APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

La sinistra mondialista allo sbando ricomincia da Walter Veltroni e dalla Boldrini

di  Luciano Lago

Si poteva forse dubitare che, per rilanciare il fronte liberal, sarebbero stati arruolati i vecchi personaggi della storia del PD, da un pò di tempo messi in archivio? No di certo, non poteva mancare ed infatti ecco ricomparire il riciclato Walter Veltroni, detto “l’amerikano”, quello che tifava Clinton e Tony Blair e che oggi è ricomparso sulle scene e subito si è prodigato a fare l’elogio del crimimale di guerra McCain, qualificandolo come un “eroe”.

Il Walter non si smentisce mai e non prova vergogna a scegliere come suoi idoli i peggiori criminali di guerrra statunitensi e britannici.


L’ineffabile creatore del Pd, dopo aver criticato la deriva populista in Italia, ci comunica di essere arrivato alla conclusione che: “Il populismo, espressione comoda per indicare una politica che a questo disagio si rivolge, è, per tutto questo, una definizione sbagliata. È destra, la peggiore destra. Quella contro la quale “un galantuomo” come John McCain ha combattuto fino all’ultimo”. Vedi: Non chiamiamoli populisti….

Quindi, se a suo tempo il Walter ci raccontava di ispirarsi al Tony Blair, oggi lo stesso, in un articolo su Repubblica, giornale preferito della sinistra mondialista, ci narra di essere un emulo ed estimatore del McCain, noto guerrrafonfaio e macellaio che ha causato decine di migliaia di vittime civili nei conflitti e nelle aggressioni miltari da lui sostenute e che risulta anche essere uno dei massimi sponsor del terrorismo islamista in funzione di cambio di regime in Siria e dei gruppi neonazisti in Ucraina per imporre i governi fantoccio di Washington in contrasto con la Russia.

Il Walter “l’amerikano”ce lo ricordiamo bene come colui per decenni ci ha propinato l’America come esempio di “grande democrazia” con la reverenza servile del filoatlantista di ferro, senza mai porsi dei dubbi sulle guerre e sui massacri compiuti da suoi amici amerikani per portare la “democrazia”. Lui che si ammantava di democratico e progressista e che ci illustrava i grandi meriti dell’altro grande criminale di guerra, Tony Blair, uno dei responsabili del genocidio del popolo irakeno, causato dalla necessità di contrastare le fantomatiche “armi di distruzione di massa”.

Un personaggio il Walter che non ha mai proferito una parola di autocritica sulle sue scelte politiche e che oggi si ripresenta in un momento delicato probabilmente come personaggio sponsorizzato da ambienti neo liberisti italiani ed europei che cercano qualcuno rappresentare la sinistra dei mercati e a fare da prestanome verso la riduzione del Paese a Grecia. “Lui è il cavallo giusto”, hanno pensato i circoli globalisti, mettiamolo in pista.
Veltroni è quello che è, inconsistente e superficiale, con cultura cinematografica, ma un uomo navigato che conosce bene le regole del marketing politico ed ha fiutato il modo di riciclarsi in vista delle prossime battaglie per l’autunno. Lui potrebbe proporsi per una campagna in stile Hollywodiano, il titolo: “la democrazia contro l’estremismo” con sponsor assicurati fra i cinematografari di San Francisco, quelli dei circoli “liberal” che appoggiavano la Clinton.

In Italia è già pronto il Gruppo De Benedetti di Repubblica/L’Espresso a sponsorizzarlo, in predicato alcune grandi Istituzioni finanziarie e non è escluso che anche Soros allarghi i cordoni della sua borsa e lo preferisca alla fallimentare e lagnosa Emma Bonino, quella del “Più Europa”, un vecchio arnese della politica che ormai non rappresenta che lei stessa, il suo magnate e finanziatore George Soros e la la corte di atlantisti e globalisti che la circonda.

I suoi sostenitori ci racconteranno che lui, il Walter, stava per partire per l’Africa, come aveva promesso allora ma che lo hanno fermato in tempo: “Walter, gli hanno detto, ci sei più utile qui”. Non ci ha pensato due volte il Walter ed adesso è pronto per formare il nuovo fronte antifascista.

Lo hanno preso in tempo mentre mentre il Walter, per ingannare l’attesa, nelle vesti di regista impegnato, stava girando un film di tipo teletrash, comunque pagato in gran parte con i soldi pubblici e destinato agli archivi cinematografici degli scarti del Cinema di retrospettacolo.

Veltroni e Boldrini

Subito sul carro della Nuova sinistra è salita entusiasta anche la Laura Boldrini, un’altra “lady global”con scorta al seguito che aspira a ridare vita al nuovo fronte degli antisovranisti ed a combattere contro il duo Salvini-Orban, la coppia che vuole “distruggere l’Europa” e che ci “vuole riportare nel passato”. Loro ( i sinistri) sono l’alternativa della “società civile viva e delle forze progressiste” in vista delle elezioni europee, ha dichiarato la Boldrini a Milano, entusiasmando la piazza dei sostenitori della nuova sinistra antifascista, liberal, europeista e globalista.

Lei ,la “lady global, Boldrini, era proprio quella che ci propinava sermoni nei quali ci raccontava la possibilità che i migranti sarebbero stati “l’elemento umano, l’avanguardia della globalizzazione ” che gli stessi migranti ci avrebbero offerto un “nuovo stile di vita che presto sarà lo stile di vita per tutti noi”.

Adesso in effetti la Boldrini arringa i migranti, quelli presenti a Milano, davvero l’avanguardia di quelli che il nuovo PD e la sinistra vorranno arruolare nelle loro fila come nuova base di consenso, sostituendo i lavoratori, giovani e pensionati che hanno voltato le spalle al PD ed alle sue fisime globaliste. Questo spiega la fretta per dargli lo “Ius Soli”, il diritto di voto e l’inserimento nei ranghi del partitone come mano d’opera per tutti gli usi.

Di fronte ad una tale eccellenza, se pur ripudiata dalle scelte dell’elettorato italiano, con questi nuovi dirigenti, chi potrebbe dubitare che la sinistra mondialista rinata e rinvigorita da cotanti apporti possa non andare verso “brillanti” successi?

*

code

  1. Mardunolbo 3 settimane fa

    Le “risorse” dei piddini , nuovi o vecchi riciclati, sono qui e raccontano tutto !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. XD 3 settimane fa

    Articolo ottimo che è difficile non condividere… Talmente il disprezzo mentre leggevo che commento così. Bastaaaaaaa! E pensare che ci sono persone che leggendo Repubblica ne condividono le idee! My god!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PieroValleregia 3 settimane fa

    salve
    sinceramente non credo che il “riesumato” Veltroni possa cambiare la deriva, attuale, sinistrorsa; i fischi, sonori e rumorosi, che Genova
    (ex roccaforte di pci/pds/ds/pd), la perdita di Livorno e di altri posti dove la facevano da padroni la dicono lunghissima su cosa pensi la gente comune
    su questi elementi privi di qualsiasi dignità.
    A Genova, la CULMV ( i vecchi camalli) roccia solida del pci, vota per la lega e FdI … fate voi
    un saluto
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eugenio Orso 3 settimane fa

    Veltroni e Boldrini sono due delle peggiori merde sub-politiche d’Italia.
    Veltroni, in particolare, è un critco cinematografico “prestato alla politica” fin da giovanissimo, cresciuto come un fungo veleneso nel Pci (anche se non è mai stato comunista!), che ha partecipato alla distruzione del Pci stesso all’inizio dei novanta ,,,
    Tre cose negative lo contraddistinguono: ha danneggiato L’Unità, ha contribuito a porre le premesse per il fallimento di Roma capitale ed è co-fondatore del piddì elitista, atlantista e mercatista.
    Mi pare, quindi, opportuno e addirittura naturale che il “fronte liberal”, come definisce elegantemente Lago i servi della troika e dei sionisti, riparta proprio da Veltroni e da Boldrini, che ne sono degni esponenti …

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 2 settimane fa

      il titolo tratta di sinistri ‘allo sbando’; ma sono mai stati retti ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nexus 3 settimane fa

    Questa sinistra al caviale ha perso il contatto con la realtà.
    Ma d’altra parte è abituata a frequentare soltanto gente che la pensa come loro… tra un’apericena (con olivina infilata nello stecchino) ed una “convention” oppure la presentazione di un libro.
    E poi loro sono “l’intellighenzia” eccheccapperi !
    Il popolo (che non capisce niente) sbaglia… è diventato “populista” fassista” e “razzista”.
    Loro NO invece, sono da parte della “ggente” (e della ragione).
    Purtroppo (per loro) il partito radical-chic dei Dem è votato dai borghesi dei Parioli e via Montenapoleone ma sta scomparendo dalle periferie delle città italiane.
    Anziché preoccuparsi dei migranti magari dovrebbe preoccuparsi dei 285mila italiani che sono emigrati nel 2016 per cercare un lavoro all’estero.
    Vabbè ma loro sono “globalisti”… non gli interessa l’Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SEPP 3 settimane fa

      Eppure vivono ed invecchiano tranquilli.
      Niente e nessuno li preoccupa.
      L’ aura di santita’ li protegge dai fulmini.
      Qui, invece nessuno e’ al sicuro, diventano
      santi alla dipartita e non prima.
      https://elblogdelnarco.com/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eusebio 3 settimane fa

    Parafrasando un gerarca nazista, a me quando vedo queste facce mi va la mano alla fondina (se ce l’avessi)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Manente 3 settimane fa

    “Water” Veltroni e Laura “Latrina”, espressione plastica della fase terminale della entità pidiota che si trasforma in partito latrina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Brancaleone 3 settimane fa

    Ripescare ” ma anche, pacatamente” e’ tragicomico. Weltron e’ la figura piu’ pittoresca che potevano riesumare dalla cantina. Hanno un’opinione miserrima del popolo. Credono proprio che siamo deficienti e forse hanno ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mario Rossi 3 settimane fa

    Ancora non sono arrivate le regionali in umbria!!!! sono tutti nel pallone e cercano di aggiustare appalti e dare tutto quello che possono per sistemare gli amici che dopo le elezioni saranno falcidiati dalla lega. Io ero un uomo di sinistra e mi vergogno sinceramente anche di essere andato a dare 2 euro per votare renzi alle primarie. Queste prese per il culo non si scordano e non passano mai più. Devono morire tutti!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. XD 3 settimane fa

      Dare due euro? Dio Cristo ma bastava guardarlo in faccia!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. tania 3 settimane fa

    Scusate il fuori tema, ma questi due scellerati di “sinistra” mi hanno indotto a dire dei Rothschild, genia di Satana, e i loro amici italiani, i BENETTON, che il 14 agosto, pioggia torrenziale, fanno fare “lavori” al ponte di Genova… la notte… e il giorno dopo 3 bagliori… e il ponte crolla… come le torri di NY…
    E questi due delinquenti Veltroni e Boldrini, rispetto alle belve sopra citate, disumani, esseri nefandi, orrendi, viene da dire che altro non sono se non :

    A- IMBECILLI nel caso siano tonti…
    B- COLLUSI!

    Il male esiste, e lavora a tempo pieno 24h… nostro dovere di persone per bene è smascherarli con ogni mezzo!
    Quale governo chiederà a quei lavoratori che lavori facevano il 14 agosto di notte sotto il ponte di Genova…
    E che fine hanno fatto le telecamere varie. Di concreto cosa si farà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 3 settimane fa

      … Di concreto cosa si farà ? (cit Tania)
      nulla
      un saluto
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Animaligebbia 3 settimane fa

        Veltroni voleva sinceramente partire per l’Africa,ma poi,guardandosi intorno e vedendo le nostre periferie avra’ pensato “Che ci vado a fare in Africa se l’Africa e’ gia’ qui?.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Werner 2 settimane fa

    Salvini e Orban ci riportano al passato? Ma magari, visto che viviamo in un’epoca dove l’anormalità domina sulla normalità.

    Quanto al personaggio (o “personaggetto” come direbbe il Governatore della Campania) in questione, beh, meglio se lo riesumano, così il PD perde ulteriori consensi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace