"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La UE richiede agli USA di essere esonerata dalle sanzioni

La Francia, la Germania, il Regno Unito e l’Unione europea hanno chiesto agli Stati Uniti di esentare le compagnie e gli individui dell’UE dalle sanzioni di Washington contro l’Iran.

“I ministri degli affari esteri e dell’economia e delle finanze di Francia, Germania, Gran Bretagna e Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza hanno deciso [in una lettera] di chiedere congiuntamente ai loro colleghi americani, il Segretario di Stato Mike Pompeo e il ministro Stephen Mnuchin, l’esenzione per le persone giuridiche e gli individui dall’UE dagli effetti extraterritoriali delle sanzioni secondarie statunitensi “, ha riferito un portavoce del governo dell’UE.

Secondo il funzionario, l’applicazione include “la conferma che le sanzioni secondarie non saranno applicate ai prodotti farmaceutici e alla salute” e “una richiesta di esenzione per settori chiave come l’energia, l’industria automobilistica, l’aviazione civile e i progetti infrastrutturali”. La lettera chiama anche per “garantire che [i canali bancari] e i canali finanziari rimangano”.

Queste misure, ha spiegato la fonte dell’agenzia, “mirano a ridurre i rischi che le sanzioni secondarie statunitensi possono comportare per le imprese e gli operatori economici”.

L’Unione europea ha criticato la recente decisione degli Stati Uniti di ritirarsi dal piano d’azione globale congiunto (JCPOA), noto anche come accordo nucleare con l’Iran, e ha affermato il suo impegno a sostenere il trattato a condizione che l’Iran rispetti i suoi obblighi. Gli analisti di Fort Russ News hanno sottolineato che la spaccatura tra Unione Europea e Stati Uniti sull’accordo con l’Iran è un segnale di una più grande crisi di atlantismo, ed è probabile che spingerà l’UE a perseguire politiche più indipendenti dagli Stati Uniti. Questo e altri recenti attacchi tra Stati Uniti e UE hanno portato a previsioni di una “guerra commerciale” su vasta scala tra America ed Europa.

Minstro iraniano Zarif con Mogherini

Da quando Trump ha dichiarato il ritiro unilaterale di Washington dall’accordo nucleare con l’Iran, gli Stati Uniti hanno usato le sanzioni per fare pressioni sull’Iran e fare pressioni sui loroalleati affinché seguano l’esempio. Il Tesoro degli Stati Uniti ha apertamente definito questa parte di una “campagna aggressiva” contro le Guardie rivoluzionarie iraniane.

Il 22 maggio, Washington ha imposto sanzioni a cinque membri di quest’ultima organizzazione iraniana, sostenendo che aveva fornito missili ai combattenti della resistenza di Houthi nello Yemen. In precedenza, il Tesoro sanzionava 6 persone, tra cui Valiollah Seif, il capo della Banca centrale dell’Iran, per presunti legami con le Guardie rivoluzionarie e Hezbollah, che Washington considera come un gruppo terroristico.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Sergei Leonov

*

code

  1. Fabio franceschini 2 settimane fa

    Destabilizzare Germania UE ed euro pare essere diventata la priorità USA spero che l’attuale governo italiano possa cogliere le opportunità che questo ci offre ma che lo faccia con grande sagacia ed equilibrio .ricordando che tedeschi francesi e uecrati sono quel che sono ma se anche sperare nella lealtà USA è un atto di fede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace