"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’attesa dichiarazione del Leader degli HEZBOLLAH libanesi, HASSAN NASRALLAH

Di fronte ad un quadro di combattenti del Partito di Dio (Hezbollah *), tra cui decine di feriti, in occasione della “Giornata del Resistente ferito”, il Segretario Generale degli Hezbollah, Sayed Hassan Nasrallah, ha dichiarato:
“Combattere le orde takfiri nelle (città siriane) Aleppo (nord) e Homs (centro) e Damasco (Sud), ci ha evitato di combatterli a Baalbek, al Hermel, a Sidone, a Tiro, al Nabatiyeh e altri villaggi, paesi e città del Libano.

Noi diciamo agli illusi: abbiamo due scelte, o combattere o essere sgozzati.
Oggi la nostra posizione è assai migliore.
In questa guerra, la metà di noi potrà cadere martire per assicurare la dignità all’altra metà che vivrà.
E’ sempre meglio di vivere come profughi privi di dignità che mendicano in altri paesi.

Noi combatteremo queste orde ovunque si trovino.
Combatteremo senza alcuna titubanza e senza alcun indugio, combatteremo con occhi aperti.
A chi non gli piace la nostra decisione e cerca di sminuire le nostre vittorie, potrà fare tutto ciò che riterrà opportuno.
Oggi è giunto il momento per la chiamata alle armi, ognuno dovrà dare il suo contributo, lo scienziato dovrà parlare, il padre del Martire dovrà parlare e voi cari fratelli feriti dovete parlare, i nostri prigionieri dovranno parlare.
Chiunque sta fra la gente e ha una credibilità dovrà contribuire.

La chiamata alle armi giungerà presto, in passato ho detto che siamo in Siria dove dobbiamo essere, e non permetteremo a questo disegno criminale di realizzarsi.

Hezbollah sostenitori

D’ora in poi non concederemo sconti a nessuno, forse combatteremo ovunque e nessuno potrà azzittirci.
Noi possediamo molte elementi di forza che non abbiamo mai svelato, ma è giunta l’ora per mostrare tutta la forza.
Gli sciiti che mendicano alle porte delle ambasciate Usa sono degli stupidi, dei traditori e dei collaborazionisti.
Nessuno al mondo potrà cambiare le nostre convenzioni, non faremo sconti a nessuno ma sopratutto non tollereremo alcun sopruso ed imposizione”.

Sayed Hassan Nasrallah

Traduzione: Ouday Ramadam

* Chi sono gli Hezbollah. Vedi: Hezbollah: l’avanguardia invisibile della Resistenza

In alto: funerale di caduti in battaglia, martiri di Hezbollah

Al centro: sostenitori di Hezbollah con la foto del leader Hassan Nasrallah

*

code

  1. MDA 3 anni fa

    Che personaggio eccezionale !
    Che Uomo con la U maiuscola !
    Che Statista, che Patriota !
    Combatte anche per noi, vigliacchi, servi, schiavi dei cazari e dei cazzari che ci opprimono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Christian 3 anni fa

      Si… Nasrallah è un Grade dirigente, con un carisma trascinante, ed una visione tattica e strategica notevolissima, oltre a possedere ottime doti diplomatiche e organizzative. Un discorso del genere deve aver aver impensierito non poco il comando militare dell’entità sionista, i cui vertici e l’intelligence, hanno avuto modo di imparare che quando Nasrallah parla, poi fà seguire anche i fatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace