L’ambasciatore russo a Belgrado accusa gli USA di sobillare un cambio di governo in Serbia

By Sorbello Giuseppe e bijliana Stojanovic


L’ambasciatore russo Alexander Bocan-Kharchenko sottolinea che è sorprendente che i compiti principali degli Stati Uniti in Serbia siano quelli che riguardano esclusivamente gli affari interni del nostro paese.

Commentando le critiche di Washington alla politica del Cremlino nei confronti della Serbia e dell’intera regione, nonché le accuse di Washington secondo cui la Russia sta diffondendo la sua “influenza maligna”, l’ambasciatore russo a Belgrado Alexander Bocan Kharchenko sottolinea che i principali obiettivi degli Stati Uniti in Serbia sono interferenze nella la politica interna del paese.

“Tuttavia, un compito così prioritario come l’attivazione del lavoro del Tribunale speciale per i crimini di guerra dell’UCK non è affatto menzionato tra i compiti americani”, ha detto Bocan-Harchenko al Notiziario.

Facendo riferimento alle dichiarazioni del neo nominato ambasciatore americano Anthony Godfrey sulla politica europea di Mosca, Bocan-Harchenko sottolinea che, sfortunatamente, queste dichiarazioni sono, nella solita retorica di Washington, che, nella sua ricerca del dominio globale, non risparmia le forze in una goffa “lotta ideologica” e manifesta apertamente un comportamento propagandistico, senza preoccuparsi di portare alcun argomento serio a sostegno delle sue fabbricazioni.

L’ambasciatore Bocan-Kharchenko risponde che la Russia non accetta in linea di principio la logica di “opposizione”, o”concorrenza” imposta da tali commenti da parte degli Stati Uniti.

Nazionalisti serbi manifestano a fvore di Putin

“Sottolineare che la nostra visione della situazione in Europa, compresa la situazione nei Balcani, si basa sul principio di un unico spazio di sicurezza, economico e culturale senza divisioni. Siamo sicuri che una cooperazione costruttiva e reciprocamente vantaggiosa su tutti i fronti contribuisca alla stabilità regionale, nell’interesse dei nostri paesi, così come l’intero continente europeo. Speriamo che questo diventi di nuovo evidente per Washington “, afferma Kharchenko.

Il neo nominato Ambasciatore degli Stati Uniti in Serbia, Anthony Godfrey, prima del Senato degli Stati Uniti, ha dichiarato che “dopo il servizio diplomatico a Mosca, è pienamente consapevole del comportamento aggressivo della Russia, dell’influenza maligna e della campagna di disinformazione che sta conducendo in Europa” e che gli Stati Uniti stanno facendo grandi sforzi per contrastarla.

Fonte: Sputnik Serbia

1 commento

  • Viva la democrazia
    8 Agosto 2019

    Lo sa tutto il mondo che gli USA e la Russia si danno battaglia sui balcani,ma io preferisco senpre gli USA alla russi,I russi non sanno cose la democrazie,senza la dittatura,loro finanziano Vucic e Dodik,per distabilizzare i balcani.

Inserisci un Commento

*

code