La vendetta della Elite di potere Anglo-USA contro Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks


L’Ecuador ha negato l’asilo politico al fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, dopo di che il giornalista è stato arrestato dalla polizia britannica su richiesta degli Stati Uniti. Nel prossimo futuro apparirà davanti al tribunale. Mosca ha affermato che il caso ha una base politica: gli Stati Uniti si vendicano di Assange per aver questi denunciato i crimini americani. La Commissione europea ha definito l’incidente una normale “causa giudiziaria” e ha invitato a non intervenire nelle indagini.

L’arresto di Julian Assange non è stato uno sviluppo improvviso, ha riferito a RT il filosofo culturale Slavoj Zizek. Invece questo è stato un atto ben pianificato e il passo finale in una lunga e brutta campagna diffamatoria contro il fondatore di WikiLeaks.
Assange ha il torto di aver partecipato all’esposizione di una serie di azioni chiaramente illegali dell’Occidente, principalmente da parte degli Stati Uniti. Ora questa azione di Assange viene costantemente e cinicamente vendicata “,
Giovedì mattina, dopo essersi rifugiato nell’ambasciata ecuadoriana di Londra, Assange è stato trascinato fuori dall’edificio con la forza dalla polizia britannica. L’arresto arriva dopo che il nuovo presidente filo-americano dell’Ecuador ha ritirato la richiesta di asilo di Assange, e dopo che il caporedattore di WikiLeaks Kristinn Hrafnsson ha affermato che è stata condotta una vasta campagna di spionaggio contro Assange, progettata per tirarlo fuori dal suo rifugio.

Il nuovo governo equadoriano si è venduto Assange al Dipartimento di Stato USA con un prezzo stabilito che si sa molto elevato, hanno riferito fonti vicine al governo di Quito.
“Vogliono dimostrare che nessuno può contare su alcun tipo di protezione, immunità e intercessione. In questo contesto, ricordo la situazione con Edward Snowden , che ha preso l’unica decisione giusta e ha chiesto asilo dalla Russia, chiaramente difendendo la sua sovranità “, ha detto un membro della camera alta del parlamento russo .
L’avvocato di Assange, Jen Robinson, ha sottolineato il ruolo degli Stati Uniti nell’estradizione del suo cliente presso le forze dell’ordine britanniche .

Julian Assange quando parlava dall’Ambasciata dell’Ecuador

“Assange è stato arrestato non solo per aver violato le condizioni di rilascio su cauzione, ma anche in connessione con la richiesta statunitense di estradizione. Il mandato americano è stato emesso a dicembre 2017 ed è associato a una collusione in cui è implicato il coinvolgimento di Chelsea Manning “, ha spiegato l’avvocato.

La Commissione europea ha definito l’incidente una “causa giudiziale” e ha esortato a non interferire in essa. Lo ha detto la rappresentante ufficiale della CE Margaritis Schinas. Secondo lei, il più alto organo esecutivo dell’Unione europea non commenta la situazione, ma lo segue da vicino.
“La CE presume che questo arresto sia stato effettuato sulla base di un mandato europeo. Quando c’è una sentenza della corte, i funzionari non dovrebbero intervenire “, ha sottolineato il politico europeo. Certo, secondo la Schinas, la libertà di stampa non c’entra, non siamo mica in Venezuela o in Iran.

“Non ero sorpreso”, ha detto Zizek a RT. “Il problema per me è come le persone semplicemente comprenderanno che questo è il risultato della lunga campagna di omicidi sistematici”.
Il primo passo nella campagna, ha detto Zizek, è stato quello di collegare WikiLeaks – uno sbocco giornalistico indipendente noto per la fuga di materiali classificati, che è anche orgoglioso di non aver mai pubblicato informazioni false – con la Russia e Vladimir Putin. Il prossimo passo è stato “l’assassinio di personaggi”. Assange, ha detto Zizek, è stato dipinto come “arrogante”, “paranoico” e persino uno stupratore, nonostante le autorità svedesi abbiano abbandonato tutte le accuse contro di lui nel 2017.

Poi il gossip contro Assange è affondato in un “livello personale incredibilmente sporco, che lui sarebbe uno che non pulisce il suo bagno, che ha un cattivo odore e così via. Possiamo immaginare qualcosa di più basso? ” WikiLeaks ha sostenuto lo stesso, definendo Assange la vittima di ” un sofisticato tentativo di disumanizzare, delegittimare e alla fine imprigionare il personaggio scomodo”.
L’arresto di Assange, ha continuato Zizek, non ha “niente a che fare con la vendetta”. Piuttosto, la testa di Wikileaks è stata resa un esempio della lotta in corso per reprimere il libero flusso di informazioni. Proprio come la nuova direttiva sul copyright dell’Unione europea minaccia di censurare quasi tutte le espressioni online gratuite, le organizzazioni di sterilizzazione come Wikileaks sono un passo avanti verso il controllo di quali informazioni a cui possiamo o non possiamo accedere.

Proteste per la carcerazione di Assange

“Tutte le nostre vite oggi sono in qualche modo regolate attraverso i media digitali”, ha detto. “Quindi è assolutamente cruciale chi controlla questo media digitale. Questa è la più grande minaccia alla nostra libertà “.

“Non ne siamo nemmeno consapevoli poiché non lo sperimentiamo come non-libertà. Non è come ai vecchi tempi dello stato di polizia, dove ti guardi alle spalle e vedi un uomo che ti segue. Ti senti totalmente libero, ma ogni tua mossa è registrata e tu sei sottilmente manipolato. “

“Wikileaks incorpora un messaggio di resistenza a questo sistema”, ha aggiunto Zizek.

L’avvocato di Assange, Jen Robinson, ha confermato giovedì che l’arresto di Assange è stato effettuato in relazione a una richiesta di estradizione negli Stati Uniti. Assange è accusato di aver cospirato con l’informatore dell’Esercito degli Stati Uniti Chelsea Manning – lei stessa attualmente dietro le sbarre in Virginia per essersi rifiutata di testimoniare contro WikiLeaks – per aver fatto trapelare i filmati classificati di crimini di guerra militari statunitensi nel 2010. Questo filmato mostrava un elicottero Apache americano che apriva il fuoco e uccideva 12 persone, tra cui due staff di Reuters. Rivelare i crimini delle forze USA è considerato un fatto intollerabile per il governo di Washington.

Fonti: La Gazeta.ru RT News

Traduzione: Sergei Leonov

7 Commenti

  • namelda
    11 Aprile 2019

    l’unica voce occidentale non embedded: vickileaks,
    ovvio che la stroncheranno;
    Assange intanto fa la fine di Milosevic ,altro calunniato ,morto di innocenza.
    Snowden si appella alla libertà di stampa,secondo me erroneamente.
    la libertà di stampa occidentale ,salvo qualche raro caso.è intesa
    come possibilità di scrivere ciò che si vuole,indipendentemente dai fatti
    ma dipendentemente dai condizionamenti politico – economici.,
    non rispondendone a nessuno.

    • atlas
      11 Aprile 2019

      Snowden è libero in Russia, Assange è prigioniero in €uropa, le maschere stanno cadendo una ad una.

  • atlas
    11 Aprile 2019

    vi erano da tempo segnali che quella situazione d’emergenza in un’ambasciata dell’Equador, ma a Londra, non sarebbe potuta continuare a lungo, né potesse essere considerata soluzione definitiva, soprattutto dopo il cambio politico di quel paese

    la Russia avrebbe dovuto proteggerlo di più, proprio per dimostrare agli usa tutto il contrario di ciò che vogliono dimostrare loro; è una sconfitta

  • Ale
    11 Aprile 2019

    Ancora una volta atlas e più acuto di altro . Ah se ad sangue viene condannato chi altro avrà il coraggio di dire la verità su gli USE ?

    • atlas
      11 Aprile 2019

      io. Sono il male assoluto. Con i giudei, la massoneria e la democrazia

  • Ale
    11 Aprile 2019

    Uff non sangue a assamge

  • atlas
    12 Aprile 2019

    IN UE DANNO RIFUGIO A TANTI FALSI E UNO VERO LO DANNO A CHI AVEVA LA SEDIA ELETTRICA

Inserisci un Commento

*

code