La “trans dittatura” sostituisce la “dittatura del proletariato”

di Javier R. Portella
Antonio Maestre, eminente “pensatore” della neo-sinistra comunista-libertaria, ha pubblicato sul Diario.es un articolo intitolato “Il soggetto politico rivoluzionario è una ragazza trans”. In tale articolo , discutendo con i suoi vecchi amici marxisti, rende le cose molto chiare sulla visione del mondo (del non mondo, piuttosto) che queste persone perseguono.

Trascrivo mantenendo la sintassi e la punteggiatura. Le sottolineature sono mie:

“Se è vero che il marxismo è la tua guida, non provi a modulare il soggetto politico rivoluzionario, lavori semplicemente con quello che il tuo tempo ti ha dato. Non c’è alcuna possibilità radicalmente trasformativa nell’attuale operaismo, quel soggetto politico è stato mitizzato e non corrisponde alla sua capacità performativa [sic] di oggi. L’ecosocialismo e il femminismo, e non il trans esclusivo, ma quello che abbraccia il trans in uno simbolo , è il movimento congiunto che ha una capacità dirompente [resic] nel 2020 di risolvere i problemi della classe lavoratrice. Prendi o fai un passo da parte, il soggetto politico rivoluzionario di oggi è Greta Thunberg che collega le armi di un’adolescente femminista con una trans di 10 anni. Un marxista starebbe dietro loro”.

Più chiaro dell’acqua. Le lotte dei lavoratori sono state dimenticate. Ingiustizie e disuguaglianze dimenticate. Dimenticata (usiamo il suo gergo) “la capacità performativa” del capitalismo e la lotta contro di esso. Dimenticata la bruttezza che prevale in un mondo privo (come dice il filosofo coreano-tedesco Byung Chul-Han) di simboli e riti. Ma no, quest’ultimo non è nemmeno dimenticato: non lo hanno mai fatto loro; è quello che tutti amano e promuovono. Sia i neomarxisti transessualisti che i marxisti vecchio stile, senza dimenticare naturalmente l’intero diritto liberale e conservatore.

Manifestazione LGBT in Spagna

Limitiamoci, tuttavia, ai neo-marxisti-trans: sono quelli che hanno il vento in poppa. Quando il delirio raggiunge tali estremi; quando la classe rivoluzionaria cessa di essere il proletariato, viene sostituita dai transessuali (e meglio se sono bambini); quando i transessuali diventano l’avanguardia e il faro dell’umanità (lì continuano con la maledetta idea marxista di cercare una classe rivoluzionaria); quando, come conseguenza logica di tutto ciò, la “dittatura del proletariato” viene sostituita (ancora non lo dicono, ma lo diranno presto) con la “dittatura trans” e altri elementi LGTBQ; quando tutto ciò accade, sono le sorgenti antropologiche più elementari dell’uomo individuale e collettivo che sono minacciate di morte.

Si può solo sperare che i membri dell’umanità e della civiltà sappiano affrontare questa minaccia mortale. Lo stesso accade che, prendendo l’abiezione a tali estremi oltraggiosi, le persone sensibili vengano colpite nel vivo e fanno finalmente svegliare gli umani e le persone civili.

Fonte: El Manifiesto

Traduzione: Luciano Lago

18 Commenti

  • Kaius
    9 Luglio 2020

    La soluzione è sempre la stessa:mettere su un rogo tutti questi mostri abominevoli,malati di mente e contro natura e chiunque le supporti.

  • Sandro
    9 Luglio 2020

    Sarà, ma non ci ho capito niente. Eppure a scuola avevo un ottimo voto in italiano, non mi buco ne faccio uso di alcool, neppure durante i pasti. Può darsi che ciò sia il risultato della chiusura dei manicomi.

  • Kaius
    9 Luglio 2020

    Ciò è dovuto alla propaganda pedo/omofila transgenderista targata lgbtqiap.

  • Teoclimeno
    9 Luglio 2020

    La sintassi dell’articolo mi sembra alquanto claudicante, tanto quanto le balzane teorie contro natura miranti a distruggere la famiglia tradizionale uomo-donna.

    • Kaius
      9 Luglio 2020

      Teoclimeno la famiglia è una sola.
      “Tradizionale ” e “uomo donna” non devono e non hanno motivo di esistere.

      • Teoclimeno
        9 Luglio 2020

        Egregio Signor KAIUS, la pensiamo alla stessa maniera, intendevo solo rafforzare il concetto per non lasciare dubbi. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

        • Kaius
          9 Luglio 2020

          Ovviamente Teoclimeno, la mia voleva essere solo una puntualizzazione .
          Ricambio i saluti

  • Eugenio Orso
    9 Luglio 2020

    Cacchio! Questa è veramente una dittarura perversa, lasciva e deviata che più non si può! Complimenti soprattutto alla lobby dei culattoni/pedofili/trans/inculatissimi, ma anche (ma anche alla veltroni!) ai sostenitori acefali dei “diritti umani”, a quelli, altrettanto acefali, dei “diritti delle minoranze” e ai verdi radical chic da salotto (ben sapendo che la “green economy” è cosa da ricchi!).
    Siamo non in una botte di ferro, ma in una botte di merda!

    Cari saluti

    • atlas
      9 Luglio 2020

      basta spostarsi un pò, magari a sud, e magari in Tunisia e di queste porcate non se ne trovano, no ? un’ora e mezzo di aereo da Milano. Lì, nonostante i democratici si siano impossessati abusivamente di tutto, attualmente il rapporto sessuale fra 2 uomini è punito per Legge col carcere e la pubblica esecrazione, anche se commesso in privata abitazione

      per le donne, più di una, sino a 3, sono state insieme con me e sessualmente ci divertimmo e ci amammo, ma rapporti sessuali fra loro non ne ho visti, anche se sinceramente mi sarebbe piaciuto. Mi piace l’amore fra me e donne. E basta.

      • Eugenio Orso
        9 Luglio 2020

        Non mettiamo su 1questo piano, caro Atlas … forse sono stato troppo sarcastico, prima.
        La spinta mediatica data alla lobby gay, la propaganda all'”eccezione familiare”, risponde a un ben preciso interesse elitista, che poi è quello di distruggere la famiglia tradizionale quale ostacolo per il mercato. Meglio un individuo isolato, privo di memoria storica e legami comunitari e familiari, in balia di se stesso, femminilizzato o addirittura asessuato, che è facilmente plagiabile e controllabile.

        Cari saluti

        • Kaius
          9 Luglio 2020

          L omofilia come qualsiasi altra parafilia va punita con la morte per legge.
          Poi la famiglia è una sola.
          ” tradizionale” non deve e non ha motivo di esistere.

          • Kaius
            12 Luglio 2020

            Gli omofili sono parafiliaci,malati di mente e mostri contro natura come i pedofili,gli zoofili,i necrofili ecc. se non addirittura peggiori.
            Quindi l omofilo va perseguitato e messo a morte in quanto parafiliaco,malato di mente pervertito, abominio e mostro contro natura.
            La stessa sorte tocca anche ai deviati di mente pro omofilia o pro qualsiasi altra parafilia.
            Questa è l unica soluzione per il problema.
            L omofilo come il pedofilo(il 97% di abusi su minori sono commessi da omofili),lo zoofilo,il necrofilo l incestuoso o qualsiasi altro parafiliaco non è la “vittima” ma il carnefice che va messo a morte.
            Poi davvero non vedo cosa ci sia di ” orgoglioso” nel prenderlo nel culo.

      • Sandro
        10 Luglio 2020

        E’ da decenni che si cerca di fare del tutto per effeminare il maschio della specie umana. Non mi soffermo agli esempi che sono molteplici e alla portata di chiunque abbia un minimo vigilanza e senso critico.
        Dunque, prima di pensare al carcere per gli invertiti, che non risolverebbe il problema, obbligherei, non al confinamento coatto – troppo comodo –, ma ai lavori forzati chi insiste a finanziare ancora tale programma.
        Ricordo di una sentenza molto mite per omicidio, per di più efferato, a carico di un giovane rom (zingaro) per via del fatto – così spiegarono i giudici, nelle motivazioni della sentenza – che nella cultura di tale etnia era considerato lecito l’omicidio per il tipo di offesa ricevuta.
        Pertanto gli invertiti trasformati tali da una cultura perversa non debbono, a mio avviso, pagarne le conseguenze, anzi – non lo fanno perché non ne comprendono l’origine, e, per di più, se ne sentono orgogliosi* – dovrebbero chiederne il risarcimento per i danni arrecati per lo stravolgimento della propria esistenza.
        *l’orgoglio che esternano tali soggetti è a comprova della perfezione che tale programma ha raggiunto.

        • Kaius
          12 Luglio 2020

          Ho risposto sotto.
          Purtroppo sono andato incontro a un errore di connessione che mi ha fatto sbagliare a postare.

          • Kaius
            12 Luglio 2020

            Sopra

  • Paolo
    9 Luglio 2020

    L’articolo è scritto un po’ male, me il senso mi sembra molto chiaro. E comunque è un contributo eccellente per poter comprendere come la sinistra, anche quella comunista del passato, si sia trasformata da un punto di vista politico e culturale: da una parte, nel campo economico e militare sono passati totalmente dalla parte del capitalismo più sfrontato e del militarismo colonialista più violento (roba da fare i baffi addirittura Ronald Reagan); dall’altra, sono passati a sostenere nel campo morale l’agenda liberal e anticristiana propria, per quel che riguarda l’Italia, dell’ideologia intollerante del partito radicale di Pannella.

    • Mardunolbo
      10 Luglio 2020

      Ottimo articolo che centra perfettamente il problema mondiale e le sue spinte di degradazione estrema. la distruzione della famiglia NORMALE è paritaria alla distruzione delle comonenti maschile/femminile insieme con la distruzione dell’idea religiosa che impedirebbe le aberrazioni dando un limite all’essere umano. Togliere il limite “religioso” significa aprire ad ogni immondizia mentale che solo l’essere umano con il suo orgoglio smisurato (senza-dio) può immaginare ed attuare.
      il marxismo ed il capitalismo (“libertario” è solo una parolina per sciocchi, poichè il capitalismo è “libertario” per sua natura) sono le due facce della stessa medaglia satanica: solo due ideologie che originano dalla stessa matrice perversa, antiumana (satanica). Attendo che molti che qui commentano aprano finalmente gli occhi su queste realtà sovrumane. e con tutta umiltà si rendano conto che si sta attuando una lotta che dividerà il mondo.

      • Kaius
        12 Luglio 2020

        Mardunolbo non esiste la “famiglia nornale” esiste la famiglia e basta.
        Poi tutto questo si può evitare usando il buon senso,il cervello,la ragione e la nostra stessa essenza e natura.
        Mi rifiuto di mettere Dio in mezzo per tali oscenità

Inserisci un Commento

*

code