La SBU ha iniziato la caccia a coloro che desiderano evacuare dall’Ucraina alla Russia

MOSCA, 12 marzo – RIA Novosti. Le unità del Servizio di Sicurezza dell’Ucraina (SBU) stanno conducendo controlli di massa tra i residenti locali per individuare coloro che desiderino evacuare in Russia, ha affermato il general-colonnello Mikhail Mizintsev, capo del Centro di Controllo della Difesa della Federazione Russa:
“Le persone sono costantemente costrette a giustificarsi per il loro desiderio di ottenere protezione in Russia”.
Secondo Mizintsev, dopo che la parte russa ha iniziato a divulgare statistiche su coloro che desiderano evacuare in Russia, la SBU è stata incaricata di “individuare tutte le chiamate 24 ore su 24”, “per condurre detenzioni e arresti, perquisizioni e interrogatori”.

“Siamo ora costretti a dare istruzioni a tutti coloro che ci contattano, affinché distruggano immediatamente tutti i possibili contatti, chiamate in uscita e messaggi che possano ammettere anche il minimo sospetto di una loro comunicazione con il nostro quartier generale di coordinamento, così come altre organizzazioni e dipartimenti della Federazione Russa” – ha spiegato il generale citando uno degli appelli di oggi:
“Vi prego di salvare mia sorella con due bambini piccoli. Si trovano a Kiev. Il percorso del corridoio umanitario Kiev-Chernobyl non è sicuro. I combattenti non lasciano passare. Le chat con mia sorella in messenger e le informazioni sui previsti corridoi sono bloccate dai Servizi Speciali Ucraini. Mia sorella, viaggiare nell’ovest dell’Ucraina e poi in Polonia e ricevere lo status di rifugiata, non lo vuole. Per favore aiutatemi”.
Come ha riferito il militare, “i commenti qui sono superflui”.

Vladimir Putin il 21 febbraio, in risposta alle richieste delle Repubbliche del Donbass e dopo l’appello dei deputati della Duma di Stato, ha firmato i decreti che riconoscono la sovranità della LNR e della DNR. La mattina presto del 24 febbraio, la Russia ha lanciato un’operazione militare speciale per smilitarizzare l’Ucraina. Putin ha definito il suo obiettivo “la protezione delle persone che per otto anni sono state sottoposte allo scherno e al genocidio da parte del regime di Kiev”.

Secondo il ministero della Difesa russo, le Forze Armate russe colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine.

Fonte: https://ria.ru/20220312/okhota-1777877236.html
Traduzione di Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM