Le compagnie aeree europee si lamentano del “vantaggio ingiusto” dei loro rivali cinesi che possono sorvolare la Russia


L’Occidente ha chiuso i suoi cieli agli aerei russi e Mosca ha risposto con una mossa similare.
Le compagnie aeree europee si lamentano del “vantaggio sleale” che i loro concorrenti cinesi hanno nel poter volare attraverso lo spazio aereo russo, riporta il Financial Times
.
Lo spazio aereo russo fornisce la rotta più breve tra Europa, Asia e Nord America, ma alla fine di febbraio 2022 l’Unione Europea, il Regno Unito, il Canada, gli Stati Uniti e altri paesi alleati hanno chiuso i loro cieli agli aerei di linea . operazione in Ucraina. Mosca ha risposto bloccando il sorvolo del proprio territorio alle compagnie aeree di quelle nazioni.

Tuttavia, i vettori del Medio Oriente, della Cina, dell’India e di altri paesi continuano a utilizzare questa rotta, consentendo loro di offrire voli più veloci ed economici verso destinazioni in Europa e Nord America. Nel frattempo, le compagnie aeree europee temono che le rotte alternative siano più lunghe e perdano competitività rispetto alle loro rivali che possono attraversare lo spazio aereo russo.
Un “vantaggio ingiusto
“Una compagnia aerea cinese che sorvola la Russia ha un vantaggio sleale su di noi”, ha dichiarato Ben Smith , amministratore delegato del gruppo Air France-Klm . Ha anche lamentato che il tempo di volo degli aerei dell’associazione che coprono la rotta tra Parigi e Seoul è aumentato di tre ore. Viaggi più lunghi consumano più carburante, il che significa costi più elevati .
Uno dei paesi più colpiti è la Finlandia e la sua compagnia aerea di bandiera Finnair. La chiusura dello spazio aereo russo ha posto fine agli sforzi per fare di Helsinki un hub per i voli che collegano l’Asia settentrionale con l’Europa. Le deviazioni hanno anche costretto alcune compagnie europee a sospendere o addirittura cancellare definitivamente alcune delle loro rotte.

Anche la Cathay Pacific di Hong Kong aveva inizialmente deciso di evitare l’uso dello spazio aereo russo, ma lo scorso novembre ha ripreso la rotta per i suoi voli tra New York e Hong Kong perché “sicura”, “più veloce” e ” l’opzione migliore ” rispetto .con la pista che attraversa l’Atlantico.


Nota: Le compagnie aeree europee pagano le conseguenze delle sanzioni decretate dai loro governi e perdono di competività rispetto alle compagnie aeree dei paesi che non hanno aderito a tali sanzioni. Analogamente accade per quanto riguarda settori industriali con un alto consumo di energia, come il settore auto, acciaio, componenti, ceramica, vetro, ecc. che si vedono aumentare esponenzialmente il costo del gas. Molte imprese saranno costrette a chiudere, a licenziare il personale o a trasferire gli impianti altrove.
Tuttavia i governi dei paesi europei hanno ritenuto necessario allinearsi alla politica di sanzioni alla Russia contro gli interessi delle loro imprese e dei loro cittadini. Saranno questi ultimi presentare il conto per le politiche scellerate prese dai governi succubi delle decisioni e degli interessi degli Stati Uniti.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM