L’Arabia Saudita recluta mercenari di Daesh e Al Qaeda per la guerra nello Yemen

Il ministro degli Interni del governo di Sana’a, Abdulkarim al-Houthi, ha avvertito che un certo numero di mercenari del gruppo terroristico Daesh (ISIS) e Al-Qaeda sono stati reclutati dall’Arabia Saudita per combattere contro le forze yemenite.

L’intelligence yemenita ha anche affermato che “un gran numero” di membri del gruppo terroristico (Daesh) e Al-Qaeda hanno raggiunto le aree occupate, in particolare la provincia di Al-Bayda (sud-ovest), per combattere contro Forze yemenite, ha detto Al-Houthi.

“Le informazioni che abbiamo ricevuto confermano che molti elementi di Daesh e Al-Qaeda hanno raggiunto le aree occupate, in particolare Al-Bayda, per unirsi ai ranghi dei mercenari e degli aggressori nello Yemen”, ha affermato il ministro, in un’intervista rilasciata questa domenica al portale locale il 26 settembre.

Ha rivelato che i servizi di sicurezza del paese hanno recentemente effettuato una serie di operazioni contro gruppi terroristici legati all’Arabia Saudita e ai suoi alleati e, grazie a loro, hanno neutralizzato le trame e arrestato i loro componenti.

La misura preventiva contro i gruppi è stata presa mentre anche le forze yemenite migliorano e aumentano le loro capacità difensive contro l’aggressione saudita, che ha già cinque anni, ha aggiunto.

Riyadh sta conducendo una guerra contro lo Yemen, che, oltre a causare morti, compresi i minori, ha causato la carestia a circa 10 milioni di persone, secondo il World Food Program (WFP), un’istanza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU ).

Yemen bombardato


L’Arabia Saudita gode dell’appoggio logistico e del supporto militare degli Stati Uniti e del Regno Unito. Quest’ultimo paese si incarica dell’addestramento dei piloti militari degli aerei da guerra saudita, gli stessi che conducono bombardementi indiscriminati sulle zone civili dello Yemen che hanno prodotto decine di migliaia di vittime incluse donne e bambini.
L’Arabia Saudita è il più grande importatore ed acquirente di armi dagli USA ed è accusata di sostenere e finanziare i gruppi terroristi come l’ISIS ed Al Nusra che sono di ispirazione wahabita e salafita, la medesima setta religiosa radicale islamica che è pofessata in Arabia Saudita.

Fonte: AL Mayadeen

Traduzione e nota : Luciano Lago

3 Commenti

  • sublime
    27 Luglio 2020

    Mi pregio richiamare all’ordine ,se non l’articolista,il “bravo”traduttore:quelli buoni sono “CONTRACTORS”,i cattivi sono MERCENARI.

  • eusebio
    28 Luglio 2020

    I sauditi non hanno un vero e proprio esercito al contrario dello Yemen, il quale attualmente può contare sull’aiuto militare oltre che dell’Iran anche con ogni evidenza della Cina, pochi giorni fa a Marib gli yemeniti hanno maltrattato i mercenari dei sauditi, quando vorranno potrebbero perfino far crollare il regime saudita.

    • atlas
      28 Luglio 2020

      scriviamo pure che i sauditi giudeizzati e wahhabiti hanno la pancia piena. E quando la pancia è piena il cervello non cammina

      gli yemeniti sono un pò come gli afghani, hanno sempre fame e sono inarrendibili

Inserisci un Commento

*

code