La Russia sta pianificando di collocare sottomarini nucleari nelle acque del Nicaragua


Durante la visita a Managua del ministro della Difesa russo, Sergey Shoigú, Nicaragua e Russia hanno firmato un accordo intergovernativo che semplifica la procedura di attracco delle navi della Marina russa nei loro porti. Secondo Shoigú, l’accordo consentirà una collaborazione militare bilaterale.
Allo stesso modo, è stato istituito un programma di addestramento militare russo-nicaraguense che prevede di aumentare il numero di soldati del paese latinoamericano nelle scuole militari russe. Mosca ha anche invitato una delegazione militare nicaraguense a un forum tecnico-militare il prossimo aprile, in cui saranno presentate attrezzature avanzate e tecnologie militari e a duplice uso.

La possibilità di aprire nuove basi militari russe in America Latina è emersa nel febbraio dello scorso anno, dopo che il ministro della Difesa Sergei Shoigú ha confermato che la Russia potrebbe essere interessata a installarle in paesi come Venezuela, Nicaragua o Cuba, oltre a precisare che solo “la firma di alcuni documenti” rimasti per chiudere questi progetti. Mesi dopo, a maggio, è stato annunciato da Mosca che nessun tipo di base militare sarebbe stata lanciata in America Latina. Lo ha confermato a una televisione russa il ministro degli Esteri Sergey Lavrov, che ha spiegato che la Russia “non ha bisogno” di tali strutture.

Premier Nicaraguense con il ministro difesa russo

Non è stata però esclusa la costruzione di centri per la “manutenzione tecnica” delle navi della Marina russa, dove possono “fare rifornimento, riposare ed effettuare piccole riparazioni”, anche se non è stato specificato quali paesi si spostano per localizzare questo tipo di installazione. L’accordo firmato ora con il Nicaragua potrebbe far parte di quel piano.

Fonte: https://www.defensa.com/centro-america/acuerdo-entre-rusia-nicaragua-para-atraque-buques-guerra-rusos

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Der einsamer Stein
    Inserito alle 23:12h, 12 Giugno Rispondi

    Chi la fa, l’aspetti.

  • Giorgio
    Inserito alle 08:23h, 13 Giugno Rispondi

    E’ vero che sommergibili russi al largo delle acque territoriali usa, sia nel pacifico che nell’atlantico, sono un ottimo deterrente …..
    ma vuoi mettere qualche bel missile balistico con testata nucleare lanciabile da Nicaragua, Cuba e Venezuela ? Cioè dall’ex cortile di casa …..
    Uno smacco mortale per la sanguinaria e fallimentare politica degli usa verso i popoli latino americani ….
    Forza Ortega, Maduro, Diaz ….

  • Attilio Vidal
    Inserito alle 11:06h, 13 Giugno Rispondi

    da cittadino onorario Guatemalteco (36 anni di guerra civile finanziate dalla CIA) non posso far altro che godere al sentire certe notizie…
    …..un consiglio agli assetati di verità e giustizia:oltre Maduro ,Ortega,Diaz,cercate ed ascoltate Najib Bukele presidente El Salvador che sta facendo un buon lavoro PER LA PROPRIA GENTE

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 12:35h, 13 Giugno Rispondi

    Pisello sotto lenzuola… a rovinare placidi sonni di vecchio zio Sam…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • stefanogrim
    Inserito alle 12:58h, 13 Giugno Rispondi

    un generale ministro della difesa va in nicaragua per realizzare delle basi militari russe ma un ministro degli esteri (il solito placido eltsiniano lavrov) che dice il contrario! io avrei lasciato fare al generale!

  • eusebio
    Inserito alle 19:11h, 13 Giugno Rispondi

    L’occidente deindustrializzato e iperindebitato sta collassando, ormai al centro dell’agenda politica delle false destre e sinistre occidentali ci sono solo i cosiddetti diritti dei culattoni, segno che ormai le oligarchie occidentali sono completamente impazzite.
    Non a caso l’America Latina dove i maricones vengono tradizionalmente perseguitati ha scelto massivamente Russia e Cina, tranne il falso sinistro cileno Boric che ha un’agenda politica pro LGBT dettata forse dalle ONG sostenute dall’americana NED, tutti gli altri paesi si stanno schierando sul piano politico, economico e militare con Russia e Cina.
    In Argentina la Cina sta massicciamente intervenendo sul piano degli investimenti, mentre la Russia privilegia la collaborazione energetica e militare.
    Anche l’Iran ha appena sottoscritto con il Venezuela un patto di collaborazione ventennale e rafforzato l’influenza del blocco eurasiatico nel subcontinente.

  • vitus
    Inserito alle 08:02h, 14 Giugno Rispondi

    @EUSEBIO Certo che far passare politica, geo-strategìa e consenso dal buco del c*** è un’operazione finissima: mi mancavano i commenti degli omosessuali latenti!

Inserisci un Commento