L’aggressiva campagna retorica di Trump contro la Cina ricorda al mondo perché le Nazioni Unite sarebbero state originariamente istituite: per prevenire guerre future

.

di Finian Cunningham (*)

Il discorso di Trump alle Nazioni Unite è stato pieno di presunte lamentele e attacchi contro la Cina. Trump si è anche vantato affermando che gli Stati Uniti “hanno adempiuto al nostro destino di pacificatori” con il più grande esercito del mondo. Pace, cioè con la canna di una pistola americana.
Il discorso del presidente americano era arrabbiato, secco e severo, pronunciato con una voce staccata e penetrante. In soli sette minuti è passato dal colpevolizzare la Cina ritenendola responsabile di “scatenare” una pandemia nel mondo, al vantarsi dei presunti accordi di pace in Medio Oriente negoziati dalla sua amministrazione. E nel frattempo, Trump si è rallegrato di come l’America abbia le armi più avanzate al mondo, che “pregando Dio … non dobbiamo mai usare”. Sembrava una minaccia.

Il discorso di Trump era il solito narcisistico “eccezionalismo americano” che il mondo si aspetta e disprezza dai leader americani. Ma questa volta era ancora più palesemente nazionalista e sciovinista. È stata un’espressione senza precedenti di sfacciata aggressione verso la Cina basata su false accuse che l’amministrazione Trump ha sputato sulla Cina per la pandemia del coronavirus. Trump nel suo discorso all’Onu ha fatto nuovamente riferimento in modo provocatorio al “virus cinese” e ha accusato Pechino di infettare deliberatamente il mondo.

“Nei primi giorni del virus, la Cina ha bloccato i viaggi all’interno del paese permettendo ai voli di uscire … e infettare il mondo … le Nazioni Unite devono ritenere la Cina responsabile delle sue azioni “, ha detto Trump nel suo farneticante discorso.

La sua irritante richiesta che le Nazioni Unite ritengano il governo cinese responsabile per la presunta diffusione di “una piaga” che ha ucciso quasi un milione di persone in tutto il mondo dall’inizio di quest’anno equivale a un ultimatum americano per il confronto con Pechino. Un confronto basato su false affermazioni sulle origini della malattia e una cospirazione contro la Cina di presunti insabbiamenti in collusione con l’Organizzazione mondiale della sanità che Trump ei suoi collaboratori hanno selvaggiamente promosso.

Trump all’ONU discoso di minacce e “eccezionalismo” USA

Le folli invettive dell’amministrazione Trump contro la Cina negli ultimi mesi sono ovvi tentativi di distrazione dalla sua stessa cattiva gestione di una pandemia, dove il bilancio delle vittime degli Stati Uniti a causa della malattia è quasi il 20% del totale mondiale nonostante abbia solo quattro per cento della popolazione mondiale. Il capro espiatorio della Cina funge anche da proxy per le lamentele sottostanti dell’America sulla rivalità economica e il potere in declino contro una Cina in ascesa. La fissazione di Trump contro la Cina ha portato incautamente il mondo a una nuova Guerra Fredda in cui le tensioni e le relazioni internazionali sono state distorte e polarizzate in una mentalità a somma zero. E quella mentalità è tutta dalla parte americana.

Pochi minuti prima del discorso di Trump, il capo delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, aveva aperto la 75a assemblea generale dell’organismo mondiale, invocando la cooperazione tra Stati Uniti e Cina per evitare una nuova guerra fredda. “Ci stiamo muovendo in una direzione molto pericolosa”, ha detto. “Il nostro mondo non può permettersi un futuro in cui le due maggiori economie dividano il mondo in una grande frattura”. Ha detto che il mondo stava affrontando un “momento del 1945”.

I successivi discorsi di vari leader mondiali sono stati preregistrati perché la sessione delle Nazioni Unite si è svolta a distanza per evitare i rischi per la salute pubblica del coronavirus. Tuttavia, è dubbio che Trump avrebbe modificato la sua invettiva su richiesta di appelli alla cortesia internazionale. Come potrebbe? Perché dovrebbe farlo? L’obiettivo di Trump nell’affrontare le Nazioni Unite era quello di opporsi in modo bellicoso alla Cina perché questa è l’essenza della sua ideologia “America First”. È il nazionalismo americano con gli steroidi.

Il contrasto con il discorso del presidente cinese Xi Jinping non avrebbe potuto essere più netto.

Nel suo discorso, pronunciato dopo quello di Trump, Xi ha parlato con tono calmo e da statista. Ha fatto appello alla cooperazione internazionale, ha parlato del mondo che appartiene a “una grande famiglia” e ha chiesto soluzioni vantaggiose per tutti. Il suo discorso era di magnanimità e visione fraterna, appropriato per un’organizzazione che predica la sua fondazione in una comune umanità e non aggressione. Non si vantava dell’abilità militare cinese. Pechino non intende condurre una “Guerra fredda o una guerra calda con nessun paese”, ha detto, aggiungendo: “La Cina è il più grande paese in via di sviluppo del mondo … impegnato per uno sviluppo pacifico, aperto, cooperativo e comune”.

Xi Jimping alla Nazioni Unite

Il leader cinese non ha menzionato per nome gli Stati Uniti, ma è stato notevole che Xi abbia ricordato ripetutamente perché l’ONU si è formata 75 anni fa dopo la sconfitta del nazismo.
Hanno parlato due leader. Uno guarda avanti con una visione progressista e pacifica, mentre l’altro, Donald Trump, sembrava essere stato annegato di nuovo nelle ceneri amare della guerra sette decenni fa.
In effetti, il mondo sta andando in una direzione pericolosa con persone come Trump e la sua politica tossica di aggressione e di eccezionalità americana (suprematismo). Ma forse con leader come Xi, il mondo potrebbe trascendere la tossicità.
E a queso proposito, Joe Biden difficilmente farebbe molta differenza. La loro è solo una differenza di stile, non di sostanza. Non si tratta solo di Trump come individuo, odioso com’è. Riguarda l’elite di potere americana e il modo in cui opera in forma unilaterale, tracotante e violenta nel mondo.

*Finian Cunningham è un giornalista e analista internazionale pluripremiato. Per oltre 25 anni ha lavorato come subeditore e scrittore per The Mirror, Irish Times, Irish Independent e Britain’s Independent, tra gli altri.

Fonte : RT News

Traduzione: Luciano Lago

11 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 20:52h, 23 Settembre Rispondi

    la sede dell’ ONU deve tornare al più presto in terreno neutrale, e non rimanere nella terra dei falchi bombardieri, deve spostarsi a Ginevra come ai tempi della Società delle Nazioni o a Vienna in uno stato non appartenente alla NATO

  • giulio
    Inserito alle 23:41h, 23 Settembre Rispondi

    Più che guerra calda alla Cina in questo momento ne temo una contro l’Iran…quel gangster di trump ne ha bisogno per farsi rieleggere e se non la farà adesso di sicuro la farà dopo la sua eventuale rielezione. così vuole anche l’altra nazione di eletti (israele) e così probabilmente sarà ben presto!

  • Mardunolbo
    Inserito alle 00:13h, 24 Settembre Rispondi

    Non ho ascoltato il discorso di Trump, ma poichè è uno dei leader che garantisce, attualmente,, una difesa contro le grandi oligarchie economiche, (per ovvie ragioni inutili ri-spiegare qui) mi annoiano assai gli articoli totalmente contro Trump, perchè sembrano scritti apposta per distrarre l’opinione mondiale dai veri problemi e dalle speculazioni economiche internazionali delle quali la Cina Popolare NON è esente ! Basti notare come abbia sfruttato per decenni milioni di lavoratori, come formichine, solo per copiare e competere nel mercato mondiale ai danni delle nazioni occidentali.
    Quindi, al di là di ogni ragionamento sul “colonialismo” occidentale ed altro, la realtà è quella che è: unna nazione dove la libertà di coscienza e di religione NON esiste, e dove ogni cittadino come entità numerica deve produrre per il partito e tacere sotto ogni altro aspetto.; è la società che si sta formando pure qui in occidente dove la logica economica ha preso il sopravvento sulla logica religiosa ed umana. Non va affatto bene ! Unica differenza mentale/politica dagli Usa è che un cittadino negli Usa è più libero di manifestare che in Cina. In Cina chi contesta finisce nei Laogai. Per ora negli Usa, non ancora..
    Ricordare sempre l’esempio del primo medico che denunciò quanto possibile l’espansione della pandemia covid19 : fu minacciato dalla polizia e dovette ritrarre quanto dichiarato. Morì lui stesso per aver contratto il virus e certamente male fu curato per ottenerne la morte. Questo medico era cristiano e come tale inviso alle autorità cinesi che sono quantomeno responsabili di aver taciuto al mondo la diffusione del virus.
    Aggiungo anche, come tecnico della sanità, che i protocolli terapeutici arrivati dalla Cina per la cura del virus ERANO TUTTI SBAGLIATI; ci volle l’intelligenza e la capacità dei medici italiani per scoprire le cause delle morti e la terapia più corretta. La Cina ha mai chiesto scusa del ritardo nel comunicare al mondo le informazioni corrette ?
    Chi ha insistito nella OMS per insediare il comunista Thedros Ghebrejesus , macchiato di dì crimini al suo stesso popolo ? Sempre la Cina….Quindi guardiamo un poco, ma solo un pochino, a quel che fece lo stato cinese ateo/capitalista/comunista nei tempi recenti. Solo dopo ci si potrà render conto di come Xi-jing-ping sappia stare calmo e fare il buono e pacifico…

    • giulio
      Inserito alle 14:22h, 24 Settembre Rispondi

      “Non ho ascoltato il discorso di Trump, ma poichè è uno dei leader che garantisce, attualmente,, una difesa contro le grandi oligarchie economiche,”

      Ma per favore! Trump che lotta contro le oligarchie è pura propaganda…ma se lui stesso è un oligarca!
      Tra trump e una parte dell’oligarchia americana ci sono solo divergenze nell’individuare chi è il nemico principale (per il deep state è la russia mentre per trump è la cina!) per il resto sono quasi in totale simbiosi salvo qualche differenza rispetto ai muri e ai trattati internazionali di cui quel criminale di trump non ha alcun rispetto!
      Quel gangster non ha mantenuto una sola delle sue vecchie promesse elettorali: dove sta il ritiro dall’iraq e dall’afganistan o dalla siria? In realtà sta continuando tutte le guerre iniziate da bush o da obama e sta per iniziarne altre…ammesso che non siano guerre calde, non credo che strozzare economicamente e politicamente una qualsiasi nazione sia meno cruento del fare una guerra…quanti morti ci sono stati nell’iraq di saddam a causa delle sanzioni Usa? quanti bambini sono morti?
      Quando fate i conteggi dei morti della vecchia urss non tenete mai conto di tutti i milioni di morti civili fatti dai vostri beniamini americani!
      Dici che non c’è libertà di parola e di religione in cina? a parte che anche da noi di libertà ne vedo pochissima e forse anche meno di quella che c’è in cina, se non c’è dipende dal semplice fatto che movimenti politici e religiosi sono nient’altro che pedine in mano agli usa e ai preti per istigare alla rivolta … non hanno niente di spontaneo e anche quando ce l’hanno vengono presto cooptati dai gangster americani per i loro scopi di sovversione e di guerra contro la cina (o la russia). Una cosa è la “libertà” altra cosa è farsi strumenti di nemici esterni…questo si chiama tradimento! Tutte le pseudo rivolte e manifestazioni che sono avvenute o avvengono in cina o a hong Kong sono nient’altro che manipolazioni Usa! chiaro?
      Quanto al covid, la cina ha semplicemente dimostrato che la sua organizzazione sociale, politica, medica è migliore di tutta la monnezza occidentale e solo per questo in parte è riuscita a contenere i danni di un’epidemia che senza dubbio è stata propagata in cina proprio dagli usa per tagliare le gambe allo sviluppo cinese! questo non è complottismo ma la realtà nuda e cruda!

  • atlas
    Inserito alle 00:59h, 24 Settembre Rispondi

    in usa chi manifesta finisce nei marines per poi uccidere i musulmani o a dormire in una strada del bronx. O in carcere: e lì in galera si spaccano pietre o si lavora sfruttati dalle imprese private collegate con un’amministrazione penitenziaria sempre più privata. Ma queste sono quisquilie

    ” Premetto che questo post non è minimamente inerente la farmacologia, materia di cui non capisco nulla.

    Ho letto che il farmaco somministrato a Berlusconi per guarirlo dal Covid19 è l’antivirale Remdesivir. Per pura curiosità ho fatto una brevissima ricerca su Google e scopro che questo antivirale fu giudicato dalle autorità sanitarie cinesi non adatto alla cura del Covid e anzi dannoso. Scopro anche che invece Trump ha acquistato tutte le scorte di Remdesivir al mondo per gli ospedali americani considerandolo evidentemente efficace.

    Stessa storia accadde con la Idrossiclorochina, cinesi e Oms lo reputarono non solo inefficace ma dannoso. Poi a distanza di mesi (ma a strage compiuta), moltissimi medici lo valutarono efficace in moltissimi casi.

    Ecco, quello che voglio dire, Oms e Cina, hanno sempre bloccato con loro studi determinati farmaci che con il tempo si stanno rivelando validi per la cura, per sponsorizzare il lockdown (che distrugge l’economia) in attesa del vaccino. Sarà sfortuna…

    Ripeto, post ad altissimo tasso politico. Per questioni farmocologiche rivolgetevi ad altre parti. ”

    ” Una domanda che non riesco a darmi una risposta, che la Cina abbia tutto l’interesse a far crollare l’occidente lo trovo plausibili, anche il fatto che dica una cosa e ne faccia un’altra, tanto che economicamente risulta il paese che ha avuto il calo minore del PIL e sembra, con le poche notizie che arrivano, che la vita in Cina si stia normalizzando. Quale interesse hanno i gruppi di potere occidentali a reggere il gioco della Cina visto, per esempio, che nelle ultime 2 riunioni Bilderberg non risultano cinesi a differenza di quelle precedenti? Inoltre riesco a capire voler controllare il popolo prevalentemente occidentale, ma a livello economico rispetto all’asia non ne esce bene? ”

    io sono riuscito a trovare questo, mardunolbo, tu ne sai di più?

  • eusebio
    Inserito alle 05:59h, 24 Settembre Rispondi

    Stiamo assistendo ad una serie di comportamenti demenziali da parte dei leaders del cosidetto occidente che fanno pensare ad una imminente implosione su se stesso, probabilmente sul piano economico.
    Fa pensare il comportamento della Germania sul caso Navalny con le accuse assurde alla Russia di averlo avvelenato in modo demente, oppure il comportamento a dir poco eversivo della UE nei confronti della Bielorussia, dove ad un presidente regolarmente eletto viene contrapposta una casalinga golpista da parte delle massime istituzioni UE, inclusi ieri i presidenti di Polonia e Italia che hanno insultato e minacciato il loro omologo bielorusso,, poco ci mancava che si presentavano a Minsk con i carri. armati.
    A Minsk, Mosca e Pechino in queste ore staranno basiti facendo la rassegna delle loro forze armate, in attesa di quelli che a parole dovrebbero quasi essere degli attacchi imminenti.
    Nemmeno la propaganda dell’Asse italotedesco durante l’aggressione all’URSS aveva raggiunto questo livello di virulenza,, in un’altro momento si penserebbe ad un attacco imminente, invece è solo forse un’urlo di rabbia disperata prima che un gigantesco crollo economico spazzi via le corrotte alitès globaliste dell’iccidente.

  • Mardunolbo
    Inserito alle 14:53h, 24 Settembre Rispondi

    Il commento di Eusebio, come altri, è ricco di analisi interessanti , che condivido.
    Riguardo alla situazione “cinese” aggiungo, come scrissi tempo fa, che si sta spostando l’asse sionista verso la Cina, essendo gli Usa ormai prosciugati e succhiati abbastanza.
    Infatti già da qualche anno si moltiplicano le riunioni organizzate da…. per istruire i manager cinesi che vanno in brodo di giuggiole a conoscere dettagli su come arricchirsi ancor di più.
    Anche i cinesi sono completamente immemori di cosa abbia fatto la banca di proprietà ebraica al tempo dell’impero cinese, coinvolgendo Inghilterra e nazioni europee e costringendo la Cina ad accettare il pagamento con la droga dei crediti maturati verso gli inglesi.
    Ma questa è evidentemente una storia vera che comunque non interessa più le capre odierne che sono interessate a far soldi soltanto, dato che il regime (corrotto) permette ed aiuta il surplus economico solo perchè devasta l’economia occidentale.
    Sionisti alleati con la Cina, quindi, perchè, come scrissi tempo fa e ricordo agli smemorati , è la nazione ottimale per regime ed ateismo, per poter gestire l’economia mondiale. Non per nulla Israele fu la prima nazione a riconoscere La Cina Popolare al posto di Taiwan ! Perchè ??
    Gli Usa sono stati la forza militare per circa un secolo; ora la devastazione economica e morale ha raggiunto il suo apice ed un povero Trump, legato ancora alle elite manovriere, non può fare più di tanto e quanto vorrebbe. Ricordo agli immemori, od atei, che Trump da quando è arrivato alla presidenza, non ha fatto altro che eliminare i guerrafondai (non appena ha ritenuto possibile) ed i distributori di soldi alle organizzazioni abortiste ed antifamiglia (Soros, Democratici & compagni ).
    Cosa significano queste azioni ? Le lascio comprendere a chi vuol comprendere…Per gli altri che vogliono deviare il discorso sulle minacce alla Cina ed alla Russia, non intendo spiegare nulla perchè inutile !
    A che servono tutti i discorsi ed i commenti se non si è arrivati a comprendere che esistono due forze contrapposte che si contendono il mondo ?
    Arcivescovo Carlo Maria Viganò ha espresso molto chiaramente ciò e chi vuole può accedere al sito della comunità cattolico-bizantina di Ucraina e leggere tante informazioni di menti illuminate dallo spirito divino.

    • giulio
      Inserito alle 21:20h, 24 Settembre Rispondi

      “Un sondaggio Harvard caps/Harris di febbraio 2020 ha rilevato che il rating favorevole (a trump) tra i neri è al 22%, e una stessa percentuale ha registrato Zogby Analytics, che ha scoperto consensi crescenti anche tra le altre minoranze: per Trump sarebbero il 36% degli ispanici e il 38% degli asiatici”. ”

      Questo l’ho estratto da un articolo su un altro blog che pretende di presentare Trump come un amico dei neri e nobile guerriero solitario che combatte contro l’oligarchia americana!
      Anche a prendere per buone le percentuali citate qualcuno anche qui dovrebbe spiegare come mai trump avrebbe il consenso del 22% dei neri, del 36% degli ispanici e del 38% degli asiatici anziché il 100% o il 90% o l’80% e via dicendo di quelle minoranze! evidentemente trump non è poi tanto filo neri o filo ispanici o filo asiatici.
      Ora il commentatore trumpiano con cui devo polemizzare ci dice che addirittura i sionisti stanno diventando filo cinesi! strano che trump, filosionista per eccellenza, invece sembra volere fare guerra anche alla cina.
      Comunque il fatto che dei sionisti facciano riunioni con manager cinesi (mica col popolino!) significa nient’altro che stanno coltivando il terreno per creare e alimentare una classe di capitalisti da usare poi contro lo stesso governo cinese. uno di questi super miliardari capitalisti cinesi è quello che ha definito Xi un buffone! Questi sono i cinesi che i sionisti e trump preferiscono!
      Ma ritorniamo a Trump.
      Il nostro esperto commentatore ci dice:” Trump da quando è arrivato alla presidenza, non ha fatto altro che eliminare i guerrafondai (non appena ha ritenuto possibile) ed i distributori di soldi alle organizzazioni abortiste ed antifamiglia (Soros, Democratici & compagni ).”
      IL trump presunto “non guerrafondaio” è quello che , almeno al momento attuale, semplicemente ritiene più efficace strangolare economicamente e isolare politicamente i paesi che gli stanno sul c…o: russia, cina, corea, iran, venezuela, bielorussia , yemen, somalia, siria, libano, …tutti paesi che sono tra i pochi che si contrappongono all’imperialismo criminale da gangster di trump e compagnia! La lotta o la prossima guerra non è e non sarà tra Usa e Cina ma tra Usa e questo blocco di forze alle quali probabilmente se ne aggiungeranno altri.
      Ricordo allo smemorato commentatore in questione che dietro il colpo di stato di stampo nazista in ucraina ci sono stati gli Usa di obama e non mi sembra che la situazione sia cambiata con l’avvento del nuovo arcangelo gabriele (trump) che è la stessa canaglia che ultimamente e vigliaccamente ha ammazzato con dei droni un comandante iraniano che era in missione diplomatica. Se poi vogliamo parlare di quello che la cia, in combutta con i servizi ucraini ha combinato riguardo a quel fantoccio russo degli americani , presunto combattente per la democrazia (quel navalny ) , siamo a disposizione!

  • Mardunolbo
    Inserito alle 15:12h, 24 Settembre Rispondi

    Aggiungo , per chi non sapesse il dettaglio, che in Cina durante l’epidemia hanno fatto 3 (tre) autopsie, mentre in Italia, dopo un po’ ne hanno fatte circa 40 (quaranta).
    Trump oltre chè del Remdesivir, ha parlato ed ha elogiato pubblicamente la hidrossiclorochina che ha bassissimo costo ed inibisce la replicazione virale su studi fatti già da alcuni anni (al tempo della Sars).
    Perchè anche anni fa , al tempo della Sars, la Cina ha taciuto e solo in Taiwan sono riusciti a bloccare l’epidemia che La OMS definiva gravissima e che avrebbe fatto milioni di morti ? Ricordo qui che fu un medico italiano che lavorava in Asia che isolò il virus e ne morì. Qualche istituzione italiana lo ricorda ? Tutto tace vergognosamente , figuriamoci il governo di incapaci ed ignoranti che c’è attualmente, proni verso Cina ed Usa (i potenti attuali) ….
    Perchè la Cina è legata a doppio filo con la OMS e la buona organizzazione sanitaria taiwanese ha bloccato il virus Covid 19 anche questa volta, ma sul suo territorio.
    Soltanto Taiwan ha dimostrato le capacità di resistenza del virus e la distruzione dello stesso con i raggi ultravioletti ! Ho visto tempo fa un video di fabbrica taiwanese che ha iniziato la costruzione accelerata di lampade UVA di 360° da collocare negli ospedali per distruggere forme virali e batteriche.
    Ne hanno parlato mai tv e giornali ? Perchè la pandemia si è arrestata in estate con aumento della radiazioni ultraviolette ?
    Perchè Taiwan, nonostante le tante domande al verme Thedros, inserito dalla Cina, non è stata mai degnata di una risposta ? Perchè Taiwan, repubblica presidenziale democratica non esiste nemmeno per l’Onu (dato il voltafaccia verminoso degli Usa al tempo di Nixon ,”politica del pig-pong” ) quindi è considerata dalla Cina Pop. solo un’appendice ribelle che prima o poi sarà annessa , come fu col Tibet ! Che belle cose ,vero ? Ma chi intende ricordarle per avere una visione più completa della storia ?

  • giorgio
    Inserito alle 12:12h, 25 Settembre Rispondi

    Ma qualcuno può seriamente pensare che il governo legittimo della Cina sia quello di Taiwan ?
    E che siamo già sotto il tallone dell’imperialismo cinese ?
    Queste considerazioni servono solo a farci dimenticare che siamo sotto l’imperialismo (pur in rapida decadenza) anglo sionista !!!!

  • ALDO
    Inserito alle 13:58h, 26 Settembre Rispondi

    Che nemmeno chi legge controinformazione sia in grado di capire che Trump sta lavorando a favore dell’Umanità evidenzia quanto sono bravi quelli del lato oscuro….

Inserisci un Commento