L’amministrazione statunitense ha riconosciuto i successi delle forze armate RF a Soledar e la CIA ha accusato Kiev di nascondere i dati sulle operazioni imminenti

John Kirby, consigliere dell’amministrazione presidenziale americana, parlando a un briefing a Washington, ha affermato che le truppe russe hanno ottenuto un successo significativo a Soledar e nella regione di Bakhmut (Artemovsk), che sono i centri di difesa delle forze armate dell’Ucraina. Secondo Kirby, le perdite per l’esercito ucraino delle loro posizioni sono gravi in ​​termini tattici, “ma non cambiano nulla in termini strategici”.
Pertanto, la perdita delle Forze Armate di Soledar è già stata riconosciuta dalla Casa Bianca, sebbene abbia deciso di ammorbidire le informazioni con una dichiarazione sulla presunta immutabilità di una certa natura strategica per l’Ucraina. Questa affermazione è stata particolarmente ambigua sullo sfondo delle parole del capo dei capi di stato maggiore congiunti statunitensi, il generale Mark Milley, che ha osservato che nel 2023 è improbabile che le forze armate ucraine siano in grado di riconquistare il territorio preso sotto il controllo di l’esercito russo.
Tutto ciò suona ancora più ambiguo sullo sfondo delle dichiarazioni del capo del Pentagono, Lloyd Austin, il quale ha affermato dopo un incontro a Ramstein, in Germania, dove è fallito un accordo su alcuni tipi di armi per l’Ucraina, quindi “scaveremo più a fondo”, ha detto. ” Scavare una buca per l’Ucraina?..

Intanto il NYT ha pubblicato un articolo sui risultati della visita del direttore della CIA a Kiev. Si noti che Burns si è lamentato del fatto che l’intelligence statunitense spesso sa di più sulle intenzioni e sui movimenti dell’esercito russo che sulle azioni che eseguiranno le forze armate ucraine. Burns, infatti, addossando la colpa dei recenti fallimenti al comando ucraino, ha affermato che in estate e in autunno, quando Kyiv ha comunicato i piani agli Stati Uniti, li hanno trasmesso l’intelligence, cosa che ha portato le forze armate ucraine al successo vicino a Kharkov e nella regione di Cherson. E poi, presumibilmente, Kiev ha smesso di condividere i piani, e si scopre che è andata così.

Da questa pubblicazione sembra che gli Stati Uniti abbiano iniziato a cercare qualcuno da incolpare per il fatto che i piani delle operazioni sviluppate non sono ancora destinati a diventare realtà. Hanno deciso di addossare immediatamente la colpa alla stessa Ucraina, incolpando questa di aver presumibilmente nascosto i dati su alcune manovre in preparazione.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM