L’assassinio israeliano dello scienziato nucleare iraniano non rimarrà senza risposta

di Stephen Lendman

Dall’istituzione dello stato ebraico nel 1948, allontanando centinaia di migliaia di palestinesi dalla loro terra, uccidendo in massa altri e terrorizzando i rimanenti, le autorità israeliane hanno ripetutamente commesso il più alto dei alti crimini internamente e oltre confine – impunemente.

Nel corso della storia dello Stato islamico, sin dalla sua istituzione nel 1979, l’Iran è stato il principale obiettivo israeliano, su cui Israele ha commesso ripetutamente crimini contro lo stato e il suo popolo.

Venerdì scorso, i suoi sicari hanno assassinato lo scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh, un atto di omicidio a sangue freddo del regime di Netanyahu.
Questo non rimarrà senza risposta, l’Iran risponderà a modo suo in un momento a sua scelta.
Lunedì, il ministro della Difesa iraniano Amir Hatami ha affermato quanto segue:
“Perseguiremo gli autori fino alla fine”, aggiungendo:
“Ringrazio sinceramente tutte le nazioni e i governi che hanno simpatizzato con l’Iran per questo incidente e hanno espresso il loro disgusto per l’assassinio”.
I finanziamenti per i progetti di difesa iraniani saranno raddoppiati, ha detto.

Martedì, il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Saeed Khatibzadeh ha sottolineato che la Repubblica islamica “darà una risposta atroce agli autori e agli assassini del martire Fakhrizadeh”, aggiungendo:
In tutta la regione, “tutti i paesi tranne uno hanno condannato l’attacco terroristico” – l’eccezione di Israele dell’apartheid.

“I paesi vicini e gli alleati dell’Iran, e anche quelli che non erano alleati dell’Iran, hanno deplorato l’assassinio”.
Tutti sanno che questa condanna è rivolta al regime di occupazione di Israele”.

Affrontare l’omicidio a sangue freddo di Fakhrizadeh è in cima all’agenda del ministero degli Esteri iraniano.
Khatibzadeh ha respinto i resoconti dei media, anche di RT, che accusavano l’assassinio di un generale dell’IRGC lungo il confine Iran / Iraq lunedì, definendo l’affermazione “propaganda mediatica”.
Le forze armate iraniane hanno riferito che non si è verificato alcun incidente del genere.

Con una lettera di lunedì al capo dell’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e la criminalità (UNODC), l’inviato dell’Iran presso l’organismo mondiale Kazem Gharibabadi ha dichiarato quanto segue:

Documento degli agenti Mossad

“L’assassinio del dottor Mohsen Fakhrizadeh è la continuazione di altre misure terroristiche (contro la nazione iraniana), iniziate una decina di anni fa attraverso l’assassinio di diversi scienziati nucleari iraniani nel 2010, 2011 e 2012, e richiede la dovuta attenzione da parte delle autorità internazionali comunità e organizzazioni internazionali pertinenti. “
Ha aggiunto che atti di terrore di stato come quello che ha ucciso Fakhrizadeh e innumerevoli altri minacciano la pace, la stabilità e la sicurezza nel mondo.
Costituiscono flagranti violazioni della Carta delle Nazioni Unite e di altre leggi internazionali.

Le prove suggeriscono la responsabilità israeliana per gli omicidi mirati in Iran, ha sottolineato Gharibabadi.

Ha invitato la comunità internazionale a “adempiere ai propri impegni rispetto al diritto internazionale sulla lotta al terrorismo e a condannare fermamente l’assassinio disumano (dello scienziato iraniano) nei termini più forti”, aggiungendo:

“La Repubblica islamica dell’Iran ritiene che l’adozione di un approccio a doppio standard nei confronti dei paesi nella battaglia contro il terrorismo non solo non sarà costruttiva, ma porterà anche al fallimento della lotta globale contro il terrorismo e contribuirà ulteriormente e alimenterà il terrorismo. “

Il ministero degli Esteri russo ha condannato l’assassinio di Fakhrizadeh, definendolo un “atto terroristico provocatorio volto a destabilizzare la situazione e ad alimentare un potenziale conflitto nella regione”, aggiungendo:
“(S) la stabilità e la sicurezza del Medio Oriente e della regione del Golfo Persico è una priorità costante della Federazione Russa”.
Lunedì, la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying ha dichiarato quanto segue sull’assassinio di Fakhrizadeh:
“La Cina è scioccata dall’uccisione dello scienziato iraniano e condanna questo crimine violento”.
“Ci auguriamo che l’incidente venga indagato a fondo”.
“La Cina si oppone a qualsiasi atto che aggravi le tensioni regionali e metta a repentaglio la pace e la stabilità regionali”.
“Poiché la situazione attuale nella regione è estremamente complessa e delicata, tutte le parti dovrebbero collaborare per allentare le tensioni regionali e mantenere la pace e la stabilità regionali”.

Ammiraglio McRaven:inevitabile rappresaglia iraniana su Israele

L’ammiraglio statunitense a quattro stelle in pensione William McRaven ha dichiarato quanto segue sull’assassinio di Fakhrizadeh:
Gli iraniani saranno in una posizione in cui dovranno vendicarsi”.
“Non vedo alcun modo per aggirarlo. Dovranno salvare la faccia. “
“Quindi ora il problema diventa: che aspetto avrà quella ritorsione? Questo quindi inizia a intensificare i problemi nella regione? “
Il presidente del parlamento iraniano Baqer Qalibaf ha affermato che il diritto all’autodifesa conferisce all’Iran il diritto legale di ritorsioni contro l’incidente di venerdì.
Le sue autorità al potere perseguiranno una “punizione definitiva” nei confronti degli “autori del crimine”.
Puntando il dito contro Israele, ha sottolineato che “ha una lunga storia di omicidi extraterritoriali mirati nella sensibile regione dell’Asia occidentale e oltre”, aggiungendo:

Il Parlamento iraniano “considera questo atto criminale e atroce un chiaro esempio di terrorismo organizzato, in palese contraddizione e flagrante violazione del principio di sovranità nazionale della Repubblica islamica dell’Iran, e lo condanna fermamente”.

L’assassinio di venerdì “non interromperà lo sviluppo scientifico e della difesa e i programmi pacifici per (realizzare) nuove tecnologie nella Repubblica islamica, ma piuttosto aumenterà gli sforzi della nazione per rafforzare il potere scientifico e difensivo del paese”.

“Indubbiamente, la Repubblica islamica dell’Iran – che ha sempre cercato di promuovere la pace e la sicurezza nella regione e nel mondo e ha svolto un ruolo chiave nella lotta al terrorismo – si concentrerà nel perseguire la punizione definitiva di coloro che hanno ordinato e commesso questo atto terroristico. “

Sistema missilistico iraniano, in grado di colpire Israele da basi sotterranee

“Si riserva inoltre il diritto di agire nel quadro del principio di legittima difesa nel contrastare atti terroristici organizzati”.

Haaretz (giornale israeliano) ha chiesto se l’assassinio di Fakhrizadeh “abbia creato un buco nel rapporto Biden-Netanyahu (sic)?”
Nemmeno per niente! Sotto entrambe le ali di destra del suo partito di guerra, il sostegno degli Stati Uniti a Israele è solido come una roccia.
Entrambi i paesi partecipano alle loro guerre di aggressione contro nemici inventati.
La CIA e il Mossad collaborano nel commettere numerosi gravi crimini nella regione e altrove.

Biden / Harris continuerà la guerra del regime di Trump contro l’Iran con altri mezzi, oltre a condurre guerre calde contro i paesi presi di mira.

È così che funziona il flagello dell’imperialismo: come è avvenuto prima e come sarà avanti.

*Stephen Lendman è uno scrittore ed analista, nato a Bostonnel 1934, laureatosi ad Harvard nel 1956 ha fondato il Lendman Group (gruppo editoriale) ed ha collaborato convarie testate giornalistiche ed ha scritto vari libri.
La sua ultima opera:
“How Wall Street Fleeces America: Privatized Banking, Government Collusion, and Class War”

www.claritypress.com/product/how-wall-street-fleeces-america/

Fonte: stephenlendman.org

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti

  • La soluzione
    2 Dicembre 2020

    Ai politici di israeliani gli verra l’insonnia dopo la loro bravata. Chi la fa se la spetti.

  • Idea3online
    2 Dicembre 2020

    Il seme del serpente vuole il Regno in questo mondo, ripone la sua fiducia sull’Anticristo, contemporaneamente nei prossimi mesi o anni, il seme della donna si esporrà, rinuncerà ai regni del mondo, per riporre la fiducia sul Cristo. Non è questione di religione, è oltre, Geopolitica Terrestre contro la Geopolitica Celeste. Più sarà sotto attacco il libero arbitrio, tanto più i piani alti pronti a inviare messaggi sulla terra, ed il seme della donna inizierà a pulsare di amore per Dio, capiremo tutto tramite avvenimenti strani. Al contrario se la vita nel 2021 continuerà garantendo il libero arbitrio agli esseri umani, ancora per qualche anno un pò di tranquillità. Dio mai nella storia dell’umanità, ha permesso il male, senza esaltarsi ed manifestarsi per fare capire ed incoraggiare che è sempre vicino alla Chiesa Universale, ma soprattutto accanto a quelli che subiranno il martirio principalmente a Gerusalemme.

  • giulio
    3 Dicembre 2020

    penso che l’assassinio di un grande generale (Soleimani) e di un grande scienziato iraniani meritino l’uccisione di qualche alto esponente civile o militare sionista…ma non con gli spari da qualche motocicletta (come hanno fatto i terroristi israeliani) bensì con una salve di missili buttati direttamente su qualche centro di comando (civile o militare) israeliano!
    In tal caso Trump non potrà fare nessuna dichiarazione di guerra …. ancora per un pò potrà solo continuare a fare quello che sta già facendo: terrorismo!
    Apprezzo molto il richiamo iraniano al diritto di autodifesa! sembra essere proprio diretto a una qualche ritorsione iraniana del tipo che auspico!

  • atlas
    3 Dicembre 2020

    questa gente, giudei e ameri cani, a cui la redazione dà spazio e visibilità, chi sono in realtà ? Sono giuli poco intelligenti. Perchè pensano che nel mondo chi ha un’animo retto si faccia turlupinare dalle loro prese di posizione dissenzienti

    vorrebbero dimostrare che il loro sistema realmente democratico dà spazio anche al bene, che in realtà lì non esiste, in nessuna forma. Che ci facciano tanti soldi sopra somigliando a coloro che da questi siti ‘controinformativi’ chiedono a loro volta altri soldi per la pubblicazione del nulla di nuovo è normale; di giuli è pieno il mondo

  • Ubaldo Croce
    3 Dicembre 2020

    L’unico modo con cui l’Iran possa rispondere é unicamente nell’individuare agenti del Mossad ,catturarli,farli “cantare” e poi metterli in condizione di non nuocere più. Altre soluzioni, attualmente,l’Iran non è in grado di permettersele….

    • atlas
      3 Dicembre 2020

      ma se sono un disastro

      quanti ne hanno lasciati eliminare, lì, nella loro Nazione. Uno addirittura lo hanno sequestrato, portato fuori, interrogato su a che punto era il programma nucleare e poi lo hanno rimandato indietro. E al tempo di Obama pure

      sbraitano e poi per vendicare il Generale Soleimani lanciano petardi a tutta forza contro caserme vuote (una). Non prima di avere tirato giù un aereo di linea però

      piuttosto i servizi di sicurezza russi ? Solo loro possono guidarli e supportarli in tutto e per tutto, come si tiene per mano un bambino; ma si vede che, o non li fanno penetrare, o ” l’alleanza ” non è poi così salda

      possono avere ragione solo con quei beduini wahhabiti dei sauditi, mentre invece devo ammettere che con Hezbollah le cose cambiano, ma lì ci sono anche Arabi di mezzo

  • antonio
    3 Dicembre 2020

    la NATO è un’ associazione che colpevole di troppi crimini contro l’ umanità, denunciamolo al Tribunale Internazionale ( che purtroppo ormai è stato comprato dai Zavi di Zion ) ?

  • investigator113
    3 Dicembre 2020

    l’Iran dovrebbe iniziare a equipaggiare bene i palestinesi per la guerra contro Israele, e insieme circondare Israele, per dar modo che i palestinesi. si riprendano i loro territori occupati. da Israele. L’Iran Farebbe in grosso favore a l’umanità intera in pericolo causa l’imperialismo sionista.

Inserisci un Commento