L’Austria vuole acquistare 1 milione di dosi del vaccino russo Sputnik V.


Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha affermato che la geopolitica non dovrebbe essere coinvolta nella questione della vaccinazione e ha parlato dei piani per l’acquisto del vaccino russo Sputnik V.

«Non dovrebbero esserci cortocircuiti geopolitici sulla questione dei vaccini. L’unica cosa che conta è se il vaccino sia efficace e sicuro, non da dove proviene. Abbiamo intrattenuto un buon dialogo con la parte russa da febbraio, di cui sono molto grato. Se l’Austria dovesse ricevere un milione di dosi aggiuntive di vaccino, sarebbe possibile tornare alla vita normale prima e potremmo salvare molte vite e posti di lavoro ”, ha detto Kurz.

Secondo lui, l’Austria sta attualmente negoziando con la Russia per acquistare 1 milione di dosi del vaccino contro il coronavirus Sputnik V in tre tranche: le consegne sono previste ad aprile, maggio e giugno di quest’anno.

In precedenza è stato riferito che il numero di decessi dopo la vaccinazione con Astra Zeneca e Pfizer in Austria ha raggiunto le 55 persone. Durante la campagna di vaccinazione sono state registrate un totale di 17.280 segnalazioni di effetti collaterali o reazioni avverse.
Putin riceve Kurtz

Nel frattempo la Slovacchia ha ricevuto già dai primi di Marzo il suo primo lotto di vaccini Sputnik dalla Russia. L’annuncio era stato dato dallo stesso primo ministro Igor Matovic. Attualmente sono i paesi dell’est Europa i primi ad avere acquistato o prenotato il vaccino russo. In particolare l’Ungheria che aveva approvato e iniziato a distribuire lo Sputnik V, così come la Repubblica Ceca ha fatto sapere di essere in trattativa con Mosca. Il vaccino russo non è stato ancora approvato dall’Ema, l’ente europeo dei vaccini, nonostante che la Russia abbia richiesto l’omologazione fin dal 22 dicembre.
Nota: Le lungaggini dell’Ema nell’approvazione del vaccino russo fanno capire che ci sono forti pressioni su questo ente per ostacolare l’ingresso dei vaccini russi nella UE. Evidente che i grandi interessi dietro la distribuzione dei vaccini giocano un ruolo preminente nelle scelte dell’ente europeo e dei governi dell’Unione.

Fonte: News front

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM