"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Le autorità israeliane hanno abbattuto tre scuole di bambini palestinesi nella Cisgiordania occupata , prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Secondo le informazioni trasmesse lo scorso mercoledì da una organizzazione umanitaria norvegese (NRC), il regime di Israele ha smantellato e raso al suolo in una settimana tre scuole palestinesi nei territori occupati, mentre continuano ad essere interrotti i lavori per gli insediamenti illegali dei coloni in Cisgiordania.
Il testo del comunicato ricorda che, fino allo stato attuale, circa 55 scuole in Cisgiordania, incluse quelle finanziate dall’Unione Europea,  hanno ricevuto un avviso di demolizione da parte delle autorità israeliane.

“Facciamo appello ai governi ed ai donatori che finanziano l’educazione dei bambini palestinesi ad esercitare tutta la loro influenza per prevenire questa violazione in tutte le sue forme”, ha indicato il direttore del NRC per la Palestina, Hannibal Abiy Worku.
A suo giudizio, la distruzione dei centri educativi finanziati con il denaro europeo non è soltanto una “violazione del diritto internazionale, ma costituisce anche uno schiaffo in faccia alla comunità internazionale, che offre aiuto alla popolazione della Palestina occupata”.

Bulldozer israeliani in azione su scuole e case palestinesi

Nel primo trimestre del 2017, ha denunciato il NRC, si è registrato un totale di 24 attacchi diretti contro le scuole palestinesi da parte dei  coloni israeliani, che includevano l’utilizzo di bombe di gas e granate detonanti.
Nella stessa giornata del mercoledì,  l’organizzazione israeliana B’Tselem ha informato dell’abbattimento di una scuola palestinese nella zona di Yub al-Dib, nel sud di Beit Lahm (Belén), il secondo centro di questo tipo in una settimana nella Cisgiordania occupata.

“La demolizione dell’edificio della scuola, nella notte prima dell’inizio dell’anno scolastico, rappresenta la crudeltà amministrativa ed il sopruso sistematico delle autorità, progettato per espellere i palestinesi dalla loro terra”, un evidente tentativo di pulizia etnica, come denunciato dall’organismo norvegese.

Bambini palestinesi

Fonti: Hispan Tv

GuiaONGS

Traduzione e sintesi : L.Lago

*

code

  1. animaligebbia 4 mesi fa

    Che eroi.Scommetto che il 27 gennaio non ci sara’ nessun film strappalacrime sull’argomento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. annibale55 4 mesi fa

    Nessun commento da parte mia, solo rabbia. Son 60 anni che fanno così. il problema è che i loro compagni di merende in occidente hanno il 90% dei media ed il 90 % delle banche…e tanti servi e utili sciocchi. Da parte mia nel mio piccolo non compro nulla che provenga da Israele.

    Rispondi Mi piace Non mi piace