La Siria respinge un’altra aggressione israeliana contro Damasco

La Siria afferma di aver respinto un nuovo attacco missilistico lanciato da Israele contro vari obiettivi intorno a Damasco, la capitale.

“Il nemico israeliano ha effettuato un attacco aereo dal sud-est di Beirut (capitale del Libano), prendendo di mira alcuni punti nelle vicinanze della città di Damasco” , ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale siriana SANA , citando una fonte militare.

La televisione siriana ha mostrato scene di sistemi di difesa aerea che attaccano obiettivi ostili nel cielo sopra Damasco.

Da parte loro, alcuni media ebraici hanno riferito di una potente esplosione nel centro dei territori palestinesi occupati. Inoltre, altre fonti affermano che uno dei missili della difesa antiaerea dell’esercito siriano è atterrato vicino alla costa israeliana.

Difesa aerea siriana

L’evento arriva due settimane dopo che la Russia ha affermato che la difesa aerea siriana aveva abbattuto 22 dei 24 missili lanciati dai caccia bombardieri israeliani negli attacchi aerei contro le province di Damasco e Homs (Siria centro-occidentale) dallo spazio aereo di El Libano.

Dallo scoppio del conflitto in Siria nel 2011, Israele ha più volte attaccato obiettivi militari o civili nel Paese levantino per fermare la rapida avanzata dell’esercito siriano verso i covi di bande radicali; tuttavia, nella maggior parte dei casi, le unità di difesa aerea siriane hanno sventato tali offensive.
Damasco denuncia che il regime israeliano, attraverso questi attacchi, cerca di sostenere i gruppi terroristici per destabilizzare la regione siriana, tra gli altri obiettivi.

“Israele e terroristi si coordinano fra di loro per prolungare la crisi siriana”, hanno riferito le fonti siriane.

In questo stesso contesto e dopo l’ultimo attacco israeliano, Damasco ha chiesto alle Nazioni Unite (ONU) e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) di agire con fermezza per prevenire il ripetersi degli attacchi di questo regime nel territorio.

Il governo siriano ha assicurato , più volte, che non esiterà ad esercitare il suo diritto di difendere la sua terra, il suo popolo e la sua sovranità con tutti i mezzi garantiti dalla Carta delle Nazioni Unite e dalle norme del diritto internazionale di fronte alle continue aggressioni israeliane.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti
  • Enriquelosroques
    Inserito alle 09:18h, 03 Settembre Rispondi

    da un decennio la Siria dice sempre le stesse cose ma continua a subire attacchi dai sionisti. Se non risponderanno in maniera adeguata non si fermeranno mai come sta avvenendo.

  • Mario
    Inserito alle 10:30h, 03 Settembre Rispondi

    BOMBARDARE ISRAELE 24 ORE AL GIORNO 7 GIORNI A SETTIMANA 31 GIORNI AL MESE 12 MESI ALL’ANNO
    DOVREBBE ESSERE UN DOVERE DI TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO
    W LA LIBERTÀ

  • cosedapazzi
    Inserito alle 11:22h, 03 Settembre Rispondi

    Gli attacchi durano da mesi…Tutto nel disgustoso silenzio dei media… Vergogna!!!!

  • antonio
    Inserito alle 13:32h, 03 Settembre Rispondi

    Israele in Australia perla prosperità dei popoli mediterranei

Inserisci un Commento