"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’avanzata delle forze siriane-russe blocca le ambizioni USA in Siria

La rapida avanzata delle forze siriane nelle zone orientali del paese, frustra le speranze degli USA di “guadagnare più territorio” nel paese arabo.
Così lo indica un articolo pubblicato il Giovedì dal giornale The Washington Post, in cui si aggiunge che l’espansione del controllo territoriale delle forze leali al presidente siriano, Bashar al-Asad, potrebbe fornire a Damasco una influenza aggiuntiva nei negoziati politici circa il futuro del paese. L’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) si aspetta che questi negoziati inizino per il prossimo mese.

Nel corso di una dichiarazione pronunciata questa settimana, il segretario generale dell’ONU, Antonio Guterres, ha detto che gli ultimi avvenimenti osservati in Siria mettono in evidenza la “urgente la necessità di rivitalizzare il processo politico”.

Risulta ovvio che l’avanzata dell’Esercito siriano, appoggiato dal movimento di Resistenza libanese Hezbollah, dagli assessori iraniani e dall’Aviazione russa fanno preoccupare Washington (e Tel Aviv). Gli ultimi progressi hanno tagliato fuori l’accesso delle Forze Democratiche Siriane (FDS) appoggiate dagli USA, ai loro bastioni nel sud est del paese, inclusa la città strategica di Al-Bukamal, vicina alla frontiera tra Siria ed Iraq.

Secondo detta analisi del quotidiano USA, la inaspettata sconfitta dei terroristi dell’ISIS (Daesh in arabo) nella città di Al-Bukamal, nell’Est della Siria, potrebbe facilitare l’avanzata delle truppe governative all’ovest del fiume Eufrate. Occorre ricordare che le FDS lanciano attacchi dalla foce orientale per guadagnare più terreno nella provincia di Deir Ezzor.

Forze siriane a Deir Ezzor

Per la possibilità che i bastioni che ancora conserva il Daesh cadano nelle mani dell’Esercito di Damasco, il Governo di Donald Trump dovrà decidere se continua a mantenere le sue forze militari nel territorio siriano per proteggere le aree controllate dalle FDS.

Il governo di Damasco considera” illegale” la presenza di forze di paesi stranieri o dei loro subordinati, assicurando che tali effettivi, appoggiati finanziariamente e logisticamente da Washington, non solo hanno complicato la situazione del paese ma hanno anche ostacolato qualsiasi soluzione alla crisi mediante una guerra per procura contro la Nazione siriana.

Fonte: HispanTv

Traduzione L.Lago

*

code

  1. Annibale55 4 settimane fa

    Fornire armi atomiche alla Siria, ICBM compresi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nessuno 4 settimane fa

    Presenza di ameri-cani o scodinzolanti alleati o non, un bombardamento a tappeto
    ininterrotto per il tempo necessario alla disinfestazione completa del territorio Siriano
    dai vari parassiti che ci vivono di qualunque provenienza essi siano….

    Rispondi Mi piace Non mi piace