Lavrov ha affermato che gli Stati Uniti stanno usando la pandemia per imporre la propria visione dell’ordine mondiale


Lo ha annunciato mercoledì il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

Gli Stati Uniti, insieme ai loro alleati, non stanno abbandonando i tentativi di utilizzare la situazione determinatasi con la pandemia del coronavirus per far avanzare la loro visione dell’ordine mondiale, forzando il confronto.

“Dobbiamo ammettere che anche in una pandemia, i nostri colleghi americani e i loro alleati non smettono di cercare di intensificare il confronto, utilizzano la situazione attuale per imporre il loro punto di vista, la loro visione del futuro ordine, che chiamano basatio sulle regole dell’ ordine. Le regole, come sai, sono state inventate da loro stessi ”, – ha detto Lavrov.

Secondo Lavrov , gli Stati Uniti stanno aumentando la pressione sui paesi che perseguono una politica estera indipendente, nonché stanno lanciando critiche nei confronti dell’Organizzazione mondiale della sanità.

“Ci sono accuse infondate contro la Repubblica popolare cinese e la Federazione russa, ignorando le richieste di sospensione delle sanzioni unilaterali per il periodo di lotta contro l’infezione da coronavirus, sanzioni che impediscono la fornitura umanitaria di medicinali, attrezzature e cibo”, – ha spiegato il ministro. Si tratta di un atteggiamento cinico e disumano che punta a pregiudicare il diritto alla salute delle popolazioni interessate.

Aiuti russi a Bergamo

Il cancelliere russo ha osservato che la pandemia di coronavirus solleva bruscamente la questione del futuro del sistema di relazioni internazionali, che è attualmente in fase di test di resistenza. La diffusione dell’infezione è diventata una sfida non solo per i singoli stati le cui economie e settori sociali hanno avuto effetti negativi tangibili, ma anche per le organizzazioni internazionali e le associazioni di integrazione, compresa la SCO (associazione dei paesi asiatici ).

Lavrov ha sottolineato che la Russia ha costantemente continuato a chiedere soluzioni collettive e questi sforzi dovrebbero essere basati sui principi di universalità, multilateralismo e dovrebebro riflettere gli interessi di ogni stato.

Fonte: New Front

Traduzione : Sergei Leonov

3 Commenti

  • Teoclimeno
    14 Maggio 2020

    La politica russa procede sostanzialmente su un doppio binario. La facciata ufficiale è moderata, improntata al rispetto delle regole internazionali ed alle convenzioni diplomatiche. Mentre parallelamente procede senza sosta al rafforzamento dell’apparato economico e militare. Sviluppando strategie ed alleanze in vista di un possibile scontro.

    • Silvia
      14 Maggio 2020

      Mi sembra una politica giusta

  • Pippo
    14 Maggio 2020

    Sig.Lavrov, restituisca le Kurili al Giappone, dato che proditoriamente ed anche vigliaccamente le avete occupate subito dopo il bombardamento atomico delle due città giapponesi. Se la Crimea è vostra, per le stesse ragioni che enunciate, le Kurili appartengono al Giappone. Altrimenti sareste imperialisti, prepotenti e totalitari come gli USA.

Inserisci un Commento

*

code