"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La visita del Generale Soleimani ad Aleppo irrita gli USA

Il generale Qassem Soleimani, leader della forza “Al Quds” del corpo dei “Guardiani della Rivoluzione” (Iran), è arrivato ad Aleppo lo scorso Venerdì per prendere visione della evacuazione dei terroristi e di alcuni gruppi di civili nella parte Est della città
Soleimani ha visitato varie zone dell’est di Aleppo, incluso la Cittadella della Città Vecchia.

Nel passato, il generale Soleimani aveva visitato l’Esercito siriano ed Hezbollah prima che iniziassero le operazioni militari. Tuttavia per la prima volta nel corso di questa guerra, il prominente leader delle Forze di Al Qusd (reparti scelti dell’esercito iraniano) è arrivato dopo la battaglia per esaminare lo scenario di questa, conoscitore senza dubbio del valore della vittoria ottenuta sui gruppi terroristi e sui suoi patrocinatori ad Aleppo.

Con la battaglia di Aleppo terminata, l’Esercito siriano ed i suoi alleati si dedicheranno a liberare totalmente la strada Aleppo-Damasco, in attesa di arrivare alla provincia di Idlib per il nuovo anno.

Irritazione statunitense

Da parte sua, il portavoce del Dipartimento di Stato, , John Kirby, ha richiesto che il Consiglio di Sicurezza dell’ONU discuta circa “la presenza del generale Qassem Soleimani ad Aleppo”.
Nel corso della sua conferenza stampa settimanale del Lunedì sera, un reporter della AP aveva domandato a Kirby circa le foto pubblicate di recente che dimostrano la presenza ad Aleppo del Generale Soleimani.
“Andiamo a discutere questo argomento con i nostri soci nel Consiglio di Sicurezza”. ha detto.

Generale Soleimani ad Aleppo
Generale Soleimani ad Aleppo

Dimenticando il ruolo che Washington ha giocato disinvoltamente nel conflitto in Siria, Kirby ha dichiarato che “l’Iran deve scegliere se esercitare un ruolo positivo nella soluzione pacifica delle crisi regionali, come nel caso della Siria, o se deciderà di prolungarle”.

Il funzionario statunitense sostiene che il generale Soleimani non avrebbe richiesto nessuna esenzione della proibizione di viaggiare, cosa che costituirebbe una violazione della risoluzione 2231 del CSONU.
Il generale Soleimani è stato l’artefice di molte delle vittorie delle Forze Armate della Siria dell’Iraq e delle sue milizie alleate sul terrorismo in entrambi i conflitti.

Il suo ruolo nella sconfitta dei terroristi nei due paesi sembra aver irritato molto Washington.

Fonti: Al Manar

Hispan Tv

Traduzione e sintesi: L.Lago

*

code

  1. Walter 9 mesi fa

    Solo un pò di irritazione? Pensavo che dovessero cambiarsi il pannolino. Questi figli di un McDonald, se si trovano davanti in battaglia uno come Soleimani, potrebbero anche farsela sotto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace