La Turchia attacca obiettivi del regime siriano come rappresaglia per l’attacco aereo

BEIRUT, LIBANO (12:25) – Il direttore delle comunicazioni della Turchia ha annunciato stasera che le loro forze hanno messo sotto tiro tutte le posizioni militari siriane dall’aria e dalla terra, citando questo attacco come rappresaglia per l’attacco aereo che ha preso di mira i loro soldati stanotte.

“La Turchia mette a fuoco tutti gli obiettivi noti del regime siriano dall’ aria, elementi di supporto al fuoco a terra”, ha detto il direttore della comunicazione, come riportato dall’Agenzia Anadolu.

“Il sangue degli eroi non sarà sparso invano, le nostre attività in Siria continueranno fino a quando le mani che raggiungono la nostra bandiera non saranno rotte”, ha continuato il portavoce, aggiungendo che “la Turchia esorta la comunità internazionale, in particolare le parti interessate del processo di Astana, ad adempiere alle proprie responsabilità”.

In precedenza stasera sono emerse diverse notizie su un attacco aereo che ha preso di mira le posizioni dei militari turchi nell’Idlib meridionale.

Il governatore della provincia di Hatay in seguito ha annunciato che 22 soldati turchi sono stati uccisi e molti altri sono stati feriti a seguito dell’attacco aereo, di cui è stato incolpato l’esercito siriano. Seguiranno aggiiornamenti…..

Fonte: Al Masdar News

Traduzione: L.Lago

1 commento

  • Cagliostro
    28 Febbraio 2020

    Non ho ancora deciso se il cazzaro verde assomiglia a erdokan o se erdokan assomiglia al cazzaro verde, tutti e due se la suonano e se. La cantano da soli.

Inserisci un Commento

*

code