La Spagna rimborsa le ammende inflitte nell’ambito di misure di contenimento “incostituzionali”

Il governo spagnolo ha annunciato la scorsa settimana di aver iniziato a rimborsare i cittadini che hanno pagato le multe durante lo stato di emergenza incostituzionale dichiarato lo scorso anno.

Tutti i cittadini spagnoli che hanno pagato multe durante lo stato di emergenza di tre mesi dello scorso anno saranno rimborsati, ha affermato il ministero degli affari territoriali del paese Iberico.

USNews riporta : La sentenza segue una sentenza della Corte Suprema spagnola all’inizio di quest’anno che ha dichiarato incostituzionale il primo stato di emergenza del paese. Tra il 14 marzo e il 21 giugno, tutti i cittadini, tranne i più importanti, sono stati rimandati a casa e gran parte dell’economia è stata paralizzata. Di fronte all’aumento dei casi, le autorità centrali hanno dichiarato un nuovo stato di emergenza da fine ottobre dello scorso anno a maggio di quest’anno.

Corte Suprema spagnola

Il Ministero degli Interni ha affermato che la polizia ha imposto 1,1 milioni di multe ai cittadini che hanno sfidato gli ordini di soggiorno a casa e altre restrizioni, anche se non tutti sono stati immediatamente pagati.

La Spagna ha raggiunto quasi 5 milioni di casi di coronavirus dall’inizio della “pandemia”. Almeno 87.000 decessi registrati sono stati collegati a COVID-19.

Il conteggio dei casi di 14 giorni, una variabile attentamente monitorata da esperti e responsabili politici, è sceso a 43 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, il livello più basso dal luglio dello scorso anno. La Spagna ha vaccinato completamente il 78% degli aventi diritto alla vaccinazione.

fonte: https://www.aubedigitale.com


Nota: In Spgna, le corti di Giustizia, oltre a dichiarare incostituzionale lo stato di emergenza permanente, avevano anche decretato l’incostituzionalità del Green Pass, lo stesso tipo di lasciapassare esistente in Italia che il governo Sanchez aveva cercato di imporre agli eserecizi pubblici e nei posti di lavoro.

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM