APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La Turchia richiede alle forze USA di abbandonare immediatamente Manbij (zona curda)

DAMASCO, SIRIA (05:35 PM) – Mentre le forze militari turche e alleate del cosiddetto esercito libero siriano (FSA) avanzano ulteriormente sulle posizioni curde nel nord della Siria, la Turchia ha invitato gli Stati Uniti a lasciare le proprie basi militari nel Distretto siriano di Manbij.

Gli Stati Uniti devono ritirare le truppe dalla regione settentrionale di Manbij in Siria e porre fine al loro sostegno alle milizie curde nella zona, lo ha richiesto in modo netto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu questo sabato.

Cavusoglu ha detto ai giornalisti sabato che gli Stati Uniti devono immediatamente ritirarsi dalla regione vicino alla città di Manbij, aggiungendo anche che Washington, che fornisce armi alle YPG, deve fermarsi. Il ministro degli esteri ha detto che la Turchia vuole vedere passi proattivi dagli Stati Uniti, non semplicemente promesse.

Il ministro turco Cavusoglu ha affermato che Ankara sta invitando gli Stati Uniti, i suoi alleati ufficiali della NATO, a cessare qualsiasi sostegno alle forze e alle milizie curde siriane.
La dichiarazione di Cavusoglu è arrivata poche ore dopo una chiacchierata telefonica ufficiale tra il portavoce presidenziale turco Ibrahim Kalin e il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense Herbert Raymond McMaster sull’invasione turca in corso nel territorio siriano.

Si dice che McMaster abbia promesso durante il discorso che gli USA non avrebbero più fornito armi alle milizie delle YPG, mentre entrambi hanno concordato di aumentare il coordinamento e chiarire “malintesi” sulla Siria.
Mentre sia la Turchia che gli Stati Uniti violano il diritto internazionale entrando in Siria con forze militari senza il permesso di Damasco o un mandato delle Nazioni Unite, entrambi i paesi hanno interessi molto diversi nel paese.

Forze turche in Siria

Da anni gli Stati Uniti forniscono armi e addestramento alle milizie curde nel nord della Siria, causando preoccupazioni per il fatto che Washington sta cercando do provocare un’eventuale secessione delle terre occupate dai curdi dalla Siria. D’altro canto, la Turchia, dopo aver sostenuto i cosiddetti gruppi ribelli moderati come la FSA almeno dal 2015, cerca attivamente di impedire l’esistenza di un’area controllata dal YPG fino al confine meridionale, poiché vede le unità curde siriane come affiliate del Partito dei lavoratori del Kurdistan, che è attivo in Turchia ed è considerato da Ankara un gruppo terrorista che minaccia la sicurezza del paese.

Fonte: Al Masdar News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. claudio 8 mesi fa

    Levatevi dal cazzoooo… ahahah.. ditemi voi se tutto questo non fa il gioco di assad e di putin.. quando li avrebbero cacciati dalla siria?? Mai!! O almeno non senza provocare una guerra mondiale.. ed invece sono i loro stessi alleati nato, la turchia, che in un rigurgito ottomano li sloggiano a calci nel culo dalla siria.. che figure demmerda… sempre peggio.. che poi è ” l’ immediatamente ” che mi fa veramente godere…ma non è che per caso ci sono terroristi curdi anche in zona raqqa e al tanf?? C’abbiamo il rotweiler erdoCan, glielo sguinzagliamo dietro e vedi come corrono.. mica possono sparare sui loro alleati, o no?? Almeno non pubblicamente..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kim 8 mesi fa

      Speriamo si sparino tra loro…
      – Turki + – usa = molto bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 8 mesi fa

        Secondo me e’ una mossa geniale dell’asse della resistenza ; gli americani e sodali sloggiati da un esercito nato, con i primi costretti ad abbozzare per non perdere la faccia e rivelare la vera natura dell’esercito nato : un semplice strumento mercenario che persegue chiunque si opponga alle multinazionali anglo-sioniste.Una Mandrakata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 8 mesi fa

    L’entusiasmo per l’azione militare turca in territorio siriano mi pare eccessivo.
    Il lato positivo è la frattura all’interno della nato fra il criminale Erdogan e gli americani, che potrebbe diventare insanabile, causando scontri militari diretti in Siria.
    Altro elemento positivo è il pacco tirato dagli americani ai curdi siriani, i quali hanno già chiesto l’intervento dell’esercito siriano per fermare le orde turcoidi.
    Ci sono, però, seri rischi che possono originare dall’azione armata ottomana – ramoscello d’ulivo! Che coraggio! – nel nord della Siria.
    Ad esempio, uno scontro fra l’esercito siriano e quello turco. In tal caso, gongolerebbero gli americani e i loro padroni elitisti, e ciò metterebbe la Russia in difficoltà nel gestire la cosa.
    Oppure, riuscendo i turchi nel loro intento contro la sola resistenza curda, una folle decisione di Erdogan nel continuare l’invasione in Siria, andando oltre Afrin e Manbij, rendendo inevitabile l’intervento siriano.
    Perciò, le bestie turcoidi-ottomane del boia Erdogan, più che essere il cavallo di Troia nella nato a vantaggio della geopolitica russa, potrebbero rivelarsi una variabile impazzita, foriera di nuovi conflitti destinati ad allargarsi.
    Tanto più che il criminale sultano di Ankara ha dichiarato di voler voler intervenire manu militari contro il PKK anche in Iraq, il che complicherebbe le cose e aumenterebbe i rischi di conflitto generalizzato.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenio Orso 8 mesi fa

      Rinforzo la mia ipotesi di ulteriore espansione dell’azione militare illegale dei bastardi turcoidi in territorio siriano.
      Da Sputnik:

      https://it.sputniknews.com/mondo/201801285576735-idlib-erdogan-offensiva-truppe-turche-erdogan/

      Erdogan: possibile offensiva delle truppe turche a Idlib

      Le truppe turche possono avanzare in profondità nel territorio siriano in provincia di Idlib, ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan durante un discorso a Kocaeli.

      Il leader turco ha sottolineato che l’operazione militare ad Afrin continua. “Se Allah lo permetterà, arriveremo ad Idlib” ha detto il presidente, che ha sottolineato che l’intera nazione si è unita per l’operazione ad Afrin, come il 15 luglio 2016, dopo un anno dal tentativo di colpo di stato militare nel paese.

      La Turchia ha annunciato l’inizio dell’operazione “ramo d’ulivo” contro i curdi in Siria ad Afrin il 20 gennaio. Insieme alle truppe turche ci sono le forze dell’esercito siriano libero.

      Il governo siriano ha condannato l’azione di Ankara ad Afrin, affermando che la regione è parte integrante del paese. La Russia ha invitato tutte le parti alla moderazione e al rispetto dell’integrità territoriale della Siria.

      Cari saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eugenio Orso 8 mesi fa

        Avanzo ancora un’ipotesi:
        La criminale e illegale azione armata turcoide-ottomana è volta a sottrarre territorio allo stato siriano, impedendo una sua piena vittoria – e una piena vittoria russa, non dimentichiamolo – nella guerra di liberazione del paese dai terroristi e dalle orde straniere occupanti,
        Potrebbe essere – è una mia ipotesi – che dietro le quinte lo scarto di verme turco Erdogan – abbia concordato l’azione con gli americani, per creare un’altra grande sacca, in Siria, fuori dal controllo di siriani e russi, fermando, così, la loro avanzata. Ciò nonostante l’apparente imminenza dello scontro fra gli usa e la turchia, per la questione curda …
        Putin e i suoi hanno fatto male, a mio avviso, a non lavorare alacremente, negli scorsi mesi e anni, per destabilizzare la turchia, armando fino ai denti PKK, estremisti di sinistra e altri, perché ora si ritrovano davanti una minaccia non da poco.
        Credo che dietro ci siano gli americani, che sperano in uno scontro diretto – non fra loro e la soldataglia del boia Erdogan – ma fra l’esercito siriano, che i russi non potranno non appoggiare, e i turcoidi. Il brutto è che ciò accadrà proprio in territorio siriano, compromettendo la liberazione piena del paese e scalfendo la vittoria.

        Cari saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio 8 mesi fa

          Non sono d’accordo.. a mio avviso erdoCan non ha interesse ad avere la curdaglia intorno ai confini turchi e lo sta dimostrando, quindi Putin ha fatto bene a non destabilizzare la turchia in quanto, nonostante le purghe recenti, questa sarebbe inevitabilmente caduta in mano ai gullisti e di conseguenza agli usraeliani. Il turco è già stato avvisato di non minare l’integrità siriana e, al contrario tuo, io penso che tale strategia possa essere stata sottoposta al summit di astana.. vediamo.. semmai vedremo se aveva ragione il veggente greco paissos che prevedeva una guerra turco russa.. ma al momento questa è l’unica via per cacciare gli americancri dalla siria senza far scoppiare la terza e ultima guerra mondiale, non ci sono tante alternative.. da qui il mio entusiasmo..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Eugenio Orso 8 mesi fa

            Rifletti bene. Ho riportato un breve articolo di Sputnik, fonte attendibile, in cui Erdogan minaccia di continuare l’invasione, dopo Arbil, cercando di occupare Idlib prima che la liberi l’esercito siriano.
            A est, in territorio curdo-siriano, gli americani stanno addestrando una milizia mercenaria di trentamila unità (probabilmente anche con scarti isisi e jhadisti) per impedire l’unità della Siria e una sua completa liberazione, con appoggio russo.
            A chi converrà il tentativo della soldataglia turcoide bastarda di occupare Idlib? Sicuramente anche agli americani. Molto meno, credo, ai russi e agli iraniani, oltre che al legittimo governo siriano.

            Cari saluti

            Mi piace Non mi piace
  3. claudio 8 mesi fa

    Eugenio, ho letto l’articolo su sputnik anche prima del tuo comunque apprezzabile intervento ma resto dell’idea che i 30mila che volevano preparare gli yankees fossero curdi e quindi sgraditi ad akara.. restano sul tavolo gli imbarazzi di maddog mattis e le retromarce della diplomazia a stelle e strisce.. il turco preferirebbe trovarsi i siriani come dirimpettai e non uno stato canaglia..sono altresi convinto che Putin possa e riesca a disinnescare erdocan ma ti ripeto sotto forma di domanda: come scacceresti gli usraeliani dal curdistan o dalla zona occupata di raqqa.. io non ho idea, se ne hai tu ben vengano..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenio Orso 8 mesi fa

      Potrebbe bastare, nei fatti, un repentino cambio di campo dei curdi siriani (che, però, non mi paiono compatti …), visto che sono stati abbandonati dagli americani nel cantone di Afrin.
      Inoltre, gli americani hanno già abbandonato al loro destino i curdi irakeni, che non hanno potuto tenere Kirkuk e altri territori (non curdi) che costoro occupavano.
      Forse i curdi cominciano a capire che gli americani, nei loro confronti, stanno usando l’usa e getta …
      Se non sbaglio, il “cattivo” Assad, avrebbe proposto ai curdi un’ampia autonomia pur di tenere unita la Siria.

      Cari saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 8 mesi fa

        Figurati se i curdi imparano dai loro errori.. non è mai successo. La loro aspirazione è fin troppo facile immaginarla, un kurdistan riconosciuto dall’onu, sono al livello dei palestinesi, senza patria, per cui sono troppo facili da abbindolare.. e comunque a raqqa noi troviamo l’esercito yankee che ci vuole far credere di aver vinto i terroristi e con quella falsa medaglia al collo è difficile sloggiarli.. sono li per la ” sicurezza ” di israele, per interrompere la mezzaluna sciita da teheran a beiruth, non se ne andranno mai, fidati, sono li apposta..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 8 mesi fa

          Credo che il veggente greco abbia ragione ! ” e della Turchia rimarra’ solo il ricordo e della popolazione rimarranno solo avanzi e molti fuggiranno ad est, sui monti…”
          E’ quello che auspichiamo e che , penso anche la Germania si auguri , data presenza di 6 milioni di turchi sul suo territorio . Per questo anche nella serei tv dei poliziotti autostradali, la tv tedesca per fare onore alla “multiculturalita’” ha inserito il turchetto tra i protagonisti…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. atlas 8 mesi fa

    sono d’accordo su tutto con l’egregio Eugenio Orso: mai fidarsi di un merdogan qualunque. E cmq il cancro sta sempre a Tel Aviv. Chissà cosa stanno studiando ancora per prolungare la metastasi. Io ho i miei limiti, ma Putin ne ha meno di me e sa quel che fa; continuerà la ricerca contro il cancro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio 8 mesi fa

      Che c’entra la fiducia in merdogan?? Nemmeno io ne ho, sto solo giudicando il S.A.C. lo stato attuale concreto della situazione. Ed è innegabile che il turco ha intimato agli yankees di andarsene. Se questi se ne vanno ci fanno un piacere a tutti. Che poi si inventino qualcos’altro per restare è un altro paio di maniche, infatti ho chiesto al caro orso di trovarmi una soluzione migliore per scacciare sti rompicoglioni dalla siria MA NON HO RICEVUTO RISPOSTA E NEMMENO TU SAI PROPORRE UNA ALTERNATIVA.. questo vuol dire che il piano potrebbe essere stato studiato pro domo mea ad astana da putin e, cosa ANCORA PIÙ EVIDENTE, NEMMENO I CANI GIUEOAMERICANI SANNO TROVARE UNA ALTERNATIVA.. in ultimo dico che ognuno è libero di vederla alla sua maniera e che potenzialmente tutti potremmo avere ragione ma io ho fatto almeno 3/4 volte una domanda specifica a cui nessuno sa rispondere.. a me poco importa di voler cambiare il vostro punto di vista ma attendo fiducioso una risposta concreta..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 8 mesi fa

        Aggiungo anche per il caro mardunolbo: se si verificasse la situazione auspicata da te, non credi che a quel punto saremmo al capolinea dell’umanità?? O putin e trump si alleano e radono al suolo la turchia per conto di israele ( non lo escluderei a priori ) oppure la nato reagirebbe all’attacco russo provocando una guerra mondiale.. non nego che vedere certe nazioni annientate non mi dispiacerebbe, ma inizierei da israele poi arabia saudita e tutti i paesi wahabiti, poi l’america e poi vediamo.. comunque quello prospettato da mardunoldo non è uno scenario facile da gestire, per niente..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. atlas 8 mesi fa

        e secondo te un merdogan qualunque è in grado di dettare condizioni agli ameri cani ? Saranno pur odiabili ed esecrabili, ma sono sempre un qualcuno. Purtroppo. Quindi sono sicuro che sta recitando una farsa alla Dario Fo. Io sono convinto che in tutte le cose ci voglia equilibrio, quello che posso proporre io come alternativa dall’ordinatore elettronico stando al caldo a casa mia ripeto che ha i suoi limiti, soprattutto in una situazione complicata come quella Siriana. Diffido quindi delle sicurezze che hanno altri che non hanno il pulsante per ordinare un attacco atomico tra le mani a proporre soluzioni che non dovrebbero essere altro che caute; quantomeno. Non peraltro Gesu secondo i Musulmani Sunniti si manifesterà a Damasco poco prima della fine dei tempi. E in Siria oggi c’è praticamente tutto il mondo. Posso solo scrivere quello che mi auspicherei : una Turchia che condanni a morte merdogan e metta fuorilegge il suo partito wahhabita salafita ed esca dalla nato e prenda la via della Russia. MA VERAMENTE PERO’. E per fare questo ci vogliono svolte straordinarie che per ora solo l’Egitto è riuscito a fare: per forte tradizione militare più che altro, sin dai tempi di Gamal Abdennasser. In Turchia militari kemalisti ci sono, ma sono stati messi tutti in galera. Altra farsa quella del tentativo di colpo di stato. In Tunisia invece non vi è una forte tradizione militare di governo e sono nella stessa situazione della Turchia, con lo stesso partito della confraternita al governo, ovvero pochi ignoranti e corrotti che comandano interi popoli in dissenso tramite appunto un colpo di stato (2011). Le mosse di usa e Tel Aviv, dal punto di vista del loro interesse, non sono state cretine, non ignoriamo la realtà solo perché non ci piace. Attendiamo le mosse Russe, vedremo se riusciranno a modificare l’assetto di quei regimi ingiusti e barbari

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. claudio 8 mesi fa

          Atlas, ma ti senti bene, si?? I soldati kemalisti messi in galera in turchia sono quelli gullisti, hanno combinato un macello con questi, chi in carcere, chi morto, chi in mezzo ad una strada.. e tu pensi che questi appoggerebbero chi gli ha fatto saltare il piano?? Boh?? Io non voglio andare oltre e offendere nessuno, può pure darsi che io abbia capito male, ma tu mi preoccupi.. i turchi poi non sono wahabiti in senso stretto, si, sono protettori dei fratelli mussulmani, ma gli stessi sono tra i principali sostenitori dell’islam politico non gradito a riyad dove pensano di essere Dio.. o sbaglio??Gesù per me può manifestarsi dove vuole, basta che lo faccia perchè mi sono rotto il cazzo di vedere la piega che ha preso questo mondo, anche alla luce del fatto che dovrò lasciarlo a mio figlio e votrei fosse il migliore possibile per lui..dulcis in fundo o in cauda venenum: non è che merdogan ha la forza per comandare gli yankees, è la situazione che si è creata che fa si che merdogan comandi gli americani di togliersi dai coglioni, lo stesso è capitato ai russi.. sono le contingenze che decidono.. ma a te, a forza di leggere notizie sul medioriente, ti deve essere rimasto qualche tappeto volante sugli occhi.. E COMUNQUE, CARO ATLAS, ANCORA NON MI HAI RISPOSTO ALLA DOMANDA SU COME FARE A SCACCIARE GLI YANKEES DALLA SIRIA.. Quindi, invece di tergiversare in tentativi di voler aver ragione fammi la cortesia di darmi la tua opinione in merito.. ripeto: come ( cazzo ) fareste voi a scacciare gli americancri dalla siria… pago una cifra se avete una idea alternativa alla mia.. pensa un pò…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. claudio 8 mesi fa

            X luciano lago: carissimo luciano, noi ci siamo conosciuti a roma ad una manifestazione con ouday ramadan, sto cavolo di codice captcha ha rotto il cazzo oltre il lecito.. non puoi scrivere 2 righe che è scaduto e lo devi ricaricare.. non c’è un sistema più semplice??

            Mi piace Non mi piace
          2. Redazione 8 mesi fa

            Se ci sono problemi con il codice, invia una mail direttamente a info@controinformazione.info

            Mi piace Non mi piace
          3. atlas 8 mesi fa

            sono d’accordo con te sul codice captcha, per il resto devo studiare molto ancora, non sono in grado attualmente di competere a questi livelli così alti

            Mi piace Non mi piace
          4. atlas 8 mesi fa

            posso solo significare, da Musulmano Sunnita, che la confraternita è salafita: salafita di sinistra? E i wahhabiti sono di destra ? Per me non cambia molto, ho i miei limiti, lo ripeto ancora, non riesco a guardare oltre, non credo a destra e sinistra, alle zuffe tra Obama e Trump o a quelle tra Qatar e Arabia Saudita, credo molto riduttivamente che alla fine sia un senso unico, ognuna delle parti forma una delle strisce sopra e sotto la stella di David, la grande Israele che va dal Nilo all’Eufrate; basta leggersi il commentario scritto dal carcere dall’ideologo politico Sayd Qutb in Egitto per rendersi conto degli elementi di credo antropomorfico giudaico ivi presenti. Quindi se in Turchia, Tunisia ed Egitto vi è meno della metà della società che stà con la fratellanza filogiudaica confluente nel PD americ ano, vi è almeno più della metà che non lo è ed è Sociale e Nazionale per questo accennavo all’equilibrio. Poi io sono di parte, sto con la Russia, starà a quest’ultima valutare come intervenire per disarticolare e stabilizzare così come i suoi nemici destabilizzeranno ed articolizzeranno. E’ tutto un equilibrio, ognuno per il proprio interesse. Mio figlio ha ormai 15 anni, non credo abbia molto futuro innanzi a se; gli sto insegnando che i soldi e le belle donne sono le cose migliori della vita e che cerchi di godersele finchè ne ha il tempo, come ha fatto suo padre sin da giovanissimo tra una repressione e un’altra da parte del regime democratico

            Mi piace Non mi piace
  5. Mardunolbo 8 mesi fa

    Che tristezza, Atlas ! che cupaggine ! piuttosto insegna a tuo figlio a cercare la strada della Verita’. I soldi finiscono, le belle donne te li succhiano via insieme al seme di vita ed alla vita stessa…
    Chiedo scusa se mi permetto, poiche’ potresti rispondermi che a tuo figlio insegni quel che cacchio vuoi, con ogni ragione….Ma ritenendomi ben piu’ vecchio di molti qui, chiedo il permesso di poter dire quali ideali instillare in un giovane dato che personalmente non ho potuto crescere nessuno se non figli di amici ed amiche.
    La verita’, quella stessa parola che P.Pilato chiese a Gesu’ dove fosse.
    E’ una strada ricca di sorprese e densa di conoscenza. cercarla conviene a chiunque e prima si inizia (giovane) meglio e’.
    Saluti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 8 mesi fa

      La Verità per me è uno dei 99 Nomi di Allah, i più belli, ed ogni lettera del Sacro Corano. Convengo sulla tua tristezza, i soldi e le belle donne non sono tutto se non c’è la salute. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 8 mesi fa

        Nemmeno io mi faccio infinocchiare dal destra-sinistra, non ci tengo assolutamente a questo squallido teatrino, tanto non cambia nulla perchè si tratta sempre dello stesso padrone.. io nemmeno voto.. ringraziando Iddio sono fascista e non riconosco altra repubblica italiana che quella sociale RSI… figurati un pò.. per cui per me le leggi razziali sono legge di stato, gli yankees sono nemici invasori ed il comunismo un mio acerrimo nemico.. ovvio che al giorno d’oggi preferisco Putin il quale a mio modo di vedere non è comunista ma nazionalsocialista, solo che poi vedo quella stella rossa, simbolo giudaico, e mi cascano le braccia..però incarna un ideale di vita che preferisco, valori cristiani, amore per la vita, vita intesa come vita degli uomini di questo mondo, non fa politiche di morte come il cosiddetto occidente, ha rispetto per la vita, come Mussolini ed Hitler.. i quali portavano avanti gli ideali della famiglia ( tradizionale, non ne esiste un’altra.. e purtroppo ora lo devo specificare.. ) dei figli come futuro della nazione.. pure io ho un figlio che tra pochi giorni fa 15 anni, per cui ci capiamo bene.. a lui dedico la cosa più preziosa di questo mondo, il tempo.. gliel’ho sempre dedicato.. ed è chiaro che sono preoccupato per il mondo demmerda che gli lascerò.. i miei non avevano la percezione che ho io del mondo in cui viviamo, non potevano averla, oggi c’è molta più informazione ma nonostante questo la maggior parte vive come zombies, dorme d’in piedi.. mio figlio no, gli ho spiegato le cose come stanno, almeno quello.. però, e concludo, non sono il tipo da accettare questo stato di cose, sono pronto a lottare veramente per dare un futuro migliore a mio figlio e al mondo intero..so chi è il vero nemico dell’umanità e son pronto a combatterlo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 8 mesi fa

          letto questo tuo ultimo commento penso che idealmente e politicamente proprio nulla ci separa, forse solo il credo personalissimo, individuale ed intimo nella Divinità. Aggiungo che sono fortemente antimarxista, ma non anticomunista. Per Benito Mussolini, Socialista Nazionale, i Comunisti che avessero riconosciuto i valori del Patriottismo erano tutti dei potenziali Fascisti. Di sbieco, spiegandomi anche per Mardunolbo di cui sopra, l’Islam non mortifica la carne, ma certo vi sono Leggi e regole. Leggi, quelle di questo sistema suinocratico, che non riconosco; mi riconosco molto invece nella visione politica di Franco Freda e come lui ho provato cosa vuol dire il carcere speciale d’isolamento per cui al di la di ogni ragionevole dubbio il riferimento a soldi e belle donne non è puramente materiale come appare, bensì una forma di trasgressione contraria e di dissenso morale. Concludo che la disamina sulle proposte di riforma in società mediorientali accennate deriva dalla presa diretta: ho vissuto mesi in Egitto (dove sono stato pure arrestato perché ai tempi ero contro Mubarak) e in Tunisia anni. La mia analisi può non essere infallibile quindi, ma non è certo frutto di notizie lette o almeno non solo. Per quanto riguarda l’Egitto però ho avuto ragione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. atlas 8 mesi fa

            (conosco anch’io di persona Ouday ramadan, gran bella persona)

            Mi piace Non mi piace
          2. claudio 8 mesi fa

            Se mi parli di franco freda vuol dire che così ignorante in materia non lo sei proprio.. tanto non ci avevo creduto.. 🙂 comunque si, ci sono moltissime affinità così come è normale che ci siano tra persone concrete che aspirano alla giustizia sociale e la cosa mi fa piacere. Dovremmo qui, in questo dotto consesso, pensare ad un VERO E GIUSTO nuovo ordine mondiale basato sui principi del rispetto per la vita e della cultura tradizionale dei popoli..

            Mi piace Non mi piace
  6. atlas 8 mesi fa

    la circolazione delle idee è importante e costruttiva ed ogni mezzo può rivelarsi utile, ma ci sarà sempre chi distrugge o tenterà di farlo, fondamentale è metterlo in condizioni di non nuocere. Recita un saggio proverbio Arabo : ‘se su un’imbarcazione in mare aperto penetra dell’acqua e il comandante prende un martello e inizia a fare un buco per farla uscire … DEVI FERMARLO’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 8 mesi fa

      ignorante ? Cerco solo di esserlo il meno possibile. Accanto al letto ove riposo ho Il Sacro Corano in Arabo e la sua traduzione in un italico comprensibile a tutti (io sono delle Due Sicilie, la colonia d’italia, non aspettarti mai oggi un mio riconoscimento verso gli occupanti) e poi il Mein Kampf. Ma è quando sono esausto che mi ristoro con ‘la disintegrazione del sistema’ di Franco Freda che considero il miglior politico italico attuale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 8 mesi fa

        Era uno scherzo seguendo un tuo commento precedente dove dicevi che non potevi competere a livelli così alti, non mi sogno certo di darti dell’ignorante così.. c’era poi la faccina che evidenziava lo scherzo al quale io non avevo creduto.. conosco la Storia atlas e conosco molto bene le vicende che hanno portato alla distruzione di una potenza economica come il regno delle 2 sicilie e l’uccisione in perfetto stile giudeo di migliaia e migliaia di persone, il perchè ed il percome.. non posso che essere d’accordo con te, ma queste cose, come sempre, sono passate molto in alto sopra alle teste degli italiani di allora, esattamente come capita oggi.. ecco perchè dovremmo cambiare le cose, per farle andare secondo il criterio degli uomini e non quello dei criminali. Io sono assolutamente convinto che il sistema per far funzionare le cose sia già stato inventato ed è il Fascismo, al quale basta dare una riscaldatina ed è pronto per il consumo.. freda è un grande.. tra gli autori a me cari spicca Celine..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 8 mesi fa

          le Due Sicilie durante il Governo Fascista rimasero al loro posto, in gran parte fedeli all’idea, tendenzialmente Mediterranea, ma anche Europea. D’altronde è stato l’unico sistema politico dal 1861 che ha garantito eguaglianza in diritti e doveri a tutti i popoli italici. Poi nel dopoguerra persa abbiamo invaso le Istituzioni già Fascistizzate Mediterraneizzandole e di cui anch’io feci parte con compiti di polizia sino a quando non vi penetrò direttamente BerLuxCohen e la lega nord. Per me fu impossibile rimanere a combattere il sistema dall’interno e me ne misi fuori. Diverso fu l’atteggiamento di gran parte di altre regioni, come l’Emilia Romagna, la Liguria, la Lombardia, la Toscana, le Marche. Popoli che villipesero il cadavere di Mussolini meritano solo di essere sbranati dai cani. E’ quello che sta accadendo. A parte Terza Posizione non ricordo altri Movimenti Puri. Infatti arrivarono i servizi di sicurezza e i nar ad eliminarli, anche all’estero, a parte Adinolfi e Fiore a cui ho fatto anche da autista. Vi ho militato, in FN, sino a quando non mi sono stufato dell’eccessivo ‘papismo’ e presi atto della loro posizione nei confronti di pravy sektor e svoboda. Se sei contro la Russia sei con la nato. Tutti o quasi a prendere soldi da cia e mossad in nome ‘dell’anticomunismo’ la c.d. destra del dopo guerra. Quindi chi oggi si dice fascista solo perché la fidanzata lo ha abbandonato mi mette dubbi. Credo sia l’autoritarismo massone che strumentalizza l’italico sentimento Fascista. Destra (capitalismo), centro (democrazia), sinistra (marxismo), sono 3 lati dello stesso triangolo. Oggi c’è la rete da cui acquisire controinformazione, io negli anni ’70 non l’ho mai avuta per cui credo si debba sfruttarla costruttivamente per studiare, studiare e ancora studiare. L’azione efficace prescinde da una pianificazione e preparazione politica ed ideologica efficace. Lento vuol dire preciso: preciso vuol dire veloce. Sono ottimista, ma anche realista: il resto d’italia è perso: troppo inquinamento, troppe menti disturbate dalla violenza del sistema, troppa colonizzazione culturale. Per le Due Sicilie si potrebbe ancora salvare il salvabile dati i vincoli civili che in parte ancora resistono, ma anche lì, ci vorrebbe un miracolo a mandare via gli ameri cani da Napoli e Sigonella e farci venire i Russi. Credo che il mio futuro sarà nella Siria di Bashar Al asad, ci sono tante belle e giovani vedove del Partito Nazional Socialista Siriano che mi aspettano …

          Rispondi Mi piace Non mi piace