L’Armenia accusa le forze azere di aver bombardato la cattedrale armena del XIX secolo in Karabakh: video

BEIRUT, LIBANO- Il ministero della Difesa armeno ha accusato l’esercito azero di aver preso di mira la Cattedrale di Cristo Salvatore (Cattedrale di Ghazanchetsots) nella città di Shushi.

Secondo il ministero della Difesa armeno, le forze azere hanno bombardato la cattedrale dopo aver lanciato diversi missili verso la regione del Karabakh.
A che serve il dialogo con coloro che bombardano le chiese?” Il rappresentante ufficiale del ministero, Artsron Hanfanisian, ha postato su Facebook, accompagnato da immagini che mostrano i danni causati da quello che sembrava essere un missile caduto sulla cupola della cattedrale.

L’Azerbaigian ha bombardato la Cattedrale di Ghazanchetsots, il simbolo di Shushi, che era stata restaurata e riconsacrata all’indomani della guerra negli anni ’90 #StopAzerbaijaniAggression pic.twitter.com/QYZa7KfMGg

La cattedrale, costruita a metà del XIX secolo, è considerata uno dei centri spirituali non solo per gli armeni del Karabakh, ma per tutto il popolo armeno.


Da parte sua, il ministero della Difesa azero ha negato la responsabilità dell’accaduto, affermando in un comunicato che “le informazioni sui danni causati alla Chiesa” non hanno nulla a che fare con le ostilità condotte dall’esercito azero.

La dichiarazione afferma: “A differenza delle forze armene, che hanno distrutto nel bombardamento della città di Ganja il 4 ottobre le strutture civili e gli edifici residenziali, nonché il complesso Imamzadeh, che è un punto di riferimento architettonico religioso, l’esercito azero non prende di mira , edifici e monumenti culturali e soprattutto religiosi “.
Il Karabakh è stato testimone dalla fine del mese scorso di un’escalation militare tra Armenia e Azerbaigian, la più violenta in un quarto di secolo.

Fonte: AL Masdar News

Traduzione: L.Lago

Inserisci un Commento

*

code