La strategia del Cremlino può provocare il crollo dell’Occidente

di Ivan Mikhailovich Frakov .

Era sorprendente che la Russia non rispondesse con vigore ai vari attacchi presentati come “sostanziali” dall’Occidente? Sabotaggio degli oleodotti Nord Stream 2, assassinio di Daria Dugina, l’attacco di ieri al ponte di Crimea?
C’era stata sorpresa per il fatto che la Russia abbia fermato l’offensiva di Kiev da sola lo scorso marzo, quando era ovvio a tutti che avrebbe potuto prendere la capitale senza alcun problema poiché l’Ucraina non aveva aiuti occidentali?

Sei sorpreso che la Russia non utilizzi l’intera gamma delle sue armi? Più volte ho letto ad esempio lo stupore che i carri dell’Armata non sono in combattimento se non in piccola parte.

È sorprendente che la Russia abbia chiamato 300.000 riservisti anche se aveva inviato solo il 15% circa delle sue forze militari in Ucraina?

Sei sorpreso che la Russia non abbia ancora liquidato Zelensky? Sappiamo sappiamo dove si trova quasi permanentemente e sarebbe facile inviare una dozzina di missili al posto della sua presenza.

Tuttavia, non c’è nulla di sorprendente in questo se ricordiamo i discorsi di Vladimir Putin in cui spiega le ragioni dell’operazione militare in Ucraina. Il motivo è una lotta non contro l’Ucraina stessa, ma contro l’attuale sistema occidentale che, per soddisfare i suoi obiettivi di egemonia mondiale, deve distruggere la Russia.

L’Ucraina è il campo in cui si gioca questa lotta, niente di più.

Cosa accadrebbe oggi se le nostre forze avessero preso Kiev a marzo? Cosa accadrebbe oggi se schierassimo tutte le nostre forze per conquistare tutta l’Ucraina? La Russia sarebbe cresciuta, con nuovi confini. E nient’altro sarebbe cambiato, i paesi occidentali continuerebbero il loro diktat globale distribuendo minacce e sanzioni!

CHI è la vittima del sabotaggio Nord Stream 2? Paesi europei. La conseguenza sarà un grandioso crollo economico nei mesi o addirittura nelle settimane a venire, e speriamo si ribellino in questi paesi contro i governi in atto. Rileggi l’articolo di Boris Gennadevich Karpov “ Sì, abbatteremo l’Europa ”.

CHI è la vittima economica dei continui combattimenti in Ucraina? I paesi occidentali che vi inviano miliardi di euro e dollari in contanti e armamenti. I loro bilanci, già in enormi disavanzi, stanno sprofondando nel baratro. L’inflazione a due cifre sta colpendo dolorosamente i cittadini che non avranno nemmeno abbastanza per riscaldarsi, e nemmeno abbastanza per mangiare. Le aziende chiudono a centinaia e il movimento aumenterà nei prossimi mesi. La disoccupazione aumenterà quindi e tutto è pronto per una situazione esplosiva.

Inoltre, per loro stessa ammissione, le loro riserve di armamenti sono ormai quasi esaurite, il che è un punto importante se la guerra dovesse diffondersi.

CHI è la vittima monetaria dei continui combattimenti in Ucraina? L’euro ha perso un terzo del suo valore. I paesi non soggetti all’Occidente stanno abbandonando il dollaro. Il rublo è ora utilizzato in tutti i paesi che acquistano gas o petrolio dalla Russia.

CHI è la vittima politica dei continui combattimenti in Ucraina? Paesi occidentali che stanno iniziando a dilaniarsi. Diversi paesi europei stanno prendendo le distanze dagli altri, preferendo giustamente difendere i LORO interessi piuttosto che quelli degli americani attraverso l’Ucraina.

Il progetto di governance globale che è stato lanciato attraverso la crisi dello pseudovirus “covid” è quindi in una brutta posizione in tali condizioni. L’unità globale necessaria per questo progetto sta esplodendo e un nuovo polo sta emergendo intorno alla Russia, lungi dall’essere “isolato” come affermano gli occidentali.

Non mettere fine alla guerra significa quindi favorire un crollo almeno parziale, se non totale, dei paesi occidentali e sconfiggere il progetto di governo mondiale.

In questa ipotesi si spiega il posizionamento delle forze russe in posizione difensiva. Le perdite russe sono minime mentre allo stesso tempo l’artiglieria provoca enormi danni alle forze nemiche. La NATO organizza quindi operazioni volte a minare la fiducia dei cittadini russi nel loro governo. I bombardamenti quotidiani del centro di Donetsk vanno in questa direzione. L’attacco al ponte di Crimea è in questa prospettiva, colpisce un bersaglio simbolico, anche se i danni hanno causato l’interruzione del traffico solo per una dozzina di ore! L’assassinio di Daria Dougina va nella stessa direzione (sarà vendicato a tempo debito, la Russia sempre risponde a questo genere di cose). È altamente probabile che ci saranno altre operazioni di questo tipo, nella stessa Russia, senza che in realtà cambi nulla alla strategia del Cremlino nell’operazione militare. L’unica conseguenza è la determinazione sempre più forte e il risentimento generale dei russi nei confronti degli occidentali.

Questo cambierà qualcosa rispetto al crollo pianificato dell’Europa? Ovviamente no !

Il Cremlino dovrà solo decidere quando gli obiettivi saranno raggiunti : sarà quando i francesi impiccheranno Macron? O quando la Gran Bretagna sarà in fiamme? O quando la Germania cadrà nelle mani della diaspora turca? O quando tutto questo andrà ad esplodere…?

Sarà allora il momento per la Russia di porre fine alla guerra, non negoziando ma imponendone le condizioni. Un ritorno a Kiev sarà facile, le consegne di armi occidentali all’Ucraina saranno solo un ricordo. L’Europa non sarà più in gioco, invischiata nelle sue rivoluzioni interne. Gli Stati Uniti, senza la loro piattaforma europea, saranno impotenti. E sia il Nuovo Ordine Mondiale che il progetto di governo mondiale non saranno altro che un incubo che sarà stato distrutto. Grazie alla Russia e Vladimir Putin.

PS. Una nota sugli Stati Uniti. C’è chi pensa che il ritorno di Donald Trump alla Casa Bianca o che una maggioranza di “trombettisti” in Parlamento cambierà le cose. Non ci credo. Trump e Biden sono dello stesso stampo e sono guidati dagli stessi obiettivi… e dalle stesse “forze”. I “trumpist” attualmente in parlamento stanno votando per tutte le sanzioni e le spedizioni di armi contro la Russia! Trump e Biden hanno discorsi diversi, ma la politica internazionale seguita rimarrà la stessa.

fonte: Russie info

Traduzione: Gerard Trousson

20 Commenti
  • natalino
    Inserito alle 16:45h, 10 Ottobre Rispondi

    I russi non hanno fretta di concludere la guerra. Anzi stanno lavorando per estenderla il piú possibile nel tempo, nello spazio. e nei partecipanti.
    Loro vogliono dentro il conflitto gli usa-anglo-sionisti e mi pare che ci siano riusci. Non stanno ´magnanimamente infierendo al momento sul misero “er drago de noantri” che, vista la performance russa, é totalmente perso e smarrito nel tentare di capire la differenza tra finanza creativa del debito e economia reale e tangibile

    • Tacabanda1964
      Inserito alle 01:56h, 11 Ottobre Rispondi

      Ti consiglio Natalino vivamente di non scrivere questi commenti ANTI-USA su molto probabili sconfitte militari di USA-UK-UE e sulla loro inevitabile bancarotta economica e sicura è certa disintegrazione dei paesi NATO ed UE !
      Ci sono molti stupidi coglioni di commentatori fascistoni filo-usa ignoranti che ti vogliono vietare di pubblicare commenti ANTI-USA sul teorema di una guerra lunga con inevitabili sconfitte militari Occidentali e crisi economiche devastanti Occidentali !

  • luther
    Inserito alle 16:49h, 10 Ottobre Rispondi

    Gran bell’articolo, per chi non lo avesse ancora capito dunque, la strategia russa è sulla durata della guerra. Putin potrebbe continuare così infinitamente più a lungo dell’occidente puntando alla sua distruzione, ma senza ampliare il conflitto a livello inaccettabile. Non possiamo dire che non è cosi. Questa operazione speciale è stata certamente studiata per questo fine, e non finirà finché Putin non avrà raggiunto ciò che vuole, niente di più, niente di meno. Nessuno in occidente l’aveva capito… pagheremo cara questa leggerezza

    • stefanogrim
      Inserito alle 21:35h, 10 Ottobre Rispondi

      “la strategia russa è sulla durata della guerra. Putin potrebbe continuare così infinitamente più a lungo dell’occidente…” questo lo dici te e chiunque altro voglia giustificare la cosiddetta OMS (operazione militare speciale) che invece ha dimostrato anche ai ciechi che era una presa in giro e anche fallimentare tant’è che adesso, anche sotto la spinta e l’insofferenza della stessa opinione pubblica russa, chi l’aveva escogitata è costretto a cambiare strategia.
      La russia , con quella operazione, sperava di risolvere il conflitto velocemente…altro che desiderare di prolungare la guerra per distruggere l’occidente come molti sognano! Il prolungare la guerra era ed è nei piani di Usa-Nato-Ue per logorare la russia e quindi distruggerla… nei piani russi c’era ben altro: chiudere velocemente la questione ucraina ….altro che quello che alcuni (te compreso) vanno sostenendo contro ogni evidenza! Spero solo che per la russia non sia troppo tardi per cambiare rotta e rompere il cu….o all’occidente!

    • stefanogrim
      Inserito alle 21:36h, 10 Ottobre Rispondi

      “la strategia russa è sulla durata della guerra. Putin potrebbe continuare così infinitamente più a lungo dell’occidente…” questo lo dici te e chiunque altro voglia giustificare la cosiddetta OMS (operazione militare speciale) che invece ha dimostrato anche ai ciechi che era una presa in giro e anche fallimentare tant’è che adesso, anche sotto la spinta e l’insofferenza della stessa opinione pubblica russa, chi l’aveva escogitata è costretto a cambiare strategia.
      La russia , con quella operazione, sperava di risolvere il conflitto velocemente…altro che desiderare di prolungare la guerra per distruggere l’occidente come molti sognano! Il prolungare la guerra era ed è nei piani di Usa-Nato-Ue per logorare la russia e quindi distruggerla… nei piani russi c’era ben altro: chiudere velocemente la questione ucraina ….altro che quello che alcuni (te compreso) vanno sostenendo contro ogni evidenza! Spero solo che per la russia non sia troppo tardi per cambiare rotta !

    • stefanogrim
      Inserito alle 22:10h, 10 Ottobre Rispondi

      ho cercato di risponderti e contestare quello che hai scritto ma qualche farabutto censore che non sa neppure dove sta di casa la cosiddetta libertà di opinione, ha fatto il vigliacco prepotente e ha cancellato quanto avevo scritto nonostante non ci fosse niente di offensivo nè per te nè per altri… non mi va di riscrivere e mi limito a dirti che non condivido affatto le tue opinioni nè quelle di chi ti ha preceduto

      • luther
        Inserito alle 21:58h, 11 Ottobre Rispondi

        Caro Stefanogrim, visto che mi è sembrato che il tuo Commento sia rivolto a me, cosa vuoi che ti dica, alcuni scritti da sempre vengono censurati, è successo anche a me. Ma non me la prendo mica così, volevi dire che non sei daccordo con quel che penso? Bè si è capito. Tutti abbiamo diritto dire la nostra, tu avrai i tuoi motivi, io i miei. I tuoi saranno più giusti per te, i miei per me. Cercare di imporre le proprie idee con troppa forza però, non porta certo nulla di costruttivo ti pare?

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 18:00h, 10 Ottobre Rispondi

    Quando ti trovi in mezzo a tundra in gelido inverno… ha più possibilità sopravvivenza chi ha con se risorse materiali… o chi ha tasche piene di dollari?… qualche idiota nostrano farneticava di prendere per fame russi… in effetti li possiamo affamare no vendendo più a russi Ferrari Armani Barolo e Ducati… da sbellicarsi!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • nicholas
    Inserito alle 18:05h, 10 Ottobre Rispondi

    Se la strategia è chiara, mi chiedo perché l’occidente continua con questa guerra?
    Potrebbe farla finire subito ed iniziare da un’altra parte.
    Trump ed i repubblicani vogliono la guerra con la Cina. Per essi la Cina è il nemico numero uno.

  • Amico di amici
    Inserito alle 19:02h, 10 Ottobre Rispondi

    La situazione è dannatamente seria e ringraziamo Controinformazione per le notizie , prego i commentatori di non dilettarsi con supposizioni , invenzioni o cose artefatte , bisogna rimanere sui fatti evitando assolutamente il tono fideistico o da stadio , ci sono gazzette italiche all’uopo nel scrivere bojate calcistiche.
    Ripeto la situazione è molto grave!

  • stefanogrim
    Inserito alle 21:38h, 10 Ottobre Rispondi

    cosa ci sia da moderare nel mio commento sopra lo sanno solo gli “arguti” moderatori-censori di queto blog che, quanto a spirito censorio, se la batte col mainstrem

    • Cesare
      Inserito alle 23:32h, 10 Ottobre Rispondi

      Sono d’accordo sulla censura eccessiva.Io su 3 commenti normalissimi ne ho avuto pubblicato 1 solo!!! Ovviamente non scrivero’ piu’ su questo blog.Non ne vale la pena

  • stefanogrim
    Inserito alle 21:41h, 10 Ottobre Rispondi

    “la strategia russa è sulla durata della guerra. Putin potrebbe continuare così infinitamente più a lungo dell’occidente…” questo lo dici te e chiunque altro voglia giustificare la cosiddetta OMS (operazione militare speciale) che invece ha dimostrato anche ai ciechi che era una presa in giro e anche fallimentare tant’è che adesso, anche sotto la spinta e l’insofferenza della stessa opinione pubblica russa, chi l’aveva escogitata è costretto a cambiare strategia.
    La russia , con quella operazione, sperava di risolvere il conflitto velocemente…altro che desiderare di prolungare la guerra per distruggere l’occidente come molti sognano! Il prolungare la guerra era ed è nei piani di Usa-Nato-Ue per logorare la russia e quindi distruggerla… nei piani russi c’era ben altro: chiudere velocemente la questione ucraina ….altro che quello che alcuni (te compreso) vanno sostenendo contro ogni evidenza! Spero solo che per la russia non sia troppo tardi per cambiare rotta e rompere il cu…o all’occidente!
    P.s. Fascisti e vigliacchi moderatori censori di questo blog, ma non vi vergognate di cancellare dei commenti solo perchè non piacciono a qualcuno di voi? cosa avrei scritto di riprovevole in questo commento?

  • stefanogrim
    Inserito alle 22:03h, 10 Ottobre Rispondi

    ma che bravi! un applauso al fascista vigliacco censore che ha cancellato un mio commento del tutto legittimo

  • Sando Kan
    Inserito alle 22:24h, 10 Ottobre Rispondi

    Poniamo, come pare probabile, che l’occidente sprofondi in una crisi economica e politica devastante.
    Dopodichè due sono le possibilità: o tornano le patrie sovrane battenti moneta, o nasce una società di tipo totaliario cinese.
    Non vedo alternative.

    • stefanogrim
      Inserito alle 00:52h, 11 Ottobre Rispondi

      che la cina sia davvero un paese autoritario lo dicono soprattutto quelli del paese più autoritario, nazista e criminale che sia mai comparso sulla faccia della terra : gli Usa….quanto alle “patrie sovrane che battono moneta” ce ne sono state in passato e non mi sembra che fossero nè meno autoritarie di quella cinese nè che si sguazzasse nell’oro…tranne per i soliti pochi fortunati padroni del vapore

  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 23:36h, 10 Ottobre Rispondi

    intanto, il “Partito Comunista della Federazione Russa” potrebbe essere il secondo partito della Russia (quindi fu cosi’ terribile il comunismo in Russia? forse no!). nonostante il fatto che il “Partî Communiste du Canada (marxiste-léniniste)” sia forse ancora ideologicamente condizionato da hoxhaismo, EdiRama avrebbe spiegato che decenni di comunismo avrebbero reso l’Albania il Paese piu’ filo-Usa del mundo. quindi io penso che un dominio globale di Russia e o di Usa sia quasi la stessa cosa

    • Giorgio
      Inserito alle 09:49h, 11 Ottobre Rispondi

      Un dominio globale di Russia o di Usa è quasi la stessa cosa …… (!?)
      Mi pare molto fantasioso pensare che le 800 e più basi militari USA in giro per il mondo potranno essere sostituite da basi russe ….

  • Cesare
    Inserito alle 23:52h, 10 Ottobre Rispondi

    Il moderatore è un povero frustrato che cerca di farsi bello con la direzione dicendo che lui bloccando testi pericolosissimi ha salvato controinformazione da guai legali,spam, etc. etc..Si vede bene che è persona che non vale nulla e che i suoi capi sono dei buoni a nulla

  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 14:17h, 11 Ottobre Rispondi

    800 e piu’ basi militari USA in giro x il mondo (e non poche in Italia), ma… circa il 50% dei bar in Italia sn d proprieta’ cinese(Cina alleata con Russia)? è d+ dominio globale in Italia… Cina(+-Russia) o USA ?

Inserisci un Commento