Lavrov: Kiev sta cercando di portare il tema del “Nord Stream-2” a livello d’isteria

Le autorità ucraine cercano costantemente di portare il tema del gasdotto “Nord Stream 2” a livello d’isteria e continuano a “chiedere qualcosa all’Occidente”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, sottolieando che tale comportamento è indegno del popolo ucraino.

“I nostri amici ucraini cercano costantemente di portare questo argomento a livello di tale isteria. È diventata per loro un’abitudine, una regola, immancabilmente implorare qualcosa all’Occidente. Ecco il Nord Stream: fermatelo! se non potete fermarlo, allora dateci dei soldi come risarcimento… E fateci entrare nella NATO, nell’Unione Europea, siamo pronti da molto tempo. Implorano e implorano”, ha riferito Lavrov ai giornalisti.

Lavrov ha parlato della guerra scatenata dall’Occidente contro i media russi. Secondo la sua opinione, ogni paese dovrebbe avere la propria dignità. E il popolo ucraino, un popolo con una ricca storia, a ragion maggiore merita di essere “un creatore, non un supplicante con la mano costantemente tesa”.

Per quanto riguarda il “Nord Stream 2”, Lavrov ha affermato che per ottenere i permessi necessari dal regolatore tedesco potrebbero passare ancora circa quattro mesi. Ma perfino quando questo processo sarà terminato, il ministro non ha dubbi che gli attacchi al progetto “Nord Stream 2” non si fermeranno.

Fonte: https://rg.ru/2021/09/15/lavrov-u-ukrainy-voshlo-v-pravilo-postoianno-chto-to-klianchit-u-zapada.html

Traduzione di Eliseo Bertolasi

1 Commento
  • antonio
    Inserito alle 20:52h, 16 Settembre Rispondi

    cari ucraìni raccogliete legna per quest’ inverno

Inserisci un Commento