La Russia sostiene l’adesione dell’Iran come membro a pieno titolo dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai

Il rappresentante speciale del Presidente della Russia presso l’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO), Bakhtiar Hakimov, ha dichiarato martedì (21 gennaio) che i membri di tale organizzazione sostengono la piena adesione dell’Iran.

Bakhtiar Hakimov ha dichiarato in una conferenza stampa che la posizione della Russia sull’adesione dell’Iran alla SCO non è cambiata.
“La Russia non ha mai cercato di bloccare la richiesta di adesione dell’Iran all’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai”, ha affermato Hakimov.

Il rappresentante russo ha aggiunto che i membri della SCO erano unanimi nel riconoscere che Teheran era stato un paese associato quale osservatore.

Ha aggiunto: “Anche l’Afghanistan ha presentato una domanda, ma la presenza di forze straniere in questo paese e la difficile situazione in cui si trova attualmente rendono impossibile al momento per Kabul unirsi alla SCO “.

Hakimov ha affermato che la SCO non potrebbe sopravvivere senza espandersi e svilupparsi. “Ci sono molte richieste di vari paesi per diventare un membro osservatore o membro permanente”, ha anche detto.

Shangai Cooperation (SCO)

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha recentemente sostenuto il rifiuto dell’organizzazione di cooperazione di Shanghai alla richiesta degli Stati Uniti di isolare la Repubblica islamica dell’Iran sulla scena internazionale.

Lavrov ha affermato che Mosca sostiene la piena adesione dell’Iran all’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, che è un atto di bilanciamento contro la NATO e l’Occidente.

L’Iran è attualmente membro osservatore dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai e ha presentato la sua domanda nel 2008 per diventare membro permanente.

La Shanghai Cooperation Organization è la più grande organizzazione di sicurezza del mondo, include paesi come la Cina, la Federazione Russa, l’India, il Pakistan, Tagikistan, Uzbekistan e altre repubbliche asiatiche. La SCO, attraverso gli stati aderenti, raggurppa circa il 45% della popolazione mondiale e cerca di chiudere la strada ad un’espansione degli Stati Uniti nel continente eurasiatico.


L’inclusione della Repubblica Islamica dell’Iran rappresenta una importante vittoria per Teheran e segna il fallimento dei tentativi degli USA di isolare l’Iran.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code