L’Aviazione russa blocca (ancora una volta)gli attacchi aerei israeliani in Siria


EIRUT, LIBANO (13:10) – L’Aviazione russa avrebbe bloccato gli aerei israeliani dall’effettuare un attacco sulla Siria ieri sera, secondo quanto riportato dalla rivista russa Avia.Pro .

“Ieri sera, mentre si preparava un’altra serie di attacchi delle forze aeree di Israele sulla periferia di Damasco, gli aerei da combattimento russi sono decollati rapidamente dalla base aerea militare Khmeimim, situata nella provincia di Latakia, nella parte meridionale della Repubblica araba, causando l’interruzione di gli attacchi israeliani alla capitale siriana e ai suoi dintorni “, ha riferito Avia.Pro.
Secondo Avia.Pro, l’esercito russo ha anche fornito alle forze armate siriane informazioni su un drone israeliano che si stava preparando a colpire la periferia sud-orientale di Damasco.

“Secondo i dati, almeno due aerei da combattimento sono decollati dalla base aerea di Khmeimim verso le 20:00 in direzione sud-est, dopo di che, in circostanze sconosciute, un drone israeliano che ha violato lo spazio aereo siriano è stato abbattuto e successivamente non vi è stato alcun attacco nella periferia della capitale siriana “, hanno continuato.

“È interessante notare che, secondo i media occidentali, durante un recente incontro tra Vladimir Putin e Benjamin Netanyahu, il leader russo ha minacciato di prendere misure contro Israele se Tel Aviv dovesse continuare a colpire la Siria”, ha aggiunto Avia.Pro.

Difesa aerea siriana

Se questo si dimostrasse vero, sarebbe la quarta volta dalla fine di agosto che è stato riferito che l’esercito russo ha bloccato un attacco israeliano alla Siria.
Nota: Questi episodi confermano i rapporti secondo i quali lo stato Maggiore russo è intervenuto energicamente su Putin per esigere maggiore intransigenza nel difendere la Siria dagli attacchi di Israele sulle forze siriane e sui loro alleati. Risulta infatti che le forze russe hanno dato autorizzazione alla difesa aerea siriana di utilizzare gli S-300 per abbattere gli aerei e droni di Israele e nello stesso tempo l’aviazione russa ha avuto ordine di bloccare qualsiasi sconfinamento nello spazio aereo della Siria da parte di Israele. Queso segna un cambiamento nell’equilibrio delle forze nella regione.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 Commenti

  • blackarrow
    21 Settembre 2019

    Fintanto non si creeranno in !sra3l3 perdite ingenti, smantellando la loro prosopopea di poppolo alletto, non si otterrà mai nulla di positivo per il resto del mondo, ammerriga compresa.

  • Eugenio Orso
    22 Settembre 2019

    La Russia cerca di “metterci una pezza” per bloccare gli attacchi aereo-missilistici pirata degli ebrei.
    Questo perché la Russia non cerca il confronto diretto con l’asse del male us-ebra-saudita, consapevole che un conflitto nucleare sarebbe inevitabile.
    Anche i gonzi, in occidente, dovrebbero comprendere chi è che cerca la guerra, da che parte stanno i deliranti guerrafondai.
    Sicuramente israele è un pericolo, non solo per il Medio Oriente, ma anche per noi, per il mondo intero.

    Cari saluti

Rispondi a Eugenio Orso cancella risposta

*

code