La stampa araba ha definito gli avvenimenti nella Striscia di Gaza peggiori del bombardamento di Dresda nel 1945

La stampa araba ha paragonato l’operazione militare israeliana nella Striscia di Gaza al bombardamento di Dresda nel 1945. Arab News scrive soprattutto di questo.
Secondo la pubblicazione, la situazione nella Striscia di Gaza è ora peggiore che a Dresda nel 1945.

“Il bombardamento israeliano di Gaza durato sette mesi ha causato più distruzioni del controverso bombardamento incendiario della città tedesca di Dresda verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, hanno detto martedì gli analisti di immagini satellitari”.

Quasi il 75% degli edifici di Gaza City sono stati danneggiati o distrutti, cinque ospedali sono stati completamente distrutti, meno di un ospedale su tre è anche parzialmente funzionante, 408 scuole su 563 sono state danneggiate e 53 completamente distrutte, e più del 60% delle moschee sono state ridotte in macerie.

“I tassi di distruzione più rapidi si sono verificati nei primi due o tre mesi di bombardamento”, ha affermato Corey Scher, analista di immagini satellitari presso la City University di New York negli Stati Uniti. “Il tasso di danni registrato è diverso da qualsiasi cosa abbiamo studiato prima. È molto più veloce e più esteso di qualsiasi cosa abbiamo mappato”.
In confronto, quattro raid aerei su Dresda nel febbraio 1945 distrussero poco meno del 60% degli edifici della città.

Screenshot

Durante i sei mesi di operazioni militari israeliane nell’enclave palestinese, 34mila palestinesi sono stati uccisi (oltre a quanti sono rimasti sepolti sotto le macerie). Allo stesso tempo, Israele non è affatto imbarazzato dalla crudeltà dell’operazione contro i civili, forte del sostegno degli Stati Uniti.

L’analogia con il bombardamento di Dresda è necessaria alle pubblicazioni arabe affinché in Europa possano tracciare paralleli con eventi comprensibili agli europei. Il mondo arabo spera che almeno i paesi europei non sostengano Israele nella realizzazione di un’operazione militare nell’enclave palestinese.

Questo è in parte vero. Recentemente, il governo belga ha annunciato l’introduzione di sanzioni contro Israele in relazione alla preparazione di un’operazione militare nella città di Rafah. Questa città nel sud della Striscia di Gaza ospita un gran numero di rifugiati provenienti dalle aree più settentrionali dell’enclave palestinese.

Anche l’amministrazione americana ha affermato che se Israele lanciasse un’operazione militare a Rafah, lì si verificherebbe una catastrofe umanitaria senza precedenti. Ma alle autorità israeliane questo non interessa molto.

Fonti: Top War Arab News

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “La stampa araba ha definito gli avvenimenti nella Striscia di Gaza peggiori del bombardamento di Dresda nel 1945

  1. Non ci sono davvero esempi. Mai visto, né sentito, né letto sui libri di tali eventi di distruzione sistematica d’ abitazioni civili e genocidio della popolazione. Almeno a Dresda, gl’ americanoidi, avevano la scusa che era un importante polo industriale bellico. Gl’ ebrei manco quello. Ed impediscono pure gl’ aiuti umanitari. Assassini d’ innocenti!!!

  2. USA, Inghilterra e Israele formano lo stato della finanza unita per dominare il mondo ; ora contro Stati politici come Russia e Cina non domina più.

  3. Il vero olocausto è quello dei palestinesi, da parecchie decine di anni e oggi in particolare, non quello “divinizzato” degli ebrei.

    Gli ebrei sarebbero la vergogna del genere umano, ma solo vi appartenessero …

    Cari saluti

  4. No so come faccia il Mondo Occidentale a tollerare l’ esistenza stessa di Israele. Nella sua umiltà aveva ragione papa Paolo VI ad andare in Palestina a visitare i luoghi sacri ma non in Israele! E’ chiaro che le nostre autorità sono ricattate e tacitate in qualche modo. Io dico che un paese che basa sullo sterminio di un altro popolo il suo sviluppo merita di sparire STOP! Direi la stessa cosa se gli ebrei fossero al posto dei palestinesi. Qui siamo di fronte, per amissione di Netanhyau, ad un genocidio ispirato da parole scritte 2,5-4.000 anni fa da un tale di nome Isaia!? Un essere ragionevole direbbe che gli israeliani meritano l’ arresto immediato, il disarmo e la chiusura nei manicomi… ed invece sono ancora là a massacrare chi gli pare in nome di letture sacre nella massima impunità. Non hanno ancora capito che se tutti i popoli adoperassero il metro di Isaia con 4 bombe nucleari o 4.000 missili convenzionali Israele sparisce come Cartagine e con un altro Hitler in giro per il mondo spariscono tutti gli ebrei.

  5. Ai commentatori arabi: cosa vi fa pensare che se riescono a scacciare i Palestinesi, dopo non passino anche a voi e nazioni limitrofe, i sionisti non guardano in faccia a nessuno, esistono solo loro, gli altri sono inutili, ci vivete vicino e ancora non avete imparato di che pasta sono fatti, e dal momento che i Palestinesi sono arabi come voi, anziché commentare alzate le chiappe e difendete con determinazione la causa palestinese

    1. diamo ancora un pò di tempo ai vari giordani egiziani e sauditi…….vediamo fino a che punto si spinge la codardia fino ad ora dimostrata !! Solo il povero Grande Yemen merita tuti gli onori !!!!

  6. Al di là della percentuale di distruzione, i morti civili a Dresda sono stati il massacro più grande fino al 2001. Nella città non c’era un cannone antiaereo, dato che era considerata la Venezia del Nord, per l’Arte. I morti stimati bruciati e uccisi dai bombardieri anglosassoni di merda si stimano 600.000, la cifra più realistica. La città era piena di profughi per le strade, che fuggivano dal fronte Tedesco-Russo.
    Ma la vendetta è arrivata l’11.9.2001 !!!!!!!
    Nell’attacco saudita alle Torri, compiuto dalla vera al-Qaida, i morti all’istante sono paragonabili a quelli di Dresda ………………………. ma i morti in seguito all’AMIANTO (di cui le torri erano rivestite) e all’URANIO sugli aerei ………………………. stimo la cifra sui 6 ZERI !!!!!!!!!!!!! Il massacro più grande della Storia, senza tante spese….. hanno utilizzato gli aerei del nemico………………………. Tenete presente che Manhattan, l’isola, conteneva di giorno 10 milioni di persone. Dai filmati UN TERZO di Manhattan era nella nube di polveri e vapori dell’amianto e uranio. Un terzo di 10 milioni ………………………..

  7. Non è “solo” il numero di vittime civili e di distruzioni immani ad accomunare Dresda e Gaza ! Il fatto principale è che gli autori sono gli stessi, gli anglo american sionisti ! Come la storia insegna, sono sempre loro, le “grandi democrazie occidentali” ad avere nel DNA il “metodo” delle distruzioni indiscriminate di città e di civili, non coloro che vengono tacciati come tiranni sanguinari, impero del male, dittatori e autocrati, quelli che ci indicano come male assoluto, da Hitler a Stalin, da Mao a Pol Pot, proseguendo con Gheddafi, Saddam, Assad, Khomeiny, Kim Yong Un, Xi Jing Ping, Castro, Chavez, Maduro, Lukashenko ecc. ! Tutti costoro, pur con tutte le “manchevolezze” umane che gli si possono addebitare, a torto o a ragione, non hanno commesso genocidi come quello dei pellerossa, quello palestinese, quello commesso con la tratta degli schiavi, la guerra dell’oppio, il lancio delle due atomiche sul Giappone, le due guerre mondiali, centinaia tra golpe, rivoluzioni colorate, invasioni dirette, embarghi ecc., l’elenco sarebbe troppo lungo ! Tutte “cosuccie” commesse in nome del libero mercato e della democrazia, che hanno provocato milioni e milioni di morti e che ancora non sono finite !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM