LE ACCUSE DI BIDEN SULLA PRESUNTA ESCALATION NUCLEARE DELLA RUSSIA IN UCRAINA SONO IPOCRITE

L’uso di armi di distruzione di massa in un conflitto non accadeva dal 9 agosto 1945, quando gli Stati Uniti d’America sganciarono la seconda bomba atomica sulla città giapponese di Nagasaki (la prima distrusse Hiroshima solo tre giorni prima), uccidendo decine di migliaia di civili in pochi secondi. Con oltre mille prove, gli Stati Uniti sono anche famosi per aver fatto esplodere il maggior numero di armi atomiche e termonucleari della storia.

Eppure, la bellicosa talassocrazia è anche nota per aver usato armi di distruzione di massa (WMD) come pretesto per lanciare guerre di aggressione e invasioni contro dozzine di paesi sovrani, presumibilmente per impedire l’uso di tali armi in guerra. L’esempio più evidente di ciò deve essere l’Iraq, che gli Stati Uniti ei suoi numerosi Stati satelliti hanno attaccato più volte con questo pretesto. Le armi di distruzione di massa irachene non sono mai state trovate, sebbene gli Stati Uniti insistono ancora sul fatto che la distruzione del paese mediorientale fosse presumibilmente giustificata.

Anche se praticamente il mondo intero sa che le accuse degli Stati Uniti contro l’Iraq erano basate su false affermazioni, l’America sembra determinata a continuare a usare questo pretesto quando attacca gli altri. Accusa la Siria di usare armi chimiche da oltre un decennio ormai, il tutto senza prove solide e ha persino attaccato direttamente il paese e le sue forze di sicurezza con questo pretesto. Oltre alla Siria, l’Occidente politico guidato dagli Stati Uniti sta facendo le stesse accuse contro la Russia. Dal 24 febbraio, gli Stati Uniti ei suoi numerosi vassalli accusano Mosca di aver usato armi chimiche durante la sua operazione militare speciale contro la giunta neonazista a Kiev.
I media statali occidentali e i principali media gestiti dalle multinazionali hanno fatto girare questa narrativa per mesi, specialmente ad aprile e maggio. Tuttavia, il presidente Biden ha alzato il tono ed ha accusato la Russia di pianificare l’uso di armi nucleri in Ucraina.
Domenica 18 settembre, durante un’intervista di “60 minuti”, Joe Biden “ha lanciato un avvertimento” al suo omologo russo, il presidente Vladimir Putin, di “non cambiare la faccia della guerra” presumibilmente “usando armi tattiche nucleari o chimiche” contro le forze del regime di Kiev. “Non. Non farlo. Non. Cambierai il volto della guerra come nessun altro dalla seconda guerra mondiale”, ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti parlando con l’intervistatore della CBS Scott Pelley .

Joe Biden

Le accuse di Biden sulla presunta escalation nucleare della Russia in Ucraina sono ipocrite

La domanda è stata molto probabilmente messa in scena come un modo per ritrarre la Russia nella peggiore luce possibile presentando gli Stati Uniti come la presunta “voce della ragione”, il che è abbastanza ipocrita, data la storia degli Stati Uniti nell’uso delle armi di distruzione di massa . Biden non ha specificato cosa avrebbero fatto gli Stati Uniti nel caso in cui la Russia avesse deciso di usare tali armi, ma ha affermato che sarebbe stato “consequenziale” e che il risultato finale sarebbe stato: “Diventeranno più paria nel mondo di quanto non lo sono mai stati”. Senza entrare nei dettagli, ha affermato che la reazione degli Stati Uniti “dipenderebbe dalla portata di ciò che fanno”.

È abbastanza chiaro che questi avvertimenti e queste minacce vuote sono principalmente progettati per uso domestico, dato lo stato poco lusinghiero dell’economia americana e la grave inflazione che sta danneggiando il potere d’acquisto del popolo americano. Inoltre, non ci sono stati indicatori che la Russia stia pianificando di utilizzare qualsiasi tipo di armi di distruzione di massa, soprattutto considerando il fatto che il gigante eurasiatico non ha dichiarato guerra o mobilitazione nazionale. Le forze strategiche russe sono state messe in allerta nei mesi precedenti, ma questo è stato in risposta alle azioni degli Stati Uniti e della NATO.

Il regime di Kiev ha regolarmente accusato la Russia di presunto uso di armi chimiche, ma nessuna di queste affermazioni è mai stata supportata da alcuna prova ed è stata utilizzata principalmente per scopi di propaganda di guerra. Più recentemente, i funzionari del regime di Kiev hanno anche affermato che la Russia sta ora utilizzando la centrale nucleare di Zaporozhye dell’era sovietica per “ricattare nucleare” e per “scatenare il terrore nucleare”. Queste accuse sono piuttosto strane e persino ironiche, dato che le forze della giunta neonazista hanno bombardato la centrale nucleare per mesi , rischiando una potenziale catastrofe nucleare, forse ordini di grandezza peggiori dei disastri di Chernobyl del 1986 o di Fukushima del 2011.

All’inizio di agosto, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato che il mondo era “a un errore di calcolo dall’annientamento nucleare”. All’epoca, Guterres aggiunse che “siamo stati finora straordinariamente fortunati” e chiese una più ampia sospensione degli arsenali di tutte le potenze nucleari, ma sottolineò anche che la “fortuna” che il mondo aveva avuto finora nell’evitare un la catastrofe nucleare “potrebbe non durare” e ha esortato il mondo a “rinnovare la spinta verso l’eliminazione di tutte queste armi”.

“La fortuna non è una strategia. Né è uno scudo dalle tensioni geopolitiche che sfociano nel conflitto nucleare”, ha concluso.

Mosca ha anche espresso la propria preoccupazione per il potenziale di un’escalation nucleare, ma questi avvertimenti erano diretti all’Occidente politico, in particolare alla sua ala militare sotto forma di NATO, che da oltre tre decenni conduce un’espansione strisciante verso i confini della Russia, nonostante le promesse di non farlo.

Ad aprile, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha promesso che Mosca avrebbe fatto tutto il possibile per evitare l’uso di armi nucleari. Tuttavia, ha anche sottolineato il pericolo di sottovalutare la velocità con cui le cose potrebbero sfuggire al controllo in Ucraina se l’Occidente politico dovesse continuare le sue politiche bellicose nei confronti della Russia. I commenti di Lavrov erano specificamente diretti alla NATO e al suo ruolo destabilizzante in Ucraina poiché l’aggressiva alleanza militare è stata effettivamente impegnata in una guerra per procura contro la Russia fornendo armi per miliardi di dollari alla giunta neonazista di Kiev .

Scritto da Drago Bosnic , analista geopolitico e militare indipendente

Fonte: South Front

8 Commenti
  • Sarabanda 1982
    Inserito alle 23:05h, 20 Settembre Rispondi

    Se USA -UK-UE hanno deciso di far scoppiare ad ogni costo la terza guerra mondiale questo sarebbe il momento giusto di tastare il polso al” Occidente Guerrafondaio !
    Se la Russia usasse due piccole bombe atomiche sui criminali Ucraini Nazisti USA-UK-UE sarebbero con le spalle al muro e avrebbero solo due opzioni :
    Opzione N 1 Pace !
    Cessazione immediata da parte di USA-UK-UE delle minacce alla Russia e delle forniture di armi e munizioni al” Ucraina affinché possa far la pace con la Russia e il ritiro immediato di tutte le sanzioni occidentali alla Russia .
    La Russia sarebbe obbligata a revocare le sue sanzioni contro l” Occidente !
    La Pace darebbe modo di ristabilire nei paesi occidentali subito un certo benessere simile a quello di prima che L” Ucraina dichiarasse guerra alla Russia e darebbe modo ai paesi UE di sopravvivere con Carbone GAS e Petrolio Russo fino al momento che siano pronti a sostituire carbone-gas-petrolio con altre fonti .
    Opzione N 2 !
    USA-UK-UE attaccano la Russia perciò scoprono le loro vere intenzioni e poi vincerà il migliore !

    • Monk
      Inserito alle 23:52h, 20 Settembre Rispondi

      Tu hai idea di cosa sia una guerra nucleare? Dalla data direi proprio di no. Non ci sarà nessun vincitore, sarai polverizzato in pochi secondi con la tua famiglia. Schiaffatelo nel cervello.

  • Giovanni
    Inserito alle 23:50h, 20 Settembre Rispondi

    È solo questione di tempo le armi atomiche faranno il loro lavoro ricordiamoci che l’uomo le ha create x questo. L’evoluzione della specie umana passa dalla sua miserabile estinzione

  • vincenzo
    Inserito alle 08:24h, 21 Settembre Rispondi

    una cosa è certa ….le armi atomiche l’america prima o poi le userà!….non dimentichiamoci che i criminali sionistiamericani vogliono la riduzione della presenza umana sulla terra. io direi di iniziare proprio da loro.

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 08:49h, 21 Settembre Rispondi

    Usare le bombe atomiche oltre ad essere una pazzia è un idiiozia, ma credo che ormai ci siamo incamminati in questa direzione e prima o poi succederà, sarà un male o forse un bene? Chi vivrà vedrà, le cose sono due o si riparte quasi da zero per i danni causato oppure i vincitori si prenderanno il piatto.

  • antonio
    Inserito alle 08:52h, 21 Settembre Rispondi

    alla Federaziione Russa non serve l’ atomica
    le bastano Rublo oro gas petrlolio e terra – deve solo tenere i suoi territori e i suoi popoli – attenzione al Kazakstan di essenziale importanza
    – il Pino.c’è già si è avvicinato dondolando per portare da untore Male e Menzogne e instillare malefici – la accoppiata Vattikan – Wall.Street

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 11:34h, 21 Settembre Rispondi

    Già!… da che pulpito!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Antonio Mercurio
    Inserito alle 09:25h, 22 Settembre Rispondi

    peccato che non esiste un Dio che dopo che avete soddisfatto i vostri desideri di diminuire la popolazione e impadronirvi con la violenza di terre non vs con armi nucleari per poi nascondervi nelle vs tane come topi da fogna. Appunto dicevo se ci fosse un Dio non dovrebbe farvi uscire mai e trasformare le vs tane in tombe. Che siate maledetti

Inserisci un Commento