La Turchia blocca il Bosforo e non permette il passaggio di due navi britanniche destinate all’Ucraina

La Turchia prende posizione contro la decisione del Regno Unito di inviare navi da guerra (dragamine) in aiuto dell’Ucraina mentre persiste lo stato di guerra tra Russia e Ucraina.
La Turchia non vuole consentire una zona di conflitto alle sue porte, nonostante sia un membro della Nato, Erdogan si dimostra indipendente dagli interessi del blocco occidentale.
In sostanza la Turchia sta cercando un equilibrio fra i suoi legami con la Nato e le sue relazioni con la Russia, anche se questo può sembrare una forma di funambolismo politico.

Bisogna tener presente che la Turchia non vuole rompere con la Russia ma allo stesso tempo la sua domanda in ammissione all’Unione Europea è ancora in essere.
Non bisogna dimenticare che la Turchia vuole far rispettare gli accordi sul Bosforo e sui Dardanelli ( Convenzione di Montreux) che furono disposti e sottoscritti dalla Turchia e che prevedono la chiusura degli stretti alle navi dei paesi che si trovano in guerra.
Le provocazioni della Gran Bretagna che possono far espandere il conflitto non sono accettate dalla Turchia che non ha scordato il ruolo incendiario di Londra negli ultimi conflitti.
Erdogan può avere molti difetti ma lui calcola sempre in prima battuta gli interessi della Turchia che non corrispondono a quelli del blocco occidentale atlantista. Un comportamento ben diverso da quello di paesi sempre allineati con le decisioni prese a Washington e Londra anche a scapito dei propri interessi nazionali..

Fonte: Agenzie

Traduzione e note: Luciano Lago

11 commenti su “La Turchia blocca il Bosforo e non permette il passaggio di due navi britanniche destinate all’Ucraina

  1. La Gran Bretagna, oramai potenza declassata e poveraccia, non fa paura a nessuno.
    Conta come il due di picche (ha ha ha ha ha!). La Turchia mi sa che propende per l’Est.

    1. Però i perfida albione seminano guerra, terrorismo e destabilizzazioni, naturalmente assieme a usa e ebrei, in tutti i continenti e perciò sono pericolosi … Diciamo come una specie di isis con la city finanziaria.

      Cari saluti

  2. la convenzione di Montreux sugli stretti, siglata nel 1936 in Svizzera sono ancora validi e inibiscono il transito di navi da guerra dirette verso un paese belligerante (se la turchia non è in guerra a sua volta con uno dei due), in tal caso l’ukraina, e il furbo erdogan mantiene le distanze fra i due paesi in guerra e la non belligeranza proponendosi comemediatore, pur facendo parte della nato … Il piede in due scarpe gli risulta molto comodo.

    Cari saluti

  3. Non mi aspettavo dalla Turchia questa mossa.
    Sicuramente, i centri di comando occidentali saranno sbalorditi.
    Proporranno subito di fare entrare Turchia in Europa??? 🙂 🙂

  4. La turchia deve decidere da che parte stare se sceglie occidente sbaglia e il piede in due staffe non funziona soccombe a l’occidente e alla Russia insomma non sarà mai una grande potenza due orsi sulla stessa collina non possono starci

  5. Mi auguro che la Russia le affondi subito le due NAVI inglesi che vogliono FARE una guerra alla Russia appena entrano in acque territoriali della ex Russia Comunista (URSS) cioè in acque per ora occupate dagli Nazisti Ucraini Filo-USA !
    Il diritto internazionale prevede che nessuna nave da guerra militare di nazioni Neutrali entri nel confine di una nazione in guerra per aiutarla !
    Perciò per auto-difesa la Russia è autorizzata dalla comunità internazionale ( ONU ) ad attaccare ed affondare tutte le navi USA-UK-UE-NATO che entrano nei confini Ucraini per far guerra alla Russia !

  6. Desiderano allargare il conflitto. Se così fosse……..se il conflitto dovesse allargarsi in modo caotico la prima ad essere destrutturata(scomporre negli elementi costitutivi, spesso ai fini di una nuova strutturazione.) sarebbe l’Unione Europea. La vera guerra con la Russia farebbe tremare una Unione Europea divisa in blocchi linguistici e culturali. Un conto è il libro o l’accademia, un conto è l’emozione o paura della morte dentro ogni essere umano. Poichè la Russia in caso di guerra caotica diffonderebbe la morte a chi vorrebbe aggredirla, perciò la paura della morte provocherebbe la destrutturazione dell’Unione Europea. Però se dovessimo assistere a provocazioni tecniche, o Caos controllato, dove ognuno ha una parte da seguire a spese della plebe…ecco che a nessuna forma di destrutturazione assisteremmo perchè realmente nell’Elite europea la paura non creerebbe panico diplomatico…….
    Non è facile dare una risposta…..ma sicuramente nel 2020 iniziò il capitolo Covid, nel 2022 il capitolo Ucraina…..nel 2024 sicuramente qualcosa accadrà, resta da capire se sarà Caos controllato, o Caos della serie si salvi chi può…….

  7. Erdogan sarà pure uno spregevole doppiogiochista (anzi lo è proprio) visto che sta nella Nato e ospita basi USA e nonostante questo, stava per essere rovesciato durante il tentato e fallito golpe del 2016 proprio perchè non abbastanza zerbino di Usa-UK-Nato. Ma ogni tanto dimostra pur sempre di essere meno peggio dei nostri schifosissimi e servili governi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus