L’ambasciata inglese augura alla nazionale ucraina di giocare a Donetsk e di riposarsi in Crimea

Di Eliseo Bertolasi

Sabato 3 luglio all’Olimpico di Roma si è conclusa la partita Inghilterra-Ucraina con il risultato di 4-0 in favore della nazionale inglese.
Prima della partita, a Kiev, come riportato da Ria.novosti l’ambasciata inglese, su Twitter, ha espresso la speranza che la nazionale ucraina possa presto giocare a Donetsk, per poi andare in vacanza in Crimea:
“Domani l’Inghilterra affronterà l’Ucraina nei quarti di finale di UEFA EURO 2020. L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate ai campionati europei è stato per l’UEFA EURO 2012 a Donetsk. L’Inghilterra quel giorno, dopo una partita molto tesa, vinse grazie a un gol di Wayne Rooney. Speriamo che in un prossimo futuro la nazionale ucraina possa nuovamente giocare a Donetsk sotto l’Ucraina, e poi andare in vacanza post-stagione nella Crimea ucraina”.

Non si è fatta attendere la risposta da parte della Repubblica Popolare di Donetsk; Vladislav Moskovskij, portavoce della delegazione della DNR nel gruppo di contatto, sul sito del Ministero degli Esteri della DNR ha replicato:

Vladislav Moskovskij,

“La Repubblica Popolare di Donetsk, ovviamente, è pronta a fornire alla squadra tale opportunità inviando una richiesta ufficiale alla FIFA per ospitare nella DNR diverse partite del futuro Campionato mondiale o europeo di calcio, considerando, tra l’altro, che a sostegno di questa iniziativa può fare affidamento sull’Ambasciata britannica in Ucraina. Noi con piacere siamo pronti ad ospitare la squadra ucraina nell’ambito del Programma umanitario per la riunificazione del popolo del Donbass e il sostegno ai cittadini di lingua russa in Ucraina. Potrebbero raggiungerci attraverso il checkpoint di “Novotroitskoe” vicino a “N’yu York” (così è stato ufficialmente ridenominato dall’Ucraina il centro abitato ucraino di Novgorodskoe vicino a Gorlovka ndr.). Siamo sicuri che l’ambasciata britannica sa dove si trova.

Ma ad una sola condizione: che arrivino giocatori, non agenti della SBU, sabotatori e altri simili contingenti delle Forze Armate ucraine, per le cui attività ora la Verkhovna Rada sta valutando le leggi.
Saremo in grado di organizzare escursioni per gli atleti, fornire loro le condizioni necessarie per l’allenamento e la preparazione alle competizioni. Saremo pronti ad assistere l’organizzazione della conferenza stampa post partita, soprattutto perché a Donetsk la lingua russa è solo la benvenuta.

Partita Inghilterra Ucraina

Ma se guardiamo la cosa seriamente, persino tali dichiarazioni dei diplomatici londinesi sono più simili a una proposta di risoluzione del conflitto, piuttosto della proposta, contenuta nel Piano d’azione di Kiev, per il ritorno prioritario delle unità delle Forze Armate ucraine sulle loro posizioni precedentemente occupate a Donetsk senza alcuna soluzione politica”.

Fonti:
https://rsport.ria.ru/20210702/krym-1739569356.html
https://mid-dnr.su/ru/pages/press-secretary-about-minsk-process/v-vremya-kogda-ukrainskie-delegaty-otmalchivayutsya-na-peregovorah-britanskoe-posolstvo-pered-matchem-angliya-ukraina-vyrazilo-n/

Nella foto in alto: Lo stadio di Donetsk

13 Commenti
  • ARMIN
    Inserito alle 14:19h, 05 Luglio Rispondi

    Questi anglosassoni fessacchiotti, FALSONI, MALVAGI, BUGIARDI, negativi, che odiano senza ragione quello che è Bello, Sano, Sacro, Nobile.
    Essi sono poveracci, brutti, idioti, MALATI e SFIGATI.
    Must die.
    Auguri.

  • atlas
    Inserito alle 14:38h, 05 Luglio Rispondi

    e il 3 luglio Julian Assange ha trascorso il suo cinquantesimo compleanno rinchiuso in un carcere di massima sicurezza nella GB. La sua “colpa” ? Aver rivelato al mondo i crimini di guerra statunitensi, “colpa” per la quale viene perseguitato e diffamato da oltre 10 anni. E i criminali di guerra, responsabili della morte di milioni di morti in giro per il mondo, si godono ancora la propria libertà. Ma anche loro, presto o tardi, come Donald Rumsfeld, saranno chiamati a rispondere dei loro crimini davanti a Dio. Lorenzo Roselli

    • Marte / Ares
      Inserito alle 15:19h, 05 Luglio Rispondi

      Certo, come no, e il prossimo Natale a Mosca e il primo dell’anno a Pechino!
      Potete fare quello che vi pare e piace, fanno a botte nel mondo per accogliervi…

      • Marte / Ares
        Inserito alle 15:21h, 05 Luglio Rispondi

        Ho sbagliato Atllas, è una risposta al titolo dell’articolo.

    • atlas
      Inserito alle 17:59h, 05 Luglio Rispondi

      lascia che ti scriva una cosa: non state vincendo. Potrete infiltrarvi con centinaia di nomignoli ma solo perchè ve lo consentono. Avete solo il Ponzio Pilato del Luciano Lago dalla vostra parte, ma perderete lo stesso. Impara a farti il segno della croce. Quì PD e Bibbiano sono cose che fanno schifo a quasi tutti i lettori sani del sito

    • Giorgio
      Inserito alle 19:25h, 05 Luglio Rispondi

      Ottimo Atlas …… Julian Assange non è ricordato mai abbastanza …….
      ma ci rendiamo conto che è imprigionato solo per aver fatto il lavoro che dovrebbero fare tutti i giornalisti …… e che pochissimi fanno …..
      in questo caso portare a conoscenza (questo significa la parola informare) l’opinione pubblica mondiale dei crimini di guerra usa ……
      mentre chi quei crimini li ha commessi, sicari della Cia, mercenari della Black water, soldataglia usa, salafiti e simili, gira tranquillamente libero …..

  • Pavel
    Inserito alle 15:17h, 05 Luglio Rispondi

    Si si sperate pure …..illusi

  • eusebio
    Inserito alle 19:29h, 05 Luglio Rispondi

    Il Regno Unito è come una vecchia star del cinema che non accetta il passare del tempo, ormai come grande potenza economica è tramontata dall’inizio del Novecento quando Germania e USA l’hanno sbattuta al terzo posto, è prosperata ancora qualche decennio come potenza finanziaria estorcendo enormi ricchezze alle sue colonie, soprattutto grazie al petrolio arabo, e adesso chissà perchè i britannici ce l’hanno con i russi.
    Hanno l’Ulster ha maggioranza cattolica che se ne vuole andare, la Scozia anche di più, a Londra hanno un sindaco pakistano, ma che gli frega del Donbass?

    • ARMIN
      Inserito alle 19:46h, 05 Luglio Rispondi

      Per EUSEBIO. Ciao. Sì, è vero. Hanno delle élite talmente degradate e degenerate, fessacchiotte, che la gran bretagna è diventata terzo mondo. Sono scarsi a tutti i livelli.
      Una mia zia, che si era trasferita in inghilterra, mi diceva che erano presuntuosi. Ciò è un segno di inequivocabile di INFERIORITA’.

  • Padova
    Inserito alle 21:03h, 05 Luglio Rispondi

    Povera Inghilterra, come ti sei ridotta! Una ” macchietta” in mano agli USA, pronta a fare il ” gioco sporco” per qualche briciola di potere! Quello che era una grande impero, pieno di ambiguità ma anche con una civiltà non da poco che dominava il mondo ridotto ad essere un ” attendente” sempre sull’attenti e sempre a dire “signorsi'”. Cosa direbbero i tuoi avi aristocratici nel vederti ridotta così meschina?

  • antonio
    Inserito alle 21:07h, 05 Luglio Rispondi

    l’ Ucraìna è russa da 800 anni yankee go home

  • antonio
    Inserito alle 01:14h, 06 Luglio Rispondi

    auguriamo ai cinesi di giocare a kung fu nei parchi pubblici di Londra

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 09:49h, 06 Luglio Rispondi

    Io, invece, auguro ai Russi di giocare a Kiev e di riposarsi a L’vov … anzi, a Londra!

    Cari saluti

Inserisci un Commento