi i quaqquaraquà stanno emergendo in modo da essere riconosciuti.

  • Zerco
    Inserito alle 23:13h, 12 Maggio Rispondi

    quella bestia ex-federalista, ex-autonomista, ex-sovranista, ex-populista, ma sempre sionista, può leccare il culo a Netaniahu e ai nazisti di Israhell quanto vuole, tanto si beccherà dell’antisemita lo stesso
    fotteranno lui come hanno fatto con tutti gli altri

  • Monk
    Inserito alle 00:27h, 13 Maggio Rispondi

    Dedicare un articolo al porco leghista è una bestemmia. Crepasse lui e i suoi elettori, poi a ruota tutti gli altri coglioni votanti che alimentano la partitocrazia.

  • Natalino
    Inserito alle 01:13h, 13 Maggio Rispondi

    Mi sembra la parabola di Gianfranci Fini.
    Anche Fini fu lusingato e irrettito dagli ebreo-sionisti al punto da fargli dimenticare l’anima e l’esenza del suo partito.
    Non so cosa gli fecero oltre a fargli indossare la kipah e fargli assistere il sermone in sinagoga. Il fellone peró arrivó a pronunciarsi su quello che riteneva il male assoluto credendo che cosí compiacendo la Pelosi (parlamento USA) e il satanico Sharon (responsabile del massacro dei campi profughi palestinesi di Sabra e Shatila) gli si sarebbero aperte le porte per le sue alte aspirazioni politiche.
    ABBIAMO VISTO COME É FINITO FINI.
    ABBIAMO VISTO COME É FINITO SHARON.
    SALVINI POTREBBE FINIRE MOLTO PEGGIO.
    NETANYAUH che sulla coscienza ha molti piú palestinesi di Sharon, per la legge del contrappasso, non puó avere una fine migliore.

    • Zerco
      Inserito alle 10:11h, 13 Maggio Rispondi

      Esatto: il sionismo è l’ultimo rifugio dei furfanti. Chi non ha niente da dire politicamente sventola la bandiera di Israhell per avere l’accreditamento al potere del “capo di tutti i capi”.
      Il quale, però, usatolo come fantoccio per un po’ a scopo di minaccia, lo butta nel cesso quando non serve più.
      Salvini è talmente idiota che sta al gioco, entusuasta di leccare volentieri i sozzi culi sionisti, senza rendersi conto di firmare la sua eutanasia politica.

  • David
    Inserito alle 02:02h, 13 Maggio Rispondi

    ho lavorato a Londra 12 anni . abitavo in una zona ebraica ed un giono tornado a casa sul marciapiede mi intercetta un rabbino con un sorrisone . molto gentilmwnte mi invita ad entrare in casa sua . era sabato e non potevano toccare gli interrutori e siccome era saltata la corrente mi chiese se potevo riattivare il contatore . cosi ci misi il mio ditino per loro … mi regalarono persino una chessecake fatta in casa …!! MAH…….

  • Teoclimeno
    Inserito alle 09:54h, 13 Maggio Rispondi

    In Italia, purtroppo, destra e sinistra sono le due facce della stessa medaglia.

Inserisci un Commento