Lahoud: La Francia vuole che il Libano faccia una pace con (Israele) come hanno fatto gli Emirati Arabi Uniti

“La Francia vuole una pace per il Libano con (Israele), come hanno fatto gli Emirati Arabi Uniti, e l’Arabia Saudita lo farà domani”, ha detto l’ex presidente libanese, Emile Lahoud, che in questo modo ha confermato il suo rifiuto di qualsiasi dettato esterno.

“La Francia vuole una pace per il Libano con (Israele), come hanno fatto gli Emirati Arabi Uniti, e l’Arabia Saudita lo farà domani”, ha detto l’ex presidente libanese, Emile Lahoud, che in questo modo ha confermato il suo rifiuto di qualsiasi dettato esterno.

Durante una visita di una delegazione del canale Al Mayadeen, Lahoud ha detto: “Non saremo soddisfatti se la questione ci costerà la vita”.
“È (Israele) che detta le direttive agli Stati Uniti su cosa vuole rispetto al Libano e non viceversa, e l’unica cosa che conta per l’occupazione è che gli arabi restino deboli”, ha aggiunto.

Macron in Libano

L’ex presidente ha anche considerato che “la Francia ha minacciato i politici in Libano con il loro denaro trafficato e depositato all’estero da prima del 17 ottobre, in modo che possano rapidamente mettersi d’accordo su un primo ministro”.
Riferendosi alle richieste della Francia e alla visita di Macron, Lahoud ha detto agli attuali politici libanesi: “Il vostro onore è più importante delle vostre vite”.

Lunedì, il presidente libanese Michel Aoun ha nominato l’ambasciatore Mustafa Adib per formare il nuovo governo libanese, dopo consultazioni con i blocchi parlamentari, che gli hanno dato 90 voti.
La commissione è arrivata ad Adib più di tre settimane dopo le dimissioni del governo dell’ex primo ministro Hassan Diab.

Nota: L’ex presidente libanese ha voluto mettere in guardia i responsabili della politica libanese. Il Libano ha subito varie aggressioni ed occupazioni da Israele e l’unica resistenza oggi è quella che svolge il movimento Hezbollah che nel 2006 ha bloccato l’annessione ad Israele del sud del Libano.


Fonte: Al Mayadeen
Traduzione e nota : L.Lago

7 Commenti

  • eusebio
    2 Settembre 2020

    Gli israeliani ormai non hanno più voglia di fare il servizio militare, sopratutto i giovani scappano all’estero, mezzo milione sono negli USA, 100000 sono tornati in Russia, tra i 40 e i 50000 sono scappati in Canada e in Germania, circa un milione di israeliani su sei per la maggior parte in età militare se l’è svignata e quindi Israele teme i troppi avversari sempre meglio armati e innumerevoli, quindi si aggrappano all’omosessuale francese servo del sefardita Macron per cercare di diminuire il numero dei nemici, ma i maschi e feroci miliziani di Hezbollah, libanesi ed irakeni, i pasdaran, i mujaheddin palestinesi etc anelano a liberare la Palestina occupata e non vedono l’ora di lanciarsi all’attacco.

  • antonio
    2 Settembre 2020

    complicità maffiosa, la comunità internazionale deve imporre sanzioni economiche durissime contro Israele, che non libera i territori occupati e prosegue con l’ aparteid, e sanzionare gli USA e la NATO per aggressioni militari ed economiche verso i paesi liberi da + di 60 anni

    • atlas
      2 Settembre 2020

      la c.d. ‘comunità internazionale’ sono loro (juden)

      • atlas
        2 Settembre 2020

        che fai Antonio, metti anche tu la mascherina ?

        O ti fai impiantare il ‘vaccino’. Il vaccino non è un tipo di latte lo sai vero ? E neanche la bufala è solo mozzarella

        • atlas
          2 Settembre 2020

          è porco mondo …

  • Hannibal7
    2 Settembre 2020

    Caro Antonio la tua è pura fantasia o utopia
    Gli giudei sono dappertutto…sono loro la vera mafia…la piovra con innumerevoli tentacoli che infestano tutto!!!
    Contro Israele ci vuole solo una scarica di Iskander a testata nucleare e boh….

  • Hannibal7
    2 Settembre 2020

    Ops
    I giudei

Inserisci un Commento

*

code