La Siria ha reagito decisamente alle accuse della UE: “Siete falsificatori e neo colonialisti”


Lo afferma in un comunicato il Ministero degli Esteri di Damasco : «Alcuni Paesi occidentali e rappresentanti dell’Unione Europea persistono nell’ingannare la comunità internazionale sull’uso di armi chimiche da parte di Paesi come la Siria e la Russia, con l’unico scopo di snaturare l’immagine di questi due Paesi e coprendo il loro sfruttamento di tali accuse inventate per servire i loro obiettivi coloniali e coprendo i crimini che loro stessi hanno commesso. Questi partiti della elite europea sono contro molti popoli del mondo.

Esercito siriano vittorioso sui terroristi armati dall’occidente

Ha aggiunto: Queste armi sono state inventate in Europa e sono state utilizzate da alcuni paesi europei e dagli Stati Uniti d’America in molti conflitti del mondo (dal Vietnam alla guerra Iran/Iraq, ecc.) e i rappresentanti dell’Unione Europea non possono nascondersi dietro queste bugie perché il loro uso di queste armi in particolare, e le armi nucleari in genere, attuato in varie parti del mondo, espone clamorosamente la loro falsificazione dei fatti.

Il ministero degli Esteri ha concluso: la Siria conferma che non ha e non utilizzerà tali armi nella sua storia, e che coloro che le hanno usate in Siria sono gruppi terroristici e servizi di intelligence occidentali, a supporto di tali gruppi, mentre la Siria ribadisce che rifiuta di usare queste armi ovunque e in ogni momento.
Le falsificazioni dei propagandisti occidentali della NATO, responsabili di crimini contro i popoli della Siria, dell’Iraq, della Palestina, dello Yemen e di tanti altri, testimoniano la loro mala fede e la loro protervia nel distorcere e capovolgere la realtà.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Luciano Lago

1 Commento
  • eusebio
    Inserito alle 08:21h, 03 Dicembre Rispondi

    Secondo fonti siriane le sanzioni imposte dal defunto occidente alla Siria nonchè il furto di grano e petrolio quest’inverno provocheranno migliaia di vittime nel paese, è chiaro un piano di genocidio della popolazione siriana, con il chiaro intento di favorire poi nel suo territorio l’espansione di un molesto vicino, che ha un governo molto estremista…

Inserisci un Commento