L’aggressione Anglo/USA allo Yemen ha l’obiettivo di distruggere il più povero paese del Medio Oriente

“Gli aeroporti sono completamente distrutti”: gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno lanciato un attacco allo Yemen paragonabile all’attacco all’Iraq nel 2003
Secondo l’Associated Press, la sera del 22 gennaio, le forze statunitensi e britanniche hanno effettuato attacchi militari contro obiettivi Houthi nello Yemen. Sono stati utilizzati missili da crociera Tomahawk lanciati da navi da guerra e sottomarini, nonché missili lanciati da aerei da combattimento. Gli obiettivi degli attacchi erano depositi missilistici e siti di lancio degli Houthi.

Secondo le informazioni del movimento Houthi Ansar Allah, gli attacchi sono stati effettuati nella capitale yemenita Sanaa e in diverse province. In particolare sono stati attaccati la base aerea di al-Daylami e il campo militare di al-Hafa, il distretto di Sarafa nella capitale, la città di Makbana e le province di Taiz e al-Bayda.

Anche gli edifici governativi di Sana’a sono stati colpiti, hanno riferito fonti locali.

“Gli attacchi sono simili a quanto accaduto in Iraq nel 2003. Posso confermare che gli attacchi degli Stati Uniti e del Regno Unito stanno ora prendendo di mira gli edifici governativi Houthi. Gli aeroporti sono completamente distrutti “, ha detto una fonte ad Avia.pro.
E’ interessante notare che questa è la quinta aggressione lanciata dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna contro lo Yemen.

Jamal Hassan, residente a Sanaa, ha detto all’AP che due proiettili sono caduti vicino a casa sua, facendo scattare gli allarmi delle auto. In precedenza, a gennaio, gli Houthi avevano ripetutamente attaccato navi americane in risposta ai bombardamenti statunitensi sullo Yemen. Il leader Houthi Abdel Malek al-Houthi ha annunciato la sua intenzione di continuare gli attacchi contro le navi statunitensi e britanniche.

Il 22 gennaio, gli Houthi hanno affermato di aver attaccato la nave da carico militare statunitense Ocean Jazz nel Golfo di Aden, ma NAVCENT (Comando centrale delle forze navali statunitensi) ha negato queste affermazioni.

Le ostilità avvengono nel contesto di crescenti attacchi alle navi internazionali nel Mar Rosso da parte degli Houthi, che sostengono il movimento palestinese di Hamas e prendono di mira le navi legate a Israele.
Da parte sua, un membro del Consiglio politico supremo, Muhammad Ali Al-Houthi, ha confermato nella sua dichiarazione dopo i raid che l’attacco americano-britannico è “un nuovo tentativo di scoraggiare lo Yemen dal sostenere Gaza”
.

Fonti: Avia Pro – Al Mayadeen

Traduzione: Mirko Vlobodic

4 commenti su “L’aggressione Anglo/USA allo Yemen ha l’obiettivo di distruggere il più povero paese del Medio Oriente

  1. Lo Yemen non cederà mai ! Ha già sconfitto i sicari sauditi e ora sconfiggerà i mandanti USA-UK-UE-NATO ! Forza HOUTHI !

  2. Somebody essentially help to make significantly articles Id state This is the first time I frequented your web page and up to now I surprised with the research you made to make this actual post incredible Fantastic job

  3. Gli anglosassoni, così inferiori, non hanno un comportamento razionale, sono dilettanti ed improvvisatori………..
    lo Yemen è grande, con molte armi sofisticate……………………………… gli americani, pensano che sia facile controllarlo. Imbecilli al massimo. Devono morire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM