La trasparenza è una cosa utile

di Andrea Zhok

La trasparenza è una cosa utile.
Ad esempio, ci permette di vedere chi sono i finanziatori del progetto politico di +Europa.

Ci troviamo Sindona jr, figlio di Michele (il banchiere della P2), Lupo Rattazzi (nipote di Gianni Agnelli), l’ex direttrice generale della DG Salute e Consumatori (Sanco) Paola Testori Coggi, la compagna dell’imprenditore farmaceutico Dompé (ex fotomodella svedese), per arrivare poi ai carichi pesanti come George Soros, Guido Maria Brera (amministratore del gruppo di private banking Kairos), il milionario e filantropo americano Peter Baldwin, fondatore dell’Arcadia Fund, ecc. ecc.
Naturalmente non ci sono ragioni per non credere che siano tutte persone di specchiate virtù.
Non è questo il punto.
L’unica cosa che merita una piccolissima riflessione è la seguente.
In un contesto dove il finanziamento alle forze politiche è stato integralmente privatizzato, i rappresentanti del grande capitale riversano coerentemente i loro fondi a sostegno dei progetti che meglio tutelano i loro interessi.

E sempre con perfetta coerenza, il progetto dei liberali, liberisti, libertari che vuole +Europa è tra i principali beneficiari.
Ecco, è tutto perfettamente coerente, tutto salvo un piccolo dettaglio.

La Bonino premiata da George Soros


Com’è possibile che forze che si sbracciano per farsi credere a fianco dei lavoratori (Centro-sinistra, CGIL, e qualche cespuglietto) siano schierate a fianco della Bonino a chiedere +Europa?
Ecco, se ricordiamo che è stato il Centro-sinistra (in ottima compagnia, peraltro) a decidere la definitiva privatizzazione del finanziamento delle attività e delle forze politiche, mi chiedo cosa ci voglia ancora per unire i puntini…
Fonte: Andrea Zhok

4 Commenti

  • Eugenio Orso
    20 Maggio 2019

    La maledetta vecchia mammara radicaolide, lesbica e spacciatrice, che il tumore non si è portato via (peccato!) non è che un esempio di sub-politica serva del sistema finanziario-giudaico …
    Morta questa, troveranno altri collaborazionisti pronti a servire i “finanziatori”, a venderci tutti, vecchi e bambini compresi, in cambio dell’osso da spolpare gettato sotto il tavolo (esempio: commissario, europeo, ministro degli esteri, vicepresidente del senato, eccetera),
    Una eventuale forza rivoluzionaria violenta e clandestica, che volesse incidere, dovrebbe colpire loro (i mercenari come la orrida Bonino), in quanto sono quelli che possiamo raggiungere.
    In tal senso, speriamo nel futuro, anche se la speranza è debole, fin troppo ….

    Cari saluti

  • Manente
    20 Maggio 2019

    La pericolosità sociale di questo mostro con il turbante è mille volte più alta del latitane di mafia Messina Denaro e del califfo Al Bagdadi messi insieme. Il fatto che un tizzone d’inferno come costei sieda in Parlamento pagata dagli italiani, libera di ordire le sue trame a danno di un intero popolo, è un oltraggio ed una beffa atroce che non può e non deve rimanere ancora impunito.

  • Sed Vaste
    20 Maggio 2019

    Per I traditori ci sta I’ll plotone d’esecuzione ,come Fu per Ciano Galeazzo adesso tocca a Questa Donna e I Sionistri ,una megera la bonino che ha fatto migliaia di aborti clandestini e illegali difatti e’ stata in galera per poco ma c’e’ stata ,questi traditori vedi Del Rio Gino Strada Renzi ecc hanno piu a cuore persone di cui non si sa niente se galeotti assassini killer pedofili ecc e se ne Strafottono degli Italiani Loro fratelli ,, una vergogna ci vorrebbero piu Traini per mettere in Riga quell’immondezzaio dei Sionistri

  • amadeus
    20 Maggio 2019

    E che vuoi commentare, sono sgomento vedere i traditori della Patria e del Popolo italiano girare a piede libero come se nulla fosse, e poi vedere gente che per sopravvivere vendeva c.d, sono in galera a scontare oltre 4 anni di carcere. Che orrore vedere questa Italia.

Inserisci un Commento

*

code