La Russia sotto attacco è pronta a dichiarare una nuova “Guerra Patriottica”

di Luciano Lago

Il conflitto in corso in Ucraina ha cambiato forma definitivamente con l’afflusso di forze della NATO e l’arrivo massiccio di armi letali con effetti a lungo raggio sul territorio russo. Ne prendono atto i media russi ed i circoli militari di Mosca.

Si è visto che tutte le linee rosse sono state superate dall’Occidente e dalla NATO: le operazioni di combattimento sono già in corso nel modo più attivo sul territorio della Federazione Russa, a seguito delle quali ogni giorno sono attaccati aeroporti, si appiccano incendi nei magazzini e depositi petroliferi, si colpiscono sottostazioni nelle regioni di Kursk, Bryansk, Ryazan e persino di Saratov (a 750 Km dalla frontiera Ucraina). Gli attacchi sui territori di recente integrati alla Federazione Russa (RF) hanno generalmente assunto un carattere disumano, motivo per cui il cuore del Donbass, la città di Donetsk, sta vivendo ora forse il periodo più sanguinoso della sua storia con i bombardamenti ucraini sulle zone civili, centinaia di vittime civili e distruzioni.
Tutto questo sta portando ad un cambiamento nelle considerazioni dei media russi, dove si richie sempre più di frequente una rivolta nazionale non solo contro il neonazismo, ma per il futuro stesso della patria Russa. Si ha la sensazione della necessità di un cambiamento radicale nell’essenza dell’operazione speciale (NWO).
Si inizia a diffondere la consapevolezza che la Russia stia subendo da parte della NATO e dell’occidente, un attacco a tutto campo pianificato da tempo con il pretesto della difesa dell’Ucraina, resa di fatto una piattaforma di attacco contro la Russia. Questa consapevolezza è confermata dalle dichiarazioni fatte da Stoltenberg (il segretario della NATO) che aveva riconosciuto il fatto che da otto anni la NATO stava addestrando l’esercito ucraino contro la Russia e, ultimamente, dalla dalla clamorosa confessione della Angela Merkel (gli accordi di Minsk servivano solo a guadagnare tempo per armare l’Ucraina).
Di conseguenza lo stesso presidente Vladimir Putin, sta già ufficialmente affermando che la NWO potrebbe diventare un processo lungo, e quindi non vale la pena aspettare che la guerra finisca nei prossimi mesi. Se è così, allora la conclusione si suggerisce conseguente: tutta la Russia ha bisogno di unirsi sotto qualche nuova idea che possa portare a una vittoria così tanto attesa. La storia della Russia conosce solo un’idea del genere, e il suo nome è “Guerra popolare o patriottica”.
Quando è in gioco la sopravvivenza stessa della Russia e la lotta diventa esistenziale, quando il nemico vuole la tua distruzione, allora bisogna rispondere in modo unito con tutte le forze e con ogni mezzo a disposizione, che piaccia o no. Questa è la sensazione ed il pensiero comune che oggi inizia a circolare in Russia.
Secondo una serie di segnali, si fa strada l’idea di rinominare l’Operazione Speciale in “Guerra patriottica” è ora in discussione al più alto livello.

Sbarco di truppe russe


È difficile non essere d’accordo con il fatto che il concetto di “Operazione militare speciale sul territorio dell’Ucraina” è ormai superato dagli eventi (lo scrivono i media russi).
Gli esperti in materia (ad esempio, il teorico delle operazioni speciali, un veterano delle forze speciali del GRU, il colonnello Vladimir Kvachkov) hanno insistito dalla primavera del 2022 sul fatto che è fondamentalmente sbagliato chiamare NWO quanto sta accadendo in Ucraina. E’ un fatto che le forze russe in alcuni settori del fronte sono passate alla difesa strategica, quindi non si tratta più di alcuna operazione speciale. Non è privo di significato che la maggior parte delle ostilità non sono più condotte nel solo territorio dell’Ucraina o nelle regioni annesse ma anche nel territorio stesso della Federazione Russa. Questo ha delle conseguenze.
Il fattore più importante che spinge a cambiare il nome del NWO in qualcos’altro è la necessità che i russi avvertono di mobilitare tutte le risorse disponibili per raggiungere la vittoria. Nonostante i danni colossali inflitti dalle forze armate della RF all’energia, alle infrastrutture, ai settori chiave dell’economia ucraina, la macchina militare di Kiev, alimentata dalla NATO, continua il suo sanguinoso lavoro e ne fanno le spese le popolazioni civili del Donbass.
Grazie al massiccio arrivo di nuove armi e mercenari dagli USA e dai paesi occidentali, le forze armate ucraine/Nato hanno portato ancora più artiglieria, veicoli corazzati, truppe nel Donbass e hanno iniziato a martellare le zone civili abitate del Donbass con rinnovato vigore. Solo nella prima settimana di dicembre, centinaia di civili della Federazione Russa sono stati uccisi per mano delle forze armate ucraine. Le persone, donne, anziani e bambini, subiscono bombardamenti non solo a Donetsk, Lugansk e Gorlovka, ma anche a Kursk, Belgorod e in altre regioni del territorio della Russia. Di alcune città e paesi situati lungo la linea del fronte, sono rimaste solo rovine. E se non viene cambiato nulla, dozzine, se non centinaia di altri insediamenti possono trasformarsi nelle stesse rovine.
In Russia tutti i media riportano e suppongono che il ministero della Difesa e il comandante dell’NWO, il generale Surovikin, abbia un piano chiaro, che consentirà all’esercito russo di effettuare un’offensiva invernale e invertire la tendenza delle ostilità. A questo proposito, speranze speciali sono riposte nella direzione Bakhmut, dove il Wagner PMC, insieme ad altre unità delle forze armate RF, ha tutte le possibilità di successo operativo. Ma è molto probabile che sia necessario qualcosa di più serio e su larga scala per raggiungere una svolta strategica.

Missili Iskander


L’inizio del prossimo anno promette davvero di portare seri cambiamenti sui campi di battaglia. A questo punto, sarà ancora da vedere il vero inizio della campagna invernale, poiché a gennaio il “gelo generale” entrerà finalmente in vigore. Inoltre si prevede che entro questo periodo sarà completato l’addestramento di tutti coloro che sono stati mobilitati a settembre-ottobre e l’esercito russo raggiungerà un nuovo picco della sua capacità di combattimento.
Secondo molti analisti, la più efficace di queste misure sarà il passaggio a una guerra totale con l’Ucraina e la NATO, che richiederà una revisione completa dell’essenza del NWO. E’ questa la deriva che hanno voluto da Washington, da Londra e da Bruxelles e la Russia non si tirerà indietro.

E alla luce di tali sviluppi, sembra molto probabile che la Russia procalmerà fra breve una nuova “guerra patriottica”.

16 Commenti
  • Vitruvio
    Inserito alle 18:50h, 09 Dicembre Rispondi

    Sarebbe ora..

    • EnriqueLosRoques
      Inserito alle 20:40h, 09 Dicembre Rispondi

      già!

  • nicolass
    Inserito alle 19:36h, 09 Dicembre Rispondi

    Sarebbe ora che la Russia la finisse con sta menata dell’operazione speciale e cominciasse a fare sul serio… e le conviene farlo anche in fretta perché più passa il tempo più i massacri per mano ucraina aumenteranno…. E’ ora che l’orso russo esca dal suo letargo e tiri fuori le zanne costi quel che costi… ne va della sopravvivenza stessa della Russia come stato sovrano

  • donchisciotte187
    Inserito alle 20:14h, 09 Dicembre Rispondi

    Quando Mathias Rust atterrò col suo cessna sulla piazza rossa Gorbaciov licenziò tutti i vertici militari. Dovrebbe fare lo stesso anche Putin e poi autolicenziarsi. Se un drone ucraino riesce a volare per 700 km in territorio russo senza che nessuno se ne accorga, e per di più in pieno periodo di guerra, la colpa è solo loro

  • luther
    Inserito alle 20:22h, 09 Dicembre Rispondi

    Fosse per me avrei lanciato un’offensiva fulmi nea e scioccante su Kiev. Fine dei giochi. E questo perché penso che più va avanti questa operazione russa, e più porterà guai. Il pericolo credo che sia legato al fatto che le operazioni pianificate e condotte dalla nato dentro la federazione russa non si fermeranno anzi al contrario aumenteranno. Chissà con quali conseguenze. E poi come si fa a continuare a dire di essere disposti al dialogo se zelensky non conta niente, e gli americani sono dei miserabili mentitori? E traditori che non hanno mai rispettato nessun trattato , e mai lo faranno?

  • Acquagratis
    Inserito alle 21:10h, 09 Dicembre Rispondi

    Già

  • Monk
    Inserito alle 21:30h, 09 Dicembre Rispondi

    I porci occidentali fanno i prepotenti grazie ai russi che non hanno incenerito prima di tutto Kiev e adesso sentono il patriottismo? Se Kiev non brucerà prima di Natale, allora prenderà corpo la teoria che vede Putin e tutti gli altri satanisti d’accordo con questa farsa, perchè non è possibile fare una guerra senza prima tagliare la testa del serpente, quando si hanno le possibilità e i russi le hanno, non diciamoci cretinate

  • Vito Ernesto Baggi
    Inserito alle 21:34h, 09 Dicembre Rispondi

    Poveri noi, semplici cittadini.

  • Annibal61
    Inserito alle 22:33h, 09 Dicembre Rispondi

    Certo, qualche Iskander nella City di Londra quando si è a cena…

  • Dolphin
    Inserito alle 22:53h, 09 Dicembre Rispondi

    penso che mentre la Russia combatte già da circa 8 mesi e non si vede ancora la fine, mentre U.S, GB e EU hanno i loro eserciti freschi e riposati e per alcuni anche le scorte e attrezzature belliche intatte. Mi auguro che i russi pensino anche a questo e che decidano di portare la guerra anche in casa dei veri nemici incominciando a fiaccarli già da ora senza ritrovarseli arzilli quando loro saranno un po stanchi e con le scorte dimezzate. E’ chiaro che parlo per ipotesi, ma meglio non fidarsi di gente falsa e menzognera da sempre.

    • Luca
      Inserito alle 23:58h, 09 Dicembre Rispondi

      Purtroppo le scorte degli arsenali si stanno assottigliando anche negli states e alla,nato in generale , e rimpiazzare alla velocità con cui vengono utilizzate è pressoché impossibile , per questo stanno pensando a diversificare e a creare attrezzature più economiche e veloci da costruire ….i russi tra L altro hanno in arrivò 150k soldati freschi , non si sa’ quanto ben preparati e attrezzati , ma comunque tanta carne da mettere alla brace … sarà una guerra lunga ….

  • Gaspare
    Inserito alle 03:45h, 10 Dicembre Rispondi

    USA-UK-UE hanno finito tutti gli armamenti e munizioni datate che hanno inviato in Ucraina dove sono state distrutte dai Russi !
    USA-UK-UE inoltre hanno perso migliaia di soldati che hanno combattuto travestiti da mercenari stranieri o da soldati Ucraini !
    Gli Ucraini hanno subito perdite enormi di soldati si parte da un minimo ottimistico di 100.000 mila soldati morti fino a raggiungere gli oltre 400.000 mila soldati ucraini morti !
    La cifra esatta dei soldati Ucraini morti è stata CENSURATA fin dal primo giorno di guerra dai paesi Occidentali !
    La Russia ora ha svariati vantaggi militari : 1 ) le sue truppe molto numerose sono esperte ed armate fino ai denti !
    2) USA-UK-UE sono in grosso svantaggio numerico non hanno personale esperto né motivato !
    A nessun soldato USA-UK-UE gliene frega NIENTE di andar a fare una guerra contro la Russia che non gli ha fatto niente e hanno grossi problemi di attrezzature militari carburante, viveri se vogliono invadere la Russia NON sono affatto preparati !
    3) La Russia non ha problemi di mancanza di risorse carburante ,armi ,munizioni, cibo eccetera hanno tutto in casa !
    4) La Russia combatterebbe contro i criminali invasori USA-UK-UE -Nato che vogliono conquistare la Russia è poi il mondo !
    Perciò i soldati Russi sono molto motivati anche se però credo siano un po pasticcioni !
    5 ) Se volete invadere la Russia tutti i cittadini Occidentali dovrebbero sapere che la Russia non è un Staterello indifeso privo di armamenti moderni e privo di missili balistici termonucleari e che vi può vaporizzare in pochi minuti perciò tutti i cittadini USA-UK-UE se fossero persone mature adulte ed intelligenti farebbero bene a remare contro i politici criminali guerrafondai Italiani-europei -Americani !

  • artemisia m.
    Inserito alle 07:24h, 10 Dicembre Rispondi

    l’occidente finge di non sapere che la Russia combatte per la sua salvezza e per la distruzione delle serpi che cova in seno. VERGOGNA.

    • Alfio il savio
      Inserito alle 13:12h, 10 Dicembre Rispondi

      Tutti gli italiani dotati di un cervello funzionante perciò intelligenti lo sanno !
      Sono solo gli italiani fannulloni ,idioti, senza cervello invasati e celebrolesi ignoranti che fanno finta che che le notizie diffuse dalla propaganda italiana che vuole dichiarare guerra alla Russia siano vere !

  • Vittorio Mollame
    Inserito alle 11:54h, 10 Dicembre Rispondi

    Se la Russia gioca di rimessa dovrà inseguire sempre l’iniziativa USA.
    Una grande guerra è proprio quello che vogliono gli americani, molte perdite russe di vite umane e di ricchezza, tanto sangue ucraino, grande sviluppo della loro industria bellica.
    Bisogna sparigliare, colpendo il territorio americano con un missile armato di esplosivo convenzionale, un Kinzal nel centro di New York o sul Golden Gate di San Francisco.
    Tanto come avvertimento di quel che potrebbe accadere se gli USA non smettono di sostenere la guerra per procura in Ucraina con gli sconfinamenti in territorio russo.

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 13:48h, 10 Dicembre Rispondi

    Voglio fa una previsione se la Russia non cambiai passo e comincia ad usare armi letali.x annientare non tanto i.soldai ma le menti pensanti che hanno portato a questa situazione si troveranno aggrediti sul proprio territorio e sarà la loro fine in quanto la popolazione russa si ribellera a questa situazione facendo fuori la classe dirigente o peggio appoggiando il nemico.

Inserisci un Commento