La Turchia di Erdogn minaccia la Grecia e Cipro mentre Bruxelles si gira dall’altra parte

Grecia e Cipro chiedono aiuto all’Unione Europea per la disputa sulle risorse del Mediterraneo con la Turchia, ma Bruxelles mostra una mancanza di spina dorsale, come sempre.

Una disputa sul diritto di sfruttare le acque territoriali nel Mediterraneo è diventata dura dopo che la Turchia ha respinto gli sforzi guidati dalla Germania per riconquistare la fiducia. Ora Grecia e Cipro chiedono aiuto all’Unione Europea (UE).

Mentre Grecia e Cipro affrontano un problema delle dimensioni della Turchia su chi può o non può sfruttare le risorse di petrolio e gas del Mediterraneo orientale, se vogliono un aiuto per risolvere il problema, non si sa da dove possa venire.

Una dichiarazione dell’UE dopo che la Turchia ha inviato una nave di ricerca per condurre test sismici nelle acque contese intorno all’isola greca di Kastellorizo ​​potrebbe aver spinto Atene a convocare una riunione di emergenza dei ministri degli esteri questa settimana, ma alla fine mostrerà la mancanza di spina dorsale che il blocco dimostra quando ha a che fare con il suo vicino turco canaglia.

Il portavoce per gli affari esteri della Commissione europea ha definito gli eventi “estremamente preoccupanti”, ma poi si sono indeboliti come un tè freddo e al latte.

“Quello che devi fare è impegnarti a risolvere tutti i problemi aperti in conformità con i principi delle relazioni di buon vicinato, del diritto internazionale e dell’impegno positivo”, ha affermato Peter Stano.

È improbabile che ciò abbia un grande effetto sul presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che è pienamente consapevole delle rivendicazioni territoriali della Grecia e di Cipro sulle acque circostanti le loro isole, ma interpreta tali affermazioni in modo molto diverso.

“Non possiamo permettere [alle nazioni] di ignorare un grande paese come la Turchia e cercare di imprigionarci sulle nostre coste”, ha detto lunedì.

Erdogan vuole sfruttare i mari della Grecia e di Cipro

Guarda una qualsiasi mappa della regione e vedrai da dove proviene. La Zona Economica Esclusiva garantisce alle nazioni la sovranità sui mari fino a 370 km dalla loro costa.

Con così tante isole nel Mar Egeo in vista della Turchia continentale, i greci sono in costante disputa con il loro vicino, contando sul buon senso e sull’interesse reciproco per raggiungere un accordo. Ma quando la Turchia arriva alla conclusione che i colloqui non stanno andando da nessuna parte, semplicemente si disconnette e va per la sua strada.

Un accordo che ha firmato con il governo sostenuto dalle Nazioni Unite a Tripoli lo scorso anno ha diviso le acque tra la Turchia e la travagliata nazione nordafricana, ignorando l’esistenza dell’isola greca di Creta, che si trova al centro dell’area.

È questo tipo di comportamento che disturba Bruxelles, ma allo stesso tempo è praticamente impotente a fare qualsiasi cosa per far giocare Ankara in modo corretto. Le minacce contro la Turchia generalmente non equivalgono a nulla.

Quando Erdogan ritiene che l’UE sia irragionevole, e questo è il più delle volte, solleva il ricatto di aprire le frontiere della Turchia all’UE e incoraggiare un’ondata di immigrati dalle regioni devastate dalla guerra dell’Iraq e della Siria per raggiungere l’Unione europea, capitali a sua scelta. È una tattica semplice ma funziona sempre.

Ha funzionato per la prima volta nel 2016, quando era turbato per la cessazione dei colloqui di adesione all’UE, e ha adottato lo stesso approccio nel febbraio di quest’anno, di fronte alla pressione interna del grande volume di migranti in arrivo in Turchia e Sentiva che Bruxelles non stava prestando abbastanza attenzione, o denaro, per il suo aiuto.

E, naturalmente, ha funzionato nell’ottobre dello scorso anno, quando ha cercato di evitare la condanna per le sue incursioni nella Siria settentrionale controllata dai curdi. Dopo quella mossa contro Damasco, il presidente non avrebbe potuto rendere più chiaro il suo disprezzo per l’autorità di Bruxelles.

Il suo commento all’epoca era: “Hey, UE! Svegliatevi. Ripeto: se cerchi di inquadrare la nostra operazione lì come un’invasione, il nostro compito è semplice: ti apriremo le porte e ti invieremo 3,6 milioni di migranti ”.

La risposta a quella dall’UE? Qualche sopracciglio inarcato a Bruxelles, qualche clic di lingue e … niente di fatto.

E questo nonostante le azioni di Erdogan in più occasioni siano state definite “inaccettabili” dalla cancelliera tedesca Angela Merkel e dal ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio, quando è stato detto loro che “le minacce non servono”. e l’ex commissario europeo per la migrazione, Margaritis Schinas, ha avvertito che nessuno può “ricattare o intimidire l’UE”. Nessuno, cioè, tranne il presidente Recep Tayip Erdogan.

Questo perchè Grecia e Cipro possano lanciare l’allarme quanto vogliono nei corridoi del potere, mentre cercano alleati forti e potenti per lottare per il loro diritto di sfruttare petrolio e gas nel Mediterraneo orientale. Ma ci vorrà qualcuno pronto a resistere a Erdogan, qualcuno che ascolta, se vogliono raggiungere una soluzione reciprocamente soddisfacente a questa crescente controversia.

Quando la Germania ha assunto la presidenza di turno del Consiglio dell’UE, ha promesso di familiarizzare con le relazioni con la Turchia. È vero, è riuscito a negoziare un breve periodo di calma, ma che si è concluso bruscamente la scorsa settimana, in seguito alla firma di un accordo marittimo tra Grecia ed Egitto che Ankara ha detto dimostrava che non ci si poteva fidare di Atene.

La Turchia ha immediatamente organizzato ulteriori studi sull’area contesa e ha annunciato che avrebbe rilasciato licenze turche di esplorazione e perforazione sismica entro la fine del mese. Anche la pressione è aumentata, con diversi funzionari governativi che hanno twittato le immagini dei caccia e delle navi da guerra della loro nazione schierati in mare.
“Ogni goccia della nostra patria azzurra è sacra”, ha twittato uno, dando una chiara indicazione del cambiamento di umore.

Questo non è un buon segno per la Germania, poiché cerca di soddisfare la sua ambizione di ristabilire i legami tra Bruxelles e Ankara, quando le possibilità di successo sembrano essere letteralmente in alto mare mare.

Nota: La UE si dimostra impotente e del tutto incapace di far pesare la sua presenza. D’altra parte non si può pretendere che una costruzione burocratica come quella della UE abbia altre funzioni se non quelle di gestire gli interessi delle oligarchie economiche e delle lobby che la controllano.

Fonte: RT News

Traduzione e nota: Luciano Lago

24 Commenti

  • eusebio
    12 Agosto 2020

    La Turchia è sull’orlo della bancarotta e cerca un successo esterno per evitare una sollevazione interna, la lira turca sta crollando rispetto a euro e perfino dollaro, la moneta più screditata del pianeta, forse peggio della lira turca sta solo la grivna ucraina, l’inflazione in Turchia supera l’11%, i Turkey 5 Years CDS sui mercati sono dati a 571 mentre gli Ukraine 5 Years CDS sono dati a 540 quindi la Turchia è considerata uno stato più fallito dell’Ucraina, normale che ErdoCane non trovi di meglio che aggredire i cristiani infedeli.
    Se la UE e gli USA non fossero colonie dei sionisti, i quali hanno probabilmente hanno promesso ai wahabiti che gli faranno islamizzare Occidente, Russia e Cina in cambio del via libera ad Eretz Israel, e meno male che gli sciiti ne sarebbero le prime vittime e si oppongono, assieme a Russia e Cina, non sarebbe difficile smembrare la Turchia creando un grande Kurdistan perennemente in guerra con Ankara.
    Del resto la grande manna del petrolio per il mondo islamico sta passando, pure l’Arabia saudita è sull’orlo della bancarotta a causa del crollo delle entrate del petrolio e sta alzando tasse e prezzi delle merci, tra poco anche il regno saudita andrà in frantumi.

    • killuminati
      13 Agosto 2020

      Voi ebrei fallirete presto

  • Eugenio Orso
    12 Agosto 2020

    I crucchi, ai tempi della prima guerra mondiale, hanno tenuto in vita l’impero ottomano, ormai moribondo. Il vero comandante militare degli ottomani era il prussiano liman von sanders (missione militare tedesca), l’aviazione ottomana aveva aerei tedeschi e piloti tedeschi e anche le armi di soldati e ufficiali erano crucche …
    Cosa ci aspetta da berlino, oggi?
    Gli obbiettivi dei crucchi non sono cambiati, dal novecento ai duemila, solo che oggi le armi sono l’euro, le storiche alleanze scomode, come quella con la turchia, e l’oppressione dei paesi dell’Europa mediterranea, fra i quali la Grecia, minacciata dalle orde turcoidi (sostenute dai crucchi!).
    La posizione italiana lasciamola perdere e ignoriamo la nullità di maio, perché l’Italia e un paese occupato e di maio, agli esteri(!), solo un piccolo buffone …

    Cari saluti
    .

  • Mardunolbo
    13 Agosto 2020

    Quel che mi meraviglia in questa situazione è che la profezia del monaco Paisios, del Monte Athos, pare sia realtà !
    Infatti questo monaco, morto da poco, ha espresso le sue ipotesi profetiche parlando della Turchia che si sarebbe fatta aggressiva contro la Grecia, fino a minacciarne i confini…
    Ma la Russia sarebbe intervenuta pesantemente, avrebbe schiacciato la Turchia che verrebbe annichilita e frammentata in pezzi..
    Ben vengano questi tempi ! Il resto ognuno può goderselo cercando profezie del monaco Paisios….e amen.

    • Cris P. Giuliana
      13 Agosto 2020

      Mi permetto solo una correzione, Santo Paisios non ipotizzava, ci consegnò le ‘profezie divine’ come le ebbe in visione e trascritte di suo pugno negli anni ’90, prima del suo trapasso verificatosi nel 1994. Inoltre, le sue profezie erano in continuità spirituale e sostanziale di contenuto con le profezie di altri Santi maggiori e precedenti della Cristianità Ortodossa, andando indietro nel tempo fino all’ Apocalisse di San Giovanni e in seguito alla caduta di Costantinopoli, capitale della Cristianità Ortodossa. Caduta alla quale lavorarono per secoli le forze papali eretiche, Venezia e i franchi del nord Europa. Secondo questi Santi saggi, la caduta di Costantinopoli e il passaggio dei ‘saperi’ nelle mani degli eretici cattolici fece sì, che il mondo occidentale prendesse la piega anti-spirituale e materialista, i cui risultati sono oggi ampiamente sotto i nostri occhi. Le Profezie annunciano la Catarsi e il ritorno alla Cristianità autentica Ortodossa.

      • kaius
        13 Agosto 2020

        Noi cristiani cattolici,gli unici veri cristiani,siamo quelli che appartengono alla Chiesa di Cristo e fondata da Cristo.
        Gli unici ereteci siete voi non cristiani ”ortodossi” e come tali verrete giudicati.

  • Hannibal7
    13 Agosto 2020

    …il ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio???????…..e chi è costui???!!! Uno che crede che Beirut sia la capitale della Libia….no comment

    • atlas
      13 Agosto 2020

      da italianizzato si è sbagliato dai su, non sputategli subito addosso. Voleva dire la Liberia

    • Cris P. Giuliana
      13 Agosto 2020

      Santo Padre Paisios – mi permetta una piccola ma sostanziale correzione al suo prezioso commento! – non faceva ipotesi: è considerato il più importante santo profeta di Dio del XX secolo. E le sue profezie si stanno avverando tutte, Inoltre, è bene ricordare che che Santo Paisios ha profetizzato, confermando una lunga tradizione di profezie precedenti di Santi mooto importanti del Cristianesimo Ortodosso. Riferimenti all’ Apocalisse di San Giovanni e alle conseguenze ‘catastrofiche per l’ Umanità’, a seguito alla Caduta di Costantinopoli, capitale della Cristianità Ortodossa. Caduta alla quale lavorarono per secoli le forze eretiche papali e i nemici della Cristianità autentica. Secondo le Profezie di questi Santi Padri, è prossima la Catarsi Mondiale e il trionfo del Cristianesimo Ortodosso autentico.

  • Cris P. Giuliana
    13 Agosto 2020

    Scusate, il mio commento è in risposta al commento di Mardunolbo sopra qui.

    • atlas
      13 Agosto 2020

      cos’è, c’è in giro una religione nuova ?

      • kaius
        13 Agosto 2020

        Si l ortodossia,gemella del protestanteismo,un altra setta scismatica non cristiana.

        • atlas
          13 Agosto 2020

          non ne capisco molto, io ho un credo molto semplice, ma questo Paisios chi ne sarebbe, il profeta, o è dio come il gesù per i cattolici trinitari incarnazionisti

          • kaius
            13 Agosto 2020

            un semplice visionario.

  • Mardunolbo
    13 Agosto 2020

    Il cristianesimo “ortodosso” è purtroppo sempre stato legato ai poteri statali e con questo è stato bastonato nella Storia nelle nazioni in cui è prevalente. Il cristianesimo “cattolico” ha avuto la fortuna per un bel po’ di secoli , di essere più indipendente , anche economicamente, per cui è riuscito ad avere maggiore stabilità dogmatica e di tradizione. (cose che adesso mancano parecchio con ascesa dei modernisti in salsa ecumenista/mondialista).
    L’ortodossia cristiana possiede la medesima trasmissione apostolica dei carismi , ma viene considerata illecita nella trasmissione apostolica poichè non fa riferimento alla supremazia papale seguendo lo schema di Pietro (primo papa).
    Ma ad oggi tutto crolla e sarà ristabilita la fede cristiana ,unica, apostolica e romana, con aiuto e decisione dall’Alto, poichè la disgregazione della santa Chiesa ha raggiunto livelli impensabili.
    Le chiese ortodosse non sono da meno e la corruzione dei costumi ha raggiunto pure quelle con aggiunta dei tradimenti effettuati durante il comunismo sovietico.e mai rinnegati dai patriarchi successivi. Vedasi poi la disputa politica tra il patriarca di Bisanzio ed il patriarca di Mosca: una pena perchè i legami politici impediscono indipendenza di concetti e di visione, come era stato per la chiesa apostolica romana fino all’arrivo del tradimento conciliare col Vat2.
    La chiesa ortodossa , scismatica, ha ancora la tradizione sacramentale diversamente dal protestantesimo che ha abiurato a tutto e demolito tutto. Il protestantesimo è la religione che più si avvicina all’ebraismo con la sua teologia e dottrina di superficialità rituale. L’ex monaco-suicida Marthin Lutero aveva un grande odio contro gli ebrei ma fondò una religione poco cristiana e molto ebraica….

    Le profezie di Paisios come tutte le altre profezie,di ogni tempo e di ogni veggente/santo sono sottoposte alla Volontà di Colui che presiede la Storia e la Creazione, quindi come tali sono passibili di errore e/o modifiche “in corso d’opera”.! Non bisogna mai dimenticare questo.
    Paisios ha identificato anche come l’Anticristo ed i suoi seguaci otterranno il dominio dei soldi e degli averi di tutti con carte di credito e con la schedatura individuale. E le sue profezie sono attuali e molto “logiche” . Dio può far profetizzare anche i sassi se volesse e nessuna meraviglia che anche in altre religioni possano sorgere “profeti” od inviati da Dio per radunare i futuri credenti prima della lotta finale. Sia gloria al Signore, l’Eterno !

    • kaius
      13 Agosto 2020

      \tutto cio’ al fi fuori della Scra Chiesa di Roma e’ opera demoniacca per corrompere gli uomini.
      I Santi e Profeti si trovano solo nel Cattolicesimo.
      Anche se non tutti i ”santi” sono Santi,anzi sono la progenie di satana.

      • kaius
        13 Agosto 2020

        Tutto cio’ al di fuori della Sacra Chiesa di Roma e’ opera demoniaca
        Bisognerebbe proprio mettere l opzione per modificare i commenti

      • atlas
        13 Agosto 2020

        quindi l’Islam che crede a tutti i Profeti/Inviati e Messaggeri, da Adamo a Muhammad, compreso Il Messia Figlio di Maria, sarebbe una Religione da buttare …

        • Kaius
          13 Agosto 2020

          Beh Atlas il Cristianesimo come l Islam non pretende l intromissione di altri credi ,anzi.

          • atlas
            13 Agosto 2020

            io credo in un solo Dio. Creatore dei cieli e della terra. E di tutte le cose visibili e invisibili. E mi trovo bene

          • Kaius
            13 Agosto 2020

            Beh anche io

  • atlas
    13 Agosto 2020

    che Allah (così lo chiamano anche i cristiani arabi) scelga chi vuole per rivelargli le sue segrete cose è possibile,

    come il fatto che in parte hai fatto copia/incolla (dì la verità. Anche se aspettarsi la verità dai cristiani è un puro eufemismo)

    che si debba investirli dell’attribuzione di ‘profeti’ è un qualcosa che solo i cristiani possono fare, (come gli sciiti per la ‘repubblica islamica’) …

    ‘odio contro gli ebrei’ ? Nooo. Cmq, tutto sommato, tornate a prima del vs. concilio e rinsavite,

    che quì tra ‘matrimoni’ fra uomini e scambi delle mogli, con video di prestazioni sessuali fra umani e animali sta andando tutto in putrefazione come il pesce fresco lasciato per un’ora esposto al sole odierno di Gallipoli. Vi seguirò passo passo, fino alla meta/soluzione finale; poi ognuno per la sua strada

    • atlas
      13 Agosto 2020

      in risposta a mardunolbo

      kaius, modificare i commenti ? Così si continuano le visioni modificate dei visionari ? Alè

  • Kaius
    13 Agosto 2020

    Beh quelle ci sono a prescindere

Inserisci un Commento

*

code