L’appetito dell’UE per il litio e l’idrogeno verde: l’agenda di Von der Leyen in Cile


Il presidente della Commissione europea (CE) intende lanciare insieme a Boric due nuovi strumenti per lo sviluppo di fonti energetiche pulite.
La presidente della Commissione europea (CE), Ursula von der Leyen, è arrivata questo mercoledì in Cile, terza tappa del suo tour latinoamericano, alla ricerca di accordi per gli ambiziosi piani europei per lo sviluppo della green economy.

Von der Leyen sarà ricevuta dal presidente Gabriel Boric al Palacio de la Moneda e poi visiterà Comberplast, azienda cilena di riciclaggio della plastica con legami con importanti aziende europee.
“È un piacere essere in Cile oggi. Il Cile è davvero un partner privilegiato per l’Europa. La pensiamo allo stesso modo. Non vedo l’ora di firmare il nostro nuovo accordo quadro avanzato quest’anno”, ha dichiarato von der Leyen all’arrivo a Santiago.

Insieme al presidente cileno, il rappresentante europeo esplorerà nuove opportunità con il litio del Paese sudamericano, che insieme a Bolivia e Argentina detiene il 60% delle riserve di quel metallo pregiatissimo per la produzione di batterie e cellulari, tra altre cose.

Il blocco comunitario non dispone di minerali essenziali per sviluppare i suoi piani di economia verde e ridurre la dipendenza dalla Cina. L’accesso europeo al litio cileno è stato facilitato con l’annuncio a dicembre dell’Accordo Quadro Avanzato, in attesa di firma, che, tra l’altro, elimina i dazi sulle importazioni europee e promuove gli investimenti dai paesi del blocco.
Martedì, in visita in Argentina, Von der Leyen ha firmato un memorandum d’intesa con il presidente Alberto Fernández sullo sviluppo della catena del valore delle materie prime , compreso il litio.
” Il litio è molto importante , perché è fondamentale per le tecnologie energetiche pulite”, ha sottolineato.

E ha proseguito: “Il mondo sta entrando nel campo delle tecnologie pulite e la domanda di litio crescerà in modo esponenziale . Si prevede che la domanda di litio in Europa crescerà di 12 volte entro il 2030”.
Cile: l’era del litio
L’UE e il Cile si sono impegnati a favore dell’idrogeno verde
Von der Leyen e Boric avvieranno anche due nuove azioni di cooperazione per lo sviluppo dell’idrogeno verde, una fonte di energia pulita che si ottiene per elettrolisi dell’acqua alimentata da energia rinnovabile, in cui il Cile, fortemente dipendente dall’importazione di combustibili fossili, ha grandi speranze .

I due progetti, uno per canalizzare il finanziamento di progetti di produzione di idrogeno verde e l’altro per promuovere l’economia di questa fonte energetica, fanno parte della strategia Global Gateway , con cui l’Unione Europea cerca di competere con il progetto New Route. Seta cinese, che ha permeato molto nella regione.
Un viaggio geopolitico
L’UE, preoccupata per la perdita di terreno in America Latina a vantaggio di Cina e Stati Uniti, punta ora a diventare il partner commerciale e l’investitore preferito della regione.

In Brasile, Von der Leyen ha promesso un pacchetto di 10.000 milioni di euro per progetti di investimento in America Latina e Caraibi.

Il viaggio della Von der Leyen, che proseguirà giovedì in Messico, rientra nei preparativi del prossimo vertice tra Unione Europea e Comunità degli Stati latinoamericani e caraibici (CELAC), che si svolgerà il 17 e 18 luglio a Bruxelles , dove si incontreranno più di 30 leader politici americani.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus