"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La sinistra mondialista cavalca l’accusa di razzismo e la usa come una clava contro i sovranisti

di  Luciano Lago

L’ultima trovata in ordine di tempo della sinistra mondialista è quella di cavalcare l’accusa di razzismo per poter porre sotto accusa il Governo Conte/Salvini e dimostrare che trattasi di un governo razzista che favorisce la diffusione dell’intolleranza fra le masse dei cittadini.
Ogni singolo episodio, per quanto sporadico ed isolato, diventa un simbolo del degrado sociale che si starebbe verificando in Italia.

In realtà la sinistra mondialista, dopo il fallimento della campagna sull’antifascismo sviluppata contro un immaginario pericolo di “risorgenza fascista”, oggi si aggrappa ad un nuovo escamotage, la lotta contro il razzismo per dimostrare ancora di esistere.

Avviene ormai che tutti o quasi hanno capito (tranne gli stupidi) che si tratta dell’utilizzo strumentale di una tecnica di propaganda da avanspettacolo che risulta utile per mettere in cattiva luce i partiti populisti e lanciare il grido d’allarme contro l’intolleranza e l’odio razziale. La stessa sinistra che ha aperto le porte dell’Italia all’invasione dall’Africa in nome di un falso umanitarismo, favorendo il business delle mafie e dei trafficanti di uomini, oggi si scopre con una sua vocazione morale per sollevare il problema del razzismo.

Questo è tipico di chi  proclama di difendere principi astratti e non si cura degli effetti concreti delle proprie proclamazioni: se in Libia oggi esiste un fiorente mercato degli schiavi questo è dovuto ai proclami della sinistra europea contro il perfido dittatore Gheddafi , proclami che hanno favorito ed appoggiato l’aggressione della NATO contro quel paese e la sua destabilizzazione.

Basta che venga lanciato un uovo contro una ragazza di colore a Moncalieri (una atleta italiana), atto esecrabile di teppismo, questo diventa il caso evidente dell’insorgere del razzismo e si chiede lo scioglimento dei gruppi razzisti che lanciano uova la sera, insorge il PD contro il ministro Salvini che minimizza l’episodio, anche Roberto Saviano lancia un monito contro l’onda nera del razzismo che avanza, la Boldrini si esibisce in una filippica contro la deriva razzista del governo Salvini e i grandi giornali si schierano compatti a deprecare i singoli episodi come sintomatici del clima di odio razziale in aumento nel paese.

Una vera commedia all’italiana che dovrebbe provocare risate ma che dimostra da sola l’inconsistenza di una politica di sinistra che tenga conto degli interessi reali dei cittadini.
Ben altri sarebbero gli episodi che dovrebbero muovere all’indignazione come il massacro della povera Pamela a Macerata, l’omicidio compiuto contro due coniugi anziani a Palagonia,  in Sicilia per rapina, compiuto da africani usciti da CAR di Mineo, il caso del picconatore Kabobo di Milano che uccide per strada senza un perchè, le continue aggressioni contro i controllori nei treni locali, e tanti altri episodi che comprovano l’indole di molti dei migranti e richiedenti asilo che entrano in questo paese. Da venti anni e oltre l’Italia accoglie tutti, africani, arabi, albanesi, pakistani, migranti dall’Africa e dall’Asia, senza richidere documenti e visti,  ma questo non basta per non ricevere accuse di razzismo proprio da chi si è dimostrato incapace di gestire il fenomeno migratorio che ha creato tensioni sociali in varie parti del paese.

Dopo il lancio dell’uovo contro la povera atleta di colore, sono insorti tutti i difensori del Pensiero Unico e gli apologeti delle migrazioni, dalla Bonino a Renzi, dalla Boldrini a Gentiloni, da Saviano a Beppe Severgnini, inclusi gli editorialisti del Corriere della Sera come Massimo Franco e quelli della Stampa per deprecare il clima di razzismo montante che viene alimentato dalle misure antimigratorie di Salvini.

Africani in protesta

La scientifica esamina al microscopio i residui delle bucce dell’uovo per risalire agli autori e, a sorpresa, si trovano alte vittime, questa volta non di colore ma donne italiane che hanno subito anche loro l’aggressione a colpi di uova. Poco importa, il fatto grave è l’uovo tirato contro la ragazza di colore, quello si un fatto intollerabile.
A sprezzo del ridicolo insorgono anche i sindacati, le ONG e gli ambienti cattolici di Famiglia Cristiana, quelli che avevano dedicato la copertina a Matteo Salvini con la locuzione “Vade retro….”.
Questo clima avvelenato viene captato anche da gruppi di migranti che iniziano ad agitatsi ed a protestare dichiarando che in Italia tutti sono razzisti perchè a loro non viene dato il WI FI gratuito, una alimentazione diversificata e più soldi per le piccole spese.

Dietro il polverone innalzato su tale questione,  l’antirazzismo dei soloni della sinistra, utilizzato come una clava in totale assenza di razzismo, è di fatto un’arma di classe, reazionaria, di coloro che tendono a  preservare il vecchio status quo politico e finanziario che nei fatti è già crollato il 4 marzo scorso. Lo status quo del sistema economico e dell’intrattenimento  organizzato dai supporter  italioti di Soros e dalle  multinazionali “new economy”.

*

code

  1. Mardunolbo 2 settimane fa

    Carichino gli italiani di accuse ! Facciano pure! Si accorgeranno i sinistri che gli italiani diventeranno razzisti contro negri di ogni genere e contro quelli che hanno scritto in faccia “piddì” .Quando saranno abbastanza caricati , anche contro i pretonzoli moderni che si ritengono cattolici e “moderni”, alla Bergoglio, per intendersi, si farà una pulizia non solo etnica, ma anche partitica e dei falsi nuovi preti ! Attenzione perchè vedo tirare troppo la corda da parte di quella “elite” di intellettuali veramente stupidi e ciechi per non vedere che stanno veramente aizzando l’odio, LORO, non il governo !..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 2 settimane fa

    Come sappiamo, i flussi migratori eccezionali, da “invasione”, sono fondamentali per sostenere il modo di produzione (e distruzione, sotto altri punti di vista) neocapitalistico-finanziario globale.
    L’élite globalista non può rinunciare alla sostizione delle popolazioni e alla “creazione” di una classe dominata pauper sempre più prossima disintegrazione culturale e alla schiavitù.
    Per tale motivo i vili servi dell’élite – variamente denominati, sinistroidi, libertaloidi, liberaloidi, radicaloidi, etc. – sono così feroci in materia, starnazzando istericamente contro il pericolo razzista, xenofobo,.
    Il flusso di nuovi schiavi, o “bestiame da ripopolamento” del vecchio continente, deve continuare senza ostacoli, fino a compimento del progetto elitista.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. songanddanceman 2 settimane fa

      Per Eugenio O. ,
      Ai ” miei tempi” tutto quello si chiamava :
      – Piano Kalergi –

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The Crow 2 settimane fa

    La solita storia.
    Ritrita e ritrita fino all’inverosimile.
    E tutti questi sostenitori tra la gente comune… hanno tutti perso la memoria?
    L’atleta colpita (sarà anche di colore, ma è Italiana! A differenza di altri che di essere italiani non vorrebbero nemmeno sotto pagamento) ha subito sì un atto criminoso nei propri confronti, ed è giusto condannare chi ha agito in siffatto deprecabile modo, ma le altre vittime di tali azioni?
    Loro non contano nulla solo perché italiane?
    Ma stiamo scherzando?
    Come può la gente dimenticarsi di fatti avvenuti a qualche mese (QUALCHE MESE!) di distanza?
    Come si può essere così… così… non mi vengono nemmeno le parole adatte per descriverli!
    Ma codesta gente, non m’importa dei politici o degli “intellettuali”, dato che loro il cervello lo usano solo dietro compenso, ma la gente comune… loro la testa, il cervello, l’intelletto, c’è l’hanno per bellezza?
    Ovviamente con il clima di questi giorni, vuoi che gli immigrati non alzino la voce?
    Sapete, anche io voglio un lavoro pagato decentemente, la casa gratis, la sanità gratis, il cibo gratis, ma se andassi a fare queste pretese al comune mi riderebbero in faccia, o peggio mi sbatterebbero in un reparto psichiatrico!
    Perché io non posso urlare queste pretese e loro si?
    La giustizia non dovrebbe essere uguale per tutti?
    Renzi e co, nel frattempo, stanno macchinando qualcosa.
    Si vocifera che abbiano qualcosa in mente per settembre…
    Sarà un tiro mancino?
    Una cosa è certa, se dopo tutto questo, il PD e compagnia dovessero tornare ad essere una maggioranza di governo, allora sarà veramente il caso di sloggiare da qui, perché a quel punto la situazione diverrebbe irrecuperabile.
    Senza contare lo spettro della Troika che aleggia sulle nostre teste, e abbiamo visto tutti quanti cosa succede quando entra in azione.
    Non vedo vie d’uscita.
    Dovremmo essere un popolo unito, almeno per adesso, per evitare il collasso finale… eppure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giannetto 2 settimane fa

    Da quel che leggo qua e là sembra che abbiamo la cosiddetta “sinistra” (che è davvero sinistra: nomen omen) più scema nel paese più scemo d’Europa. – Portogallo Spagna Francia se ne infischiano del 3%. Il nostro fronte sinistro-berlusco sta invece complottando per mettere in sella un governo monti-restyling che rispetti le regole imposte dalla Cermania…. Tranquilli. Il popppolo NON insorgerà contro il golpe. Al massimo belerà per avere “nuove elezioni” e rinnovare le pulcinellate a tempo indeterminato.
    – Sento di Salvini, che al di là di qualche pregevole blocco di alcuni porti non è andato, e poi ha confermato irrinunciabile la TAV, e non muove sillaba sulle prossime norme che aggravano lo spionaggio orwelliano del Fisco sui nostri Conti Correnti…Ma continua a ciarlare sulla bufala della flat tax! …
    – Leggo poi di inauditi episodi del razzismo de noantri: una negretta colpita da un uovo, un altro insultato su un treno. Atrocità che fra i compatrioti non si sono mai viste! Il poppolo-bue beve tutte ste cazzate. Beve anche (cito una paperetta di un TG) che “a Mosca la folla SCANDISCE (notate quanto è colta: ha detto proprio “scandisce”) “ladro” a Putin per la sua riforma delle pensioni” .Prodigioso! Qui da noi nessun ha dato del “ladro” a Monti o alla Fornero, per la loro. Noi siamo razzisti, ma educati! – Inoltre il nostro “razzismo” è potentemente arginato dal boldrinismo (ah! la Giunone paffutella….). Siamo un popolo cui la “carità cristiana” (da esercitare verso l’alieno e non verso l’autoctono!) ha scavato un solco incancellabile. Siamo un paese che per questo aspetto soffre la “longue durée” dei preti. E i preti, come diceva l’immenso Giacomo Leopardi, “in questo paese hanno potuto, possono, e potranno eternamente tutto”. Siamo il paese del Vaticano, inestirpabile. Il paese della commistione eterna fra carità compensatoria e politica delle bustarelle. Chissà perché nessuno, neanche tra i cosiddetti “credentI”, ricorda a Bergoglio che Cristo, predicando la carità, non ne affidava la realizzazione al “braccio secolare” dell’Impero Romano. Lui invece l’affida allo Stato Italiano, onde pratichi una “carità coatta” pro clandestini, sulle spalle dei contribuent autoctonii, che sono ovviamente “razzisti”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Laura Carlino 2 settimane fa

    Io sono fondalmentalmente d’accordo con l’articolo, ma se fosse scritto in italiano corretto sarebbe assai meglio. Cone pensate di sfatare il mito di “leghisti e fascisti ignoranti” se non sapete scrivere nella vostra lingua?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eugenio Orso 2 settimane fa

      “Cone pensate di sfatare …”
      Cone?
      Tu sai scrivere nella tua lingua, che presumo essere l’italiano?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Speriamobene 2 settimane fa

    Dispiace che la povera ragazza in questione, sia stata attaccata ingiustamente da imbecilli che, se potessi, manderei qualche mese in Sudan cosicché capiscano inoltre il valore non compreso del lusso di viaggiare in auto e potersi permettere un pacco di uova.
    Ma è assolutamente palese, come esposto nell’articolo, la solita ondata di notizie “a tema”, vi ricordate i morti per influenza, oltre a quella aviaria, i casi di morbillo e meningite, il bullismo ecc. ? Le solite campagne di informazione interessate, nonché lo schieramento a blocco unico dei media nel “frame”, tanto per citare anche l’attualissimo Foa.
    Non si può, e non si deve, bollare tutto come un episodio razzista, non si può essere così stolti e privi di senso critico.
    Con tutto il rispetto, la signora Osakue non ha né la carica né la conoscenza investigativa o giuridica per stabilire che gli autori del gesto siano siano stati mossi da un sentimento razzista; gli organizzatori del sit-in pro daisy sarebbero dovuti prima essere concretamente certi del movente razzista poiché stando alle esigue informazioni attuali e, viste le precedenti “presunte” vittime italiane della stessa banda, con tale metro di giudizio potremmo pensare ad una banda di malfattori che hanno come obiettivo tutti gli italiani neri o bianchi che siano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Brancaleone 2 settimane fa

    Concordo con Mardunolbo, i sinistri non danno segno di minima presa d’atto che l’esasperazione sale e continuano imperterriti ad insultare e ghettizzare l’altro pensare che non è necessariamente di destra. Loro detengono la verità legittimati anche dall’abuso del nome di Cristo. Questi non cedono perché se lo fanno sono finiti. Credo però che stiano percorrendo una strada molto pericolosa dagli esiti imprevedibili. Si può dire tutto quello che si vuole ma chi conosce le dinamiche psichiche umane, sa che reali integrazioni di genti totalmente diverse sono molto difficili in situazioni ideali (e non è questo il caso). Aldilà della negazione del sentimento quantomeno di intolleranza che c’e’ eccome, cova molto più di quanto si pensi una profonda acredine alimentata da un razzismo al contrario( è benzina sul fuoco). Viene da pensare che non sia casuale, il fine è ben altro che la manodopera a basso costo in quanto già c’è, per contro siamo invasi da gente senza alcun tipo di competenza e soprattutto senza voglia di fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Animaligebbia 2 settimane fa

      La sinistra ormai “s’abbocca a llovo”.L’atleta italiana di origine nigeriana (che e’ molto diverso da “l’atleta nigeriana naturalizzata italiana”) che ripete come un disco rotto Razzismo era una illustre sconosciuta al di fuori di un circolo di appassionati e adesso sta sui quotidiani nazionali che hanno deciso di notiziare sul nulla.Evidentemente la signorina dispone di fonti investigative superiori a quelle dei carabinieri,che hanno escluso il movente razzista,dal momento che il giorno prima erano stati centrati 3 autoctoni nel silenzio generale.Adesso tra una ospitata a 1mattina e una al pomeriggio sul 5,si avvicinera’ qualche sponsor e da cosa nasce cosa,niente male per un uovo,vero?.Sembra,ma la notizia non e’ confermata, che De Laurentis abbia comprato i diritti per il film “L’uovo assassino” e “L’uovo assassino 2 la vendetta”,ma su questo non mi sbilancio,dal momento che saviano non lo ha confermato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 2 settimane fa

        Quanto casino mass-mediatico riesce a metter su la “sinistra” più scema del mondo (quella catto-piccolo-borghese italiota) rimestando la cacca !! Tipico di un popolo di farsanti, che scambia le bazzecole per cose serie (uova sull’atleta “di colore”) , e le cose serie per bazzecole (squartamento e omicidio di Pamela).
        – Sull’onda delle fibrillazioni mass-mediatiche costruite sulla cacca, i nostri “poteri” agiscono di conseguenza. Come dice Blondet, se fossimo trovati noi con un paio di valigie contenenti pezzi squartati di corpo umano, immaginatevi cosa ci succederebbe…. Ma allora – dico io – che senso ha continuare a mantenere un “potere” che mette sotto costante sospetto di colpe varie i cittadini che lo stipendiano, ma trova ogni inverosimile attenuante a pro dei banditi d’importazione? E alle strette come se la cava, il Potere? Rimesta la cacca in modo che nessuno ci capisce più niente (guardate il caso Oseghale).
        – PS. Oggi ho letto un articoletto di Fusaro, che si vuole un postero-postumo della ex-sinistra doc. Diceva che “bianchi vs. neri ecc..” è una manovra organizzata dal Capitale per dividere un comun fronte anti-capitalista globale. Ecco come i vecchi sogni, nel momento del risveglio, si trasformano in incubi! – Che il Capitale usi invece la migrazione planetaria proprio per distruggere nazioni e proletariato non gli è passato per la capoccia. Da non credere! Suppone ancora il sogno millenaristico di una rivoluzione proletaria mondiale, fingendo di ignorare che, nel mondo, la quasi totalità dei proletari è sprovvista della qualità indispensabile che marxianamente li definisce come tali: la coscienza di classe.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 2 settimane fa

      la questione della politica dell’uovo tende a menomare e fare dimenticare chi fece sfregio grave del cadavere di Pamela ? E’ questo che si tenta di comunicare ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. 2 settimane fa

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/agcom-gamba-tesa-vietato-alzare-i-toni-sullimmigrazione-1560375.html

    e quindii dato che l agcom impone di parlare dei fenomeni migratori ,solo positivamente
    e sottolineando l arricchimento socioculturale che essi generano.
    Io m adeguo e commentando. questo allegro e arricchente evento diro’ ……

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/raid-punitivo-degli-immigrati-massacrato-colpi-accetta-1560329.html

    Notevole exploit podistico di un gruppo di atleti nigeriani che nel ferrarese in una sorta di staffetta ,hanno
    mostrato buona resistenza e notevoli doti di fondo, al termine della staffetta,,per la gioia di chi vi ha assistito
    hanno arricchito l evento sportivo con bonissima dimostrazione di scherma tradizionale , specialita’ stavolta non
    l ormai obsoleti spada fioretto sciabola, ma’ arricchendo il nostro bagaglio sportivo ,la nova affascinante e peraltro
    impegnativa specialita’ del machete. tra i due eventi sportivi ,un breve intermezzo di street figthing a calci e pugni
    ha reso indimenticabile la serata multidisciplinare per chi vi ha assistito .
    Viva lo sport ,viva le risorse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace