Le 11 regole di disinformazione nei media occidentali

di Mohamad al-Fadl.

  • Regola n. 1: in Medio Oriente, sono sempre gli arabi ad attaccare per primi ed è sempre Israele che si difende. Questa si chiama ritorsione.
  • Regola n. 2: i palestinesi non hanno il diritto di uccidere i soldati e coloni dall’altra parte. Si chiama terrorismo.
  • Regola n. 3: Israele ha il diritto di uccidere i civili arabi. Si chiama autodifesa.
  • Regola n. 4: quando Israele uccide troppi civili, le potenze occidentali chiedono moderazione. Questa è chiamata la reazione della comunità internazionale.
  • Regola n. 5: i palestinesi non hanno il diritto di catturare i soldati israeliani, anche se il loro numero è molto limitato e non supera i tre soldati.
  • Regola n. 6: gli israeliani hanno il diritto di rapire quanti palestinesi desiderano (circa 20.000 prigionieri fino ad oggi, inclusi quasi 800 bambini). Non ci sono limiti e non è necessario fornire alcuna prova della colpevolezza degli addotti. Basta solo pronunciare la parola magica “terrorista”.
  • Regola n. 7: quando dici “Hezbollah”, devi sempre aggiungere l’espressione “sostenuto da Siria e Iran”.
  • Regola n. 8: quando dici “Israele”, è importante non aggiungere dopo “sostenuto da Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Unione Europea”, perché si potrebbe pensare che sia un conflitto sbilanciato .
  • Regola n. 9: non parlare mai di “Territori occupati”, né di risoluzioni delle Nazioni Unite, né di violazioni del diritto internazionale, né delle Convenzioni di Ginevra. Ciò potrebbe disturbare lo spettatore e l’ascoltatore dei canali occidentali.
  • Regola n. 10: gli israeliani parlano il francese e inglese meglio degli arabi. Questo spiega perché a loro e ai loro sostenitori viene data la parola il più spesso possibile. Quindi, possono spiegarci le regole precedenti (da 1 a 9). Si chiama neutralità giornalistica.
  • Regola n. 11: se non sei d’accordo con queste regole o se trovi che favoriscono una parte nel conflitto contro un’altra, allora sei un pericoloso “antisemita”.
Altra regola: Non pubblicare mai le foto dei bambini palestinesi arrestati dai soldati israeliani (potrebbero disturbare)
Arresto di bambini palestinesi

fonte: https://french.almanar.com

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM