La vera posta in gioco tra l’Impero anglo USA e la Cina

Editoriale

Washington sta conducendo una guerra di nuova dimensione contro la Cina che è destinnata a perdere amaramente.
Una volta che il caos e il chiacchiericcio onnicomprensivo sulle dazi alle importazioni cinesi da parte dei media corporativi occidentali si saranno attenuati, Trump, uomo d’affari egocentrico piuttosto che il Presidente dell’Impero, “per nulla”, si potrebbe quasi dire, con il pretesto dell’ “ingiusto “Il commercio cinese, lancia una nuova campagna feroce e al solito totalmente illegale di aggressione contro l’economia cinese in rapida crescita.
È una campagna a eliminazione contro la concorrenza cinese, contro la crescita inarrestabile cinese. Si tratta di un tacito riconoscimento della supremazia emergente della Cina che gli Stati Uniti possono solo affrontare con frodi, inganni e attività illegali. E questo solo fino a quando Washington controlla il sistema monetario occidentale. Questo non sarà ancora per molto più tempo.

Assistiamo ad un’aggressione contro le principali imprese cinesi e contro la Cina che sta abbracciando una politica di un mondo multipolare – attraverso la connessione di interi continenti, paesi, culture, ricerca congiunta, su istruzione e agricoltura, oltre allo sviluppo industriale – attraverso linee di trasporto, commercio equo, rispetto reciproco e riconoscimento dei vantaggi comparativi delle persone e dei paesi attraverso il know-how tecnico e conferito dalla natura. Un politica che si basa su scambi equi e paritari. È la campagna di investimenti per la multi-miliardaria-yuan Belt and Road Initiative (BRI), chiamata anche la New Silk Road; un’iniziativa lanciata nel 2013 dal presidente Xi Jinping durante una visita ufficiale in Indonesia e Kazakistan.

La BRI è costituito da ormai 6 rotte terrestri e marittime, che attualmente comprende circa 152 paesi e organizzazioni internazionali in Europa, Asia, Africa, Medio Oriente e America Latina.

Questo nuovo colossale sviluppo economico cinese è stato proiettato provvisoriamente negli anni 2040. Il BRI è onnicomprensivo e, quindi, in modo così forte, è stato recentemente incorporato nella Costituzione cinese. Tuttavia, questo programma è stato largamente ignorato dall’Occidente, e in particolare dai media occidentali della stampa e Tv- con la politica occidentale dei mezzosangue, “Vogel Strauss”, ignorarlo e così andrà via. Ora l’ovest si rende conto che non andrà via – ed è una dura competizione per il commercio rispetto all’occidente falsamente propagato e la sua superiorità economica.

Troppo tardi, amici miei. Come dicevo spesso, con l’avidità e la sete del potere impunemente dimostrata, la ricerca di rendite a breve termine, di guerre e conflitti implacabili, annientando strati e livelli di società umane in tutto il mondo per mettere in ginocchio gli avversari di questa piccola élite dominante e diabolica , l’occidente sta attuando lentamente ma sicuramente il suo suicidio. Questa è la natura delle cose . La natura non solo sopravviverà, ma supererà e subordinerà questo approccio luciferino al dominio del mondo. Il futuro è verso est. Sicuramente. Non c’è modo di tornare indietro.

Portaerei cinese

Tra i primi passi della nuova fase statunitense di aggressione contro la Cina, Washington ordina al suo vassallo settentrionale, il Canada, di arrestare la Chief Financial Officer (CFO) della Huawei, Meng Wanzhou, in transito all’aeroporto di Vancouver il 1 ° dicembre 2018.

Meng Wanzhou Supermanagere della Huawei

Huawei Technologies Co., Ltd. è un produttore cinese di apparecchiature per telecomunicazioni multinazionali e di elettronica di consumo, con sede a Shenzhen. Huawei è la settima più grande società di telecomunicazione al mondo ed è stata fondata da Ren Zhengfei, un ex ingegnere militare dell’Esercito popolare di liberazione, nel 1987. La signora Meng Wanzohou è la figlia e l’amministratore delegato del fondatore. La signora Wanzhou è ora accusata di aver violato le sanzioni totalmente illegali contro l’Iran facendo affari con l’Iran. Washington, sfacciatamente mette in atto una propria azione illegale – sanzioni – su un’altra – prendendo in ostaggio una persona che è la manager guida di un forte concorrente cinese, per costringere Huawei a rispettare le sanzioni imposte illegalmente dagli Stati Uniti. È una storia incredibile di catch-22.

Questo è possibile solo per il fatto che la maggior parte del mondo occidentale non dice neanche “beep”, perché tutti riconoscono ancora – per ora – gli Stati Uniti come nazione eccezionale autoimposta – la nazione che fa e infrange le leggi mentre procede. – Ma per quanto tempo ancora?

La signora Wanzhou, ancora sotto custodia canadese, a rischio di essere estradata nella “giustizia” degli Stati Uniti (sic), può essere vittima di 30 anni di carcere, per nessuna infrazione illegale – solo agendo contro ciò che gli Stati Uniti hanno definito come una legge – sanzioni – a cui tutti devono aderire, altrimenti saranno soggetti a sanzioni. Riuscite a vedere quanto è diventato malato il nostro sistema occidentale?

Ora è una guerra senza bombe. È diventata una guerra di economia, riconoscendo che una guerra con bombe e missili gli Stati Uniti non potevano più vincerla, non che lo abbiano mai fatto! – dal momento che la Russia e la Cina hanno sviluppato attrezzature militari tecnicamente di gran lunga superiori. Quindi, l’ultimo trionfo degli Stati Uniti e Regno Unito (nessun gioco di parole intenzionale) stanno operando attraverso il loro sistema monetario fraudolento fino all’ultima fossa.

Il Venezuela, una delle vere e ultime democrazie dell’ovest, è stato aggredito negli ultimi 20 anni, raggiungendo il culmine ora, perché si rifiuta di piegarsi alle regole di Washington, abbandonando la sua ideologia socialista, consegnando le sue risorse naturali – il più grande giacimento di petrolio del mondo e riserve di gas, alle corporations usurpatrici dell’impero, le stesse che hanno usurpato e schiavizzato il popolo venezuelano per centinaia di anni prima che il presidente Hugo Chavez salisse al potere nel 1999 – e (malgrado tutte le contraddizioni) hanno iniziato a cambiare le regole per la gente, respingere gli usurpatori e nazionalizzare le risorse del paese a beneficio del popolo venezuelano.

Oggi l’impero sta conducendo una guerra contro il Venezuela, una guerra senza bombe, una guerra economica e finanziaria, dove – grazie al sistema monetario fraudolento che le società occidentali abbracciano e accettano volenti o nolenti, e anche oggi non osano apertamente contestalo, l’impero sta applicando l’illegalità internazionale di tutte le illegalità, “sanzioni”, interferenze negli affari interni di un altro paese, blocco del commercio, trasferimenti monetari, confisca – vale a dire il furto – miliardi di beni venezuelani all’estero.

Washington sta costringendo e ricattando i cosiddetti alleati degli Stati Uniti a fare lo stesso, commettendo umilmente una ‘rapina da strada’. Ora alcuni tra 40 e 50 miliardi di dollari equivalenti in tutto il mondo sono stati bloccati e sostanzialmente rubati, inclusi 1,2 miliardi di dollari trattenuti nel London City of Money. Catturando le attività estere del Venezuela e boicottando le vendite di idrocarburi del Venezuela, il Venezuela è in gravi difficoltà, ma non disperato, non morendo di fame come i media occidentali vorrebbero farvi credere. No – Il Venezuela gestisce con calma e orgoglio – e con solida solidarietà.

Siriani manifestano a favore di Assad

Una situazione simile prevale in Siria, dove l’esercito nazionale siriano con l’aiuto di Iran, Russia e Hezbollah, ha praticamente sconfitto la rete terroristica dell’ISIS, Al Nusra et al. In altre parole, Stati Uniti, NATO, Stati occidentali e del Golfo , alleati vassalli che sono stati – e lo sono tuttora – nel finanziare queste organizzazioni terroristiche come proxy, hanno perso la loro guerra di bombe, la loro lotta per il “cambio di regime” – almeno per ora. Sappiamo che l’impero non si lascerà semplicemente andare, solo quando raggiungerà l’ultimo respiro. E quel momento verrà, prima o poi.

Quindi, le bombe vengono sostituite da catene economiche che bloccano la Siria dall’uso del sistema di trasferimento monetario internazionale, dall’accesso al credito internazionale, dall’importazione di beni vitali, medicine e attrezzature mediche, cibo, attrezzature industriali e pezzi di ricambio – tutto ciò che una società deve funzionare , per ricostruire le loro infrastrutture demolite dall’ Occidente, tutti questi beni e servizi vitali sono sottoposti a embargo da parte dell’Occidente – mentre la Siria non ha mai fatto del male a un paese occidentale – tutto il contrario. La Siria è il fondamento della storia occidentale, fornendo all’Occidente intellettuali brillanti, scienziati, professori universitari e offrendo una ricca cultura – la culla della civiltà occidentale.

La Siria è strategicamente posizionata, con accesso a cinque mari. La “Five Seas Vision” del Presidente Assad, che collega la Siria in posizione strategica con il Mediterraneo, il Mar Caspio, il Mar Nero, il Mar Rosso e il Golfo Persico, “rendendo la Siria l’intersezione inevitabile del mondo in Investimenti, trasporti e altro” – questa visione, oltre al Il fatto che il presidente Assad stia gestendo la Siria con una filosofia socialista e sia popolare come sempre (il 70% – 80% di una popolazione siriana altamente istruita che sostiene il loro presidente), rende la Siria un bersaglio perfetto per il “cambio di regime”. – Ancora, la continuazione di una guerra senza bombe, ma uccidere lo stesso con un sistema economico occidentale utilizzato come arma.

Il fatto più esasperante è – ancora una volta – che gli alleati occidentali, prevalentemente europei, cioè i loro leader corrotti (sic), partecipino a questa atrocità in Siria, così come in Venezuela – e in molte altre nazioni ribelli e non sottomesse. Questo, in gran parte contro la volontà della gente. Sebbene indottrinate giorno dopo giorno da notizie false, la gente inizia a vedere la luce.

Francamente – cos’altro ti aspetti dall’Europa? – Gli europei da centinaia di anni hanno sfruttato, stuprato, abusato dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina, uccidendo centinaia di milioni di persone, rubando le loro risorse – che ora possono essere viste trasformate in “cultura” europea, monumenti religiosi – castelli di re e regine e i loro dittatori, che continuano a camminare su questa terra parassitosamente come nei tempi antichi.

Quando gli imperi europei crollarono in successione, semplicemente una elite dominante si è consolidata ed ha trapiantato il suo dominio dal Vecchio Continente attraverso l’Atlantico per costruire un nuovo Impero anglo-sionista, ma non prima, ancora una volta, di massacrare gli abitanti originari (indios) di quella terra un tempo grande, chiamata America. A quel tempo i nobili antenati di questo nuovo impero nascente si sentivano al sicuro tra due splendenti mari. Ma, purtroppo per loro, i tempi cambiarono. Tentando di emulare la grandezza dell’Impero Romano, un tempo chiamando il loro piano per il Dominio dello Spettro Completo, la denominata “Pax Americana”, l’associazione con “Pax Romana” divenne evidente. I Pax Romana furono i tre o quattrocento anni più sanguinosi dell’Impero Romano, che alla fine determinarono il suo crollo sotto il suo stesso peso.


Il grande pericolo per il sistema piramidale occidentale trainato dagli Stati Uniti come sistema piramidale guidato dal debito, è la Cina, perché l’economia cinese si basa su una produzione economica, costruzione, produzione, sviluppo intellettuale e scientifico, rispetto ai profitti neoliberali occidentali guidati dagli Stati Uniti. Il concetto neoliberale è massimizzare il dogma con servizi gonfiati, uno che esternalizza la produzione dura a paesi a basso reddito, rinuncia a guadagni economici a lungo termine e impone debito istituzionale, a un PIL fatto di aria calda, posti di lavoro tipo McDonalds, consumo di importazioni economiche e inutili; e, naturalmente, – una guerra distruttiva e l’industria dell’uccisione.

Questo spiega perché Washington sta tentando frettolosamente di elevare la loro campagna di menzogne ​​e inganni a un altro livello. Rapire la signora Wanzhou di Huawei, denigrare l’Europa per vietare alle apparecchiature di Huawei i loro mercati, perché contiene spyware, è solo un esempio di un approccio illecito spietato all’eliminazione della concorrenza. D’altra parte, l’impero sbiadito di Washington osa calunniare Belt and Road Initiative del presidente Xi Jinping e, in un ultimo disperato tentativo, ricattare l’Europa, così come i contendenti africani della BRI, con più sanzioni illegali – non iscriversi alla New Silk Road cinese .
Non importa che la maggior parte di loro l’abbia già fatto. L’Italia ha chiaramente affermato che presto firmerà un accordo con la Cina per utilizzare i porti italiani per le rotte marittime BRI. Per quanto riguarda il divieto di Huawei dall’Europa, la Germania, per esempio, ha già detto che non vieterà Huawei.

La Belt and Road Initiative è un treno inarrestabile, che ha lasciato la stazione circa cinque anni fa e si trova su una rotta prevista per i prossimi 30 anni, dando il via a uno sviluppo socioeconomico pacifico in tutto il mondo. Come ha affermato un rappresentante cinese alla recente Conferenza cubana per l’equilibrio del mondo – Stiamo costruendo ponti per collegare persone di tutti i continenti, mentre l’ovest sta costruendo muri.

Fonte: News Front

Traduzione: Luciano Lago

6 Commenti

  • Asterix
    13 Marzo 2019

    Purtroppo per “cambiare il mondo” bisogna eliminare la torre di Babele a cui si ispirano i massoni rapaci. Per riuscire in questo bisognerebbe creare una nuova ONU con regole di fratellanza umana globale con il rispetto delle diversità. Siamo sù un solo pianeta. e l’insieme delle differenze deve creare una nuova spiritualità universale olistica.(non religioni). e antichi e nuovi modelli produttivi e di commercio Credo purtroppo che bisogna disfarsi della casta degli arconti plutocratici che prima di perdere il potere, trascinerà con sè miliardi di esseri umani attraverso un Armageddon biblico del quale inneggiano la venuta. Essi utilizzano la teoria del pungolo, attraverso il plagio continuato,imposto attraverso la pubblicità ossessiva, che porta modelli edonisti e consumistici favorevoli ai loro propositi e il sistema informativo che distorce la realtà e produce pensieri unici come predisse George Orwell. La vedo dura, i popoli sono divisi al loro interno tra anziani benestanti e nuove generazioni senza prospettive per il futuro che si alimentano di modelli vecchi e sperano di partecipare al banchetto delle briciole. La guerra è una lezione della storia che i popoli non imparano mai abbastanza, e gli arconti sanno come portarceli.

  • Mardunolbo
    13 Marzo 2019

    Qui ci siamo nelle solite analisi inficiate dalla propaganda anticristiana (rivoluzione francese) e dai commenti in salsa universaloide antireligiosa. La propaganda di qualche secolo, in funzione anticristiana dà i suoi malvagi frutti, come sempre, facendo perdere di vista le origini del Male.
    Infatti soltanto la spietata macelleria rivoluzionaria ha massacrato popoli e nazioni cominciando proprio dalla cristiana Europa. Procedendo nel massacro umano, si è espansa fuori Europa massacrando altre nazioni o esseri umani che non conoscendo il cristianesimo furono derisi o trattati da sub-umani. La chiesa cattolica ha sempre agito da freno in questa visione antropocentrica ed anticristiana, convincendo re e nazioni che altri popoli sono fratelli nostri e, semmai sono da convertire alla cristianità.
    La ideologia anticristiana sorta dalla massonica Rivoluzione Francese ha inventato e spacciato per vere leggende artefatte su Inquisizione ed ogni metodica razionale per inquadrare leggi e governi in una prospettiva cristiana. Ogni tanto sono sorti governi cristiani , quindi antimassonici, che sono stati prontamente devastati ed annichiliti con omicidi o guerre, come la seconda guerra mondiale(indotta e provocata dalle due nazioni massoniche per eccellenza e data, Francia ed Inghilterra).
    Ora la Cina,, che ha ereditato il marxismo anticristiano originatosi dall’Europa, miscelando in un intelligente connubio il confucianesimo,filosofia spicciola del “volemose tutti bene”, sta espandendo, (caso unico della sua storia)la sua economia e servizi per contrastare l’egemonia Usa che ha servito il potere del Male finora. Che sarà della fragile Europa scristianizzata , tra i due colossi planetari ? La Russia ancora mantiene una struttura governativa cristiana, ma le istituzioni soffrono dei 70 anni di marxismo che ha massacrato le elìte culturali per generare il sole dell’avvenire satanico (operato dagli eredi dei persecutori del cristianesimo fin dall’inizio, mai sazi dell’odio anticristiano) [Solgenitsyn stesso descrisse nei particolari questi massacri operati sui Russi]. Vedremo cosa succederà nel tempo. Rimane solo la certezza dell’Avvento di un mondo diverso dove tutti riconosceranno il Dio Trino come Unico Vero; ma a quale prezzo di ceninaia di milioni di morti ?

    • ASTERIX
      13 Marzo 2019

      Non hai capito niente… Evidentemente devi essere uno sfigato che si rifugia nei dogmi della chiesa poichè non hai capito cosa disse il CRISTO….

      • atlas
        15 Marzo 2019

        fesso tu che ti stai a leggere tutta quella pappardella che ha scritto

  • Mardunolbo
    14 Marzo 2019

    va, torna nei fumetti dove vivi …

    • atlas
      15 Marzo 2019

      le tue ‘perle’ invece sono : antimperialismo però con Trump perché odia i ‘comunisti’ cattivi

      Dio è trino, ma è uno perché invece se è uno è anche trino

Inserisci un Commento

*

code