La Serbia mobilita il suo Esercito

L’esercito serbo è stato mobilitato per esercitare il controllo ai valichi di frontiera, centri per migranti e ospedali.
Sulla base della decisione relativa all’introduzione di uno stato di emergenza in tutto il territorio della Serbia, da allora le forze armate serbe sono state ulteriormente impegnate e, in base a nuove misure, hanno messo sotto controllo tutti i valichi di frontiera, forniscono e controllano tutti i centri di accoglienza e asilo e forniscono sicurezza a tutti gli ospedali.
Al fine di prevenire il movimento incontrollato di persone che potrebbero essere portatori del virus e lasciare arbitrariamente i centri di asilo e i centri di accoglienza, le forze armate serbe, in collaborazione con il Ministero degli interni e il Commissariato per i rifugiati e la migrazione, effettueranno una sorveglianza rafforzata, il controllo dell’ingresso e dell’uscita e la sicurezza esterna di queste strutture. .
Dove sono schierate tutte le forze dell’esercito serbo.
Le forze armate serbe vengono dispiegate nei centri di asilo di Sjenica, Tutin, Bogovadja, Banja Koviljaca e Krnjaca, nonché nei centri di accoglienza di Presevo, Bujanovac, Vranje, Bosilegrad, Pirot, Obrenovac, Adasevci, Sid, Principovac, Sombor, Kikinda e Subotica.
Le forze armate serbe hanno preso il controllo dei centri di accoglienza e di asilo in modo che i membri del ministero dell’Interno possano dedicare le loro risorse al controllo delle misure adottate dal governo della Repubblica di Serbia per vietare e limitare i movimenti.
Secondo le misure precedentemente prescritte, le forze armate serbe sono impegnate nella fornitura e nel controllo di strutture pubbliche, ospedali che controllano i pazienti potenzialmente infetti e curano pazienti con Kovid-19, quindi negli aeroporti di Belgrado e Niš e stazioni degli autobus a Belgrado, Kragujevac, Niš, Novi Sad e Pancevo.
Ai valichi di frontiera, i membri delle forze armate serbe assistono le autorità statali competenti nel controllo del valico di confine .

Reparti militari serbi


Misure adottate per preparare le unità ABHO
L’esercito serbo ha preso le misure necessarie per preparare le unità ABHO per la decontaminazione del terreno e delle strutture per prevenire la diffusione del virus.
Nello svolgimento di tutti i suoi compiti, l’esercito serbo adotta tutte le misure necessarie per proteggerlo dall’infezione da virus Kovid-19 in conformità con le raccomandazioni dei servizi competenti.
Le forze armate serbe sono pronte a svolgere tutti i compiti che riceve al fine di proteggere le strutture pubbliche e i cittadini nelle condizioni dello stato di emergenza introdotto nella Repubblica di Serbia.

IL MINISTERO DELLA DIFESA
Ordine emesso: l’esercito serbo esce per le strade
L’impegno specifico dei membri delle forze armate serbe è regolato dalle decisioni e dagli ordini del ministro della Difesa Aleksandar Vulin e dal capo dello stato maggiore delle forze armate serbe, il generale Milan Mojsilovic, dalle loro responsabilità a sostegno delle autorità civili nel prevenire la diffusione dell’infezione da virus Kovid-19.

https://rs-lat.sputniknews.com/vesti/202003181122086970-vojska-srbije-obezbedjuje-granicne-prelaze-migrantske-centre-i-bolnice-koronavirus/?fbclid=IwAR37rjCWGITC9o6OKnN620QsWV0Bqx2v-jcVP-94GxwG3iPDZlWzyFffDsA

Fonte: Sputnik news

By Giuseppe Sorbeo e Biljana Stojanovic

3 Commenti

Inserisci un Commento

*

code