La Russia testa i sistemi di difesa aerea della Crimea mentre l’Ucraina assieme alla NATO e agli Stati Uniti tengono esercitazioni nel Mar Nero



La Russia ha testato la prontezza dei suoi sistemi di difesa aerea in Crimea, la penisola che ha annesso all’Ucraina nel 2014, mentre l’Ucraina e i paesi della NATO svolgevano esercitazioni militari nel Mar Nero, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Interfax.

L’esercitazione Sea Breeze, iniziata lunedì, segue un aumento delle tensioni tra la NATO e Mosca, che la scorsa settimana ha dichiarato di aver sparato colpi di avvertimento e sganciato bombe sul percorso di una nave da guerra britannica per cacciarla fuori dalle acque del Mar Nero al largo della costa di Crimea.
La flotta russa del Mar Nero è stata citata da Interfax per aver dispiegato circa 20 aerei da guerra ed elicotteri, inclusi bombardieri Su-24M, nonché sistemi missilistici terra-aria S-400 e Pantsir nei test di prontezza.

Mosca considera la Crimea parte integrante della Russia, ma la penisola non è ancora riconosciuta a livello internazionale come territorio russo.
“La flotta del Mar Nero sta facendo una serie di cose per monitorare le azioni delle navi della NATO e di altri paesi che prendono parte a Sea Breeze 2021”, ha affermato Interfax citando il National Defense Management Center in una dichiarazione separata.

Esercitazione NATO sul Mar Nero

Mosca ha chiesto la cancellazione delle esercitazioni militari Sea Breeze prima che iniziassero e il ministero della Difesa russo ha affermato che reagirà se necessario per proteggere la sicurezza nazionale.
Secondo le informazioni fornite martedì dal portavoce della flotta russa del Mar Nero, Alexei Rulyov, le forze russe hanno svolto un addestramento per il rilevamento dei bersagli per testare la prontezza dei sistemi S-400 schierati in Crimea.

Citato dall’agenzia di stampa locale Interfax , Rulyov ha precisato che, durante il test, i caccia Su-24, Su-27 e Su-30SM, così come gli elicotteri Mi-8 e Ka-27, sono stati utilizzati come bersagli simulati per le unità .difesa aerea.

Il sistema S-400, in servizio operativo nell’esercito russo dal 2007, ha una portata fino a 400 chilometri e può distruggere bersagli a un’altezza fino a 30 chilometri.

Esercitazioni NATO Sea Brezes nel Mar Nero

Secondo gli esperti militari, l’S-400 è tra i cinque tipi di armi russe in grado di distruggere la linea offensiva delle forze armate ucraine nell’ipotetico caso di una guerra tra i due paesi.
Sea Breeze 2021 durerà due settimane e coinvolgerà circa 5.000 militari della NATO e di altri alleati, e circa 30 navi e 40 aerei. Parteciperanno il cacciatorpediniere missilistico statunitense USS Ross e il Corpo dei Marines degli Stati Uniti.
Tutti questi eventi si verificano mentre le tensioni tra Russia e Occidente hanno raggiunto livelli senza precedenti per vari motivi, come la situazione in Ucraina e l’annessione della penisola strategica di Crimea alla Russia , tra gli altri.
Mosca denuncia l’espansione della NATO vicino ai suoi confini e vede dietro di sé i tentativi di destabilizzare la regione e incitare la Russia a rispondere .
Le autorità russe avvertono che le provocazioni militari ai suoi confini, compreso il Mar Nero, avranno conseguenze disastrose e che il Paese eurasiatico difenderà la sua integrità territoriale.
La scorsa settimana la Russia ha messo in guardia la Gran Bretagna e gli Stati Uniti dal “tentare il destino” inviando navi da guerra nel Mar Nero e ha affermato che avrebbe difeso i propri confini usando tutti i mezzi possibili, inclusa la forza militare.

Fonti: Reuters – Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

12 Commenti
  • dolphin
    Inserito alle 07:13h, 30 Giugno Rispondi

    Non bisogna permettere ai cani di venire a pisciare nel proprio cortile. la zattera che ha violato i confini andava affondata, tanto per fargli capire il vento che tira, ora ci riproveranno ancora e sarà un tira e molla infinito, devono aver terrore e rispetto della Russia !
    Le guerre sono a caro prezzo, ma dei cani rabbiosi nemmeno la cenere deve restare.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 10:58h, 30 Giugno Rispondi

      secondo Saker in Russia sono in molti ad essere arrabbiati riguardo a questo fato

    • claris
      Inserito alle 12:44h, 30 Giugno Rispondi

      hai ragione Dolphin!^^
      QUesti nazisti devono imparare a stare al loro posto^^

  • franco
    Inserito alle 07:20h, 30 Giugno Rispondi

    E’ giunto il momento di installare i missili a Cuba, e in altri Stati il più vicino possibile a loro, e in quantità industriali, non devono più dormire la notte per il terrore, la migliore strategia é l’attacco non la difesa.

  • Hannibal7
    Inserito alle 12:08h, 30 Giugno Rispondi

    Si,questa volta gli occidentali sono andati oltre….quando si arriva a sparare colpi di avvertimento e addirittura sganciare delle bombe allora vuol dire che si è davvero esagerato
    Gli inglesi hanno parlato di un “passaggio innocente” ….con una nave da guerra si fa un passaggio innocente…tra l’altro se non ricordo male pure ben armata???
    Forse i russi avrebbero potuto sequestrarla e mettere agli arresti l’equipaggio per dare una risposta forte e relativamente indolore…
    Ma il trucco sta nel fatto che gli occidentali NON RICONOSCONO la Crimea come territorio russo e di conseguenza per loro le acque della Crimea sono acque della Ucraina nazista….

    Come scrissi giorni addietro, i missili a Cuba andavano installati già mesi e mesi fa…..
    Saluti né egregi

  • Giorgio
    Inserito alle 13:20h, 30 Giugno Rispondi

    Franco e Hannibal ……… condivido ……. circa 300 km tra le coste cubane e Miami ……. un missile ipersonico Zirkon o Kinzhal (circa mach 10) lo copre in meno di 1 minuto …….
    prima che gli yankee realizzino e reagiscano …….. la Florida è già sparita …..
    al resto degli usa ci penseranno gli Avangard (oltre mach 20 …… ) o i sommergibili al largo delle coste …….
    Parafrasando il nome di un sito anti usa ……… Bye Bye uncle sam …… (questa volta faccio un’eccezione ….. odio l’inglese e le citazioni in quella lingua) …..

  • Tamara Kulikova
    Inserito alle 18:49h, 30 Giugno Rispondi

    La Crimea non è stata annesa ,il popolo di Crimea ha tornato alla loro casa dopo la votazione . Devono dimenticare la parola annessia parlando di Crimea.

    • atlas
      Inserito alle 10:13h, 01 Luglio Rispondi

      BRAVA Tamara. Finalmente una Donna vera, ultimamente quì c’è stata un pò di confusione

      • claris
        Inserito alle 10:46h, 01 Luglio Rispondi

        bravo Atlas,il primo passo per andare avanti e’ mettere in dubbio le proprie certezze^—^

        • Giorgio
          Inserito alle 18:58h, 01 Luglio Rispondi

          Ma Claris ….. di che certezze parli …… ad Atlas, e a me, piacciono le donne …. e non sono tali quelle che imitano i peggiori comportamenti maschili, ne quelle che non vanno al di là di parrucchieri ed estetiste come argomento abituale …… senza cervello e senza principi ……

          • claris
            Inserito alle 19:43h, 01 Luglio

            Pero’ vedo che il tuo amico ha un certo accanimento nei confronti di Giannattasio^^”
            Forse e’ la volta buona che risveglia il suo vero io e la smette di odiare il prossimo per amare se stesso^^

  • Sarmata
    Inserito alle 20:22h, 01 Luglio Rispondi

    Tamara ha ragione