L’Aviazione russa e quella siriana hanno attaccato i terroristi su Idlib



I terroristi sono stati colpiti da un attacco aereo delle forze spaziali russe. L’esercito russo ha agito in coordinamento con l’aviazione siriana.
Insieme con le forze aeree siriane, le forze aerospaziali russe hanno effettuato giovedì sera un attacco importante nella provincia di Idlib
. Sei aerei da cobattimento russi hanno raggiunto le posizioni del gruppo terrorista “Hayat Tahrir Ash-Sham” (“Dzhebhat an-Nusra” ) e le hanno colpite e distrutte.
Gli aerei russi sono stati in grado di attaccare i miliziani nell’area di Jisr al-Shugur, così come nella piana di Al-Gab che si trova nel sud-ovest di Idlib.

Su Al-Masdar News, hanno scritto che è stato l’attacco più potente dell’anno effettuato dalle forze aerospaziali russe e dall’aviazione siriana. I militari di Hama hanno chiarito che gli attacchi aerei sono stati inflitti sulle posizioni che controllavano i miliziani. Questo obiettivo include l’area intorno alla ex fabbrica di zucchero. L’attacco ha causato gravi danni ai terroristi.

Il ministero degli Esteri russo: Le dichiarazioni degli Stati Uniti sulla completa distruzione dell’ISIS in Siria non sono molto convincenti


Il ministero degli esteri della Federazione Russa ritiene che le dichiarazioni americane sulla distruzione dell’IG in Siria non siano convincenti.
Gli Stati Uniti avevano annunciato la completa distruzione in Siria dello “Stato islamico” , riconosciuto in Russia come terrorista e proibito. Una fonte del ministero degli Esteri russo ha detto che queste parole non possono essere definite molto convincenti.

Forze siriane

In precedenza, Washington aveva annunciato la completa liberazione del territorio della Siria dal’ISIS . Lo ha affermato il segretario stampa della Casa Bianca, Sarah Sanders. Secondo lei, il territorio della Siria è libero al 100% dai terroristi.

La fonte RIA Novosti del ministero degli esteri russo ha dichiarato che queste affermazioni non possono essere definite convincenti. Secondo varie fonti, migliaia di terroristi rimangono ancora in Siria, in particolare nella zona di Idlib, nel nord della Siria, dove sono presenti anche forze della coalizione. Ci sono molti indizi su un rapporto di collaborazione fra i gruppi di terroristi in questa zona e le forze della coalizione a guida USA.

Gli Stati Uniti hanno in precedenza espresso forti dichiarazioni che intendono ritirarsi dalla Siria, tuttavia non hanno mai fornito piani per il ritiro delle truppe.
Manipolazione delle notizie sulla Siria
Si registrano le informazioni trasmesse dai media atlantisti secondo le quali sarebbero sempre e soltanto le forze curde e quelle della coalizione a guida USA che avrebbero sconfitto l’ISIS, senza neppure citare il ruolo determinante dell’Esercito siriano e dei suoi alleati nella lotta contro l’ISIS, incluso il decisivo contributo delle forze aeree russe. Secondo i rapporti dei media occidentali sembrerebbe che queste forze non esistano in Siria e non vengono mai menzionate.
Tanto meno vengono citati i continui ritrovamenti di depositi di armi dell’ISIS, fatti dall’Esercito siriano, dove vengono rivenute ingenti quantità di armi di fabbricazione USA e di altri paesi occidentali.
Nel frattempo alcuni dei miliziani dell’ISIS, presi prigionieri dalle forze siriane, rivelano nei loro interrogatori di essere stati addestrati ed armati nei campi di addestramento in Turchia ed in Giordania da istruttori americani e britannici.

Fonte: Nation News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

1 commento

  • Eugenio Orso
    23 Marzo 2019

    Articolo veritiero, Interessante notare come i cani bastardi chiamati giornalisti occultino la verità e non facciano parola che è stata l’aviazione russa, soprattutto, a colpire e distruggere le migliaia di cisterne isis che trasportavano il petrolio rubato in turchia, con la complicità del boia ottomano islamista erdokan e dei suoi figli bastardi.
    Siamo alle solite. disinformazione, menzogne, occultamento della realtà.
    In Italia ne sappiamo qualcosa … basta accendere la tv, leggere un quotidiano oppure consultare l’ansa vigliacca.

    Cari saluti

Inserisci un Commento

*

code