La UE protesta con Mosca per il treno inaugurato sul ponte della Crimea

Vladimir Putin ha inaugurato la linea ferroviaria che collega la Russia alla Crimea. Il treno ha percorso lo stretto di Kerch attraversando il ponte ed è arrivato alla stazione ferroviaria di Sebastopoli. Il treno, partito da San Pietroburgo, ha percorso 2.741 Km., superando nove regioni della Federazione Russa ed arrivando alle 14,00 ora locale. Il ponte che unisce la Crimea alla Russia è lungo 19 Km. ed era stato aperto al traffico automobilistico nel maggio del 2018.

Non poteva mancare un commento negativo da parte della Unione Europea che sostiene le rivendicazioni dell’Ucraina. Il portavoce dell’Alto rappresentante della Ue, Josep Borrell, ha dichiarato che l’apertura del ponte sulla Crimea al traffico ferroviario “costituisce una violazione della sovranità” di Kiev da parte di Mosca. Questo perchè lo stesso portavoce ha ribadito che ” la UE non riconosce l’annessione della Crimea alla Russia”.

Tale posizione permane nonostante che in Crimea ci sia stato, nel 2014, un referendum popolare per il ritorno della penisola alla Madrepatria Russa che ha segnato il 95 % di consensi all’integrazione. L’Unione Europea che non riconosce la Crimea russa è la stessa che ha riconosciuto la secessione del Kosovo dalla Serbia avvenuta per effetto di un intervento militare della NATO nel 1999. La UE fra l’altro non ha mai emesso una condanna sulle annessioni di fatto e proclamate di altri territori come il nord di Cipro da parte della Turchia e, in Medio Oriente, sulle annessioni effettuate da Israele sul Golan siriano e sulla Cisgiordania.

Le autorità ucraine considerano ancora la Crimea un territorio provvisoriamente occupato.

Ponte sulla Crimea

Mosca ha dichiarato in più occasioni che gli abitanti della Crimea hanno deciso l’integrazione alla Russia in forma perfettamete democratica e sulla base del diritto internazionale e della carta dell’ONU. La questione Crimea è definitivamente chiusa, ha affermato il presidente Putin.

Sergei Leonov

11 Commenti

  • Woland
    25 Dicembre 2019

    Quei mente-catti della UE non smettono mai di segnalarsi per oligofrenia, schizofrenia e analfabetismo.
    Naturalmente hanno torto marcio, ma persino se avessero ragione sulla sovranità ucraina della crimea avrebbero profferito una scemenza sesquipedale.
    Se un ponte ferroviario tra due stati è una violazione di sovranità, allora il tunnel della manica cos’è, un tentativo francese di invadere l’inghilterra?
    E la TAV sarebbe una violazione della sovranità italiana?
    Come diceva quella canzone? Vincenzo io ti ammazzerò, perché sei troppo stupido per vivere!
    Ecco, ogni burocrate europeo si chiama vincenzo.

  • Eugenio Orso
    25 Dicembre 2019

    La ue è l’epressione più pura del domonio, direi se fossi credente e non un ateo idelista come sono.
    Sicuramente, è il doppio maligno dell’Europa, inquinata dal neoliberismo anglosassone e ebereo.

    Cari saluti

    • Rudy
      26 Dicembre 2019

      Ho letto tutta la storia della guerra di Crimea dove sono morti e00.000 soldati russi. All’epoca l’Ucraina nemmeno esisteva. Sebastopoli è sempre stato il porto russo sul mar Nero e non dimentichiamo che grazie all’invio di un contingente piemontese ,Napoleone inviò le truppe per liberare l’Italia.

  • Mardunolbo
    25 Dicembre 2019

    Gli europoidi politici sono nella maggior parte mentecatti, veramente ! Manca la coerenza in modo spaventoso ! vadano a kag…
    “La questione Crimea è definitivamente chiusa. ” CONCORDO !

  • virginia
    26 Dicembre 2019

    secondo me tutte le discussioni che si possono fare sul malessere e il lamentarsi degli sgarbi che subiamo dai nostri governi non centrano il problema, siamo cresciuti come società solitari isolati e convinti che ogni nostra conquista a livello di libertà ( come l’abolizione della schiavitù il voto) sono stati tutti contentini che sono arrivati solo per portare un guadagno per i potenti. Mi interesso di politica tanto quanto ho compreso che il problema è alla radice. greta è stata messa solo per farci chiacchierare e distrarci dal problema fondamentale. secondo me la soluzione sarebbe quella di smettere di comprare spendere, mandare in crisi lo stato, e poi riprendersi tutto potremmo avere il pc di ultima generazione senza sbavare dietro alle ultime uscite che ci spacciano per tecnologia avanzata. gliela creiamo noi e mangiamo gli scarti. molti lo pensano ma ce ovviamente la paura di rimanere soli in questo cambiamento. lo fanno apposta maxi social zero possibilità di comunicare liberamente e ancora lavoriamo per questo.sarebbe facilissimo, riunire le famiglie invece che dividere i nonni dai figli. solo poche persone leggeranno questo post, rispetto alla mondialità che ci vorrebbe per cambiare il mondo. hanno creato i confini li portemmo distruggere, ma ci vorrebbe una complicità mondiale vera, un sogno molto probabilmente. mister robot era fico ma si potrà fare? l’area 51 divertente come specchietto per le allodole. smetteriamo di fare il gioco loro. abbaimo paura di rimanere senza cosa? blocchiamo ste fabbriche inquinati, greta non dice questo: per fare stare meglio il pianeta basterebbe pochissimo non far togliere la cannuccetta alla mc donald, me ne sbatto e ci rido sopra. molti mi diranno che ho ragione ma appunto che ci facciamo? siamo schiavi della tecnologia, ma ce lo continuiamo a dire, io credo che ci sono tante menti assopite. estraiamo noi i diamanti , potremmo tirare i soldi fuori dal nulla, ma mantenere il concetto dei soldi solo per rassicurare e rendere piu facile lo scambio, ma non ci sarebbe uno scambio perchè tutto il mondo sarebbe paese. ci faccimo la guerra perche ci fanno stare male, ci creano problemi. e poi la piramide in bosnia. rettiliani allunati, tutte fandonie come li volete chiamare, un popolo molto avanzato, voglio anche smettere di parlarne, ma veramente mi ha sconvolto. ci hanno sempre insegnato la storia dei vinti, si sentono sempre le stesse storie di cospirazione. secondo me sulla terra inizialmente c’era un popolo estremamente avanzato, le varie piramidi lo testimoniano e tutti lo pensano. successivamente ci fu un grande disastro naturale, che come in tutte le nostre serie apocalittiche, ha diviso gli uomini e messi in difficoltà e quindi siamo diventati cattivi ostili per il cibo, ma naturalmente. ma rallentati nel nostro sviluppo da chi ci vuole guadagnare e arriviamo rapidamente ai giorni nostri. tanti segreti che tengono nascosti, da tesla, alle piaramidi all’area 51. se prima i nostri avi non avevano i mezzi per comunicare il loro dissenso, ora li avremmo, ma sono controllati. snowden ha detto che ci spiano, e gli americani hanno detto, ora non vi spiamo più, ma chi ci crede. ma come facciamo ad uscirne. le capacità secondo me ora ci stanno, però serve uno capace con un’Intenzione. e ripeto che simo tutti divisi e impauriti di perdere quel poco che abbiamo, le briciole che ci danno. quanto ancora ci sarebbe da scrivere. vedetevi il pianeta verde.

  • Giuseppe
    26 Dicembre 2019

    La verità, Noi occidentali siamo abituati a esportare la democrazia in tutt’altro….usare un banale referendum noi pensiamo in grande.

  • atlas
    26 Dicembre 2019

    non solo, la questione non è mai stata nemmeno aperta e, parlando di treni in Russia …

    https://www.youtube.com/watch?v=1VPpOUZBv7g

  • eusebio
    26 Dicembre 2019

    La UE è controllata da Soros, come pure la NATO , il vecchio speculatore giudeo sta cercando di spingerla a muovere guerra alla Russia, in Ucraina ha imposto come premier il suo schiavo Pinchuk per poter saccheggiare meglio il paese ma la fazione sionista guidata da Kolomoisky, che si è riavvicinato a Putin, e quella ucronazista vicin a Trump stanno cercando di eliminarlo per mettere a capo del governo il capo ucronazista Avakov.
    Visto che ci sono e che Soros a livello nazionale è molto debole dopo aver eliminato Pinchuk potrebbero ocuparsi dello stesso Soros.

    • Pippo
      26 Dicembre 2019

      La invito cortesemente a smettere di usare il termine “Nazista” come fa lei, cioè in maniera impropria, inopportuna,e a casaccio, anche dove non c’entra nulla.Continuando cosi, si rende solo ridicolo e il suo commento perde di credibilità e veridicità.

      • atlas
        27 Dicembre 2019

        stai tranquillo: tutto ciò che riguarda oggi gli ukraini non ha nulla a che fare con l’idea del Nazional Socialismo dei lavoratori tedeschi di Adolf Hitler

  • Maurizio
    26 Dicembre 2019

    La vera capitale d’Europa è Mosca.

Inserisci un Commento

*

code