La Russia si dichiara pronta a difendere la Crimea con tutte le sue armi (incluso nucleari)

placeholder

La Crimea si è dichiarata pronta a rispondere alla “ sorpresa missilistica ” degli Stati Uniti
La Crimea è protetta in modo affidabile da sistemi antimissili moderni e all’avanguardia che sono in grado non solo di neutralizzare qualsiasi “sorpresa missilistica”, ma anche di dare un colpo schiacciante ad eventuali aggressori, ha affermato Alexander Formanchuk, vicedirettore della Camera pubblica di Crimea.

In precedenza, la rivista Forbes ha scritto che le forze armate statunitensi hanno dispiegato sistemi di lanciamissili multipli a lungo raggio in Romania e presumibilmente hanno sparato diversi razzi in direzione della Crimea, quindi hanno restituito frettolosamente i sistemi multipli di missili a lungo raggio in Germania, quando tutta l’operazione ha richiesto diverse ore. Secondo gli autori dell’articolo, questa è stata una “brutta sorpresa” per il gruppo russo in Crimea.

Navi russe a Sebastopoli Crimea

“Il territorio della penisola di Crimea è oggi protetto in modo affidabile da sistemi antimissilistici moderni e all’avanguardia e che, anche in tale prossimità, sono in grado non solo di neutralizzare efficacemente la minaccia, ma anche, se necessario, di infliggere una risposta schiacciante . Se a qualcuno sembra che la Russia ignorerà tutto questo e non sarà pronta a respingere questo tipo di minaccia, allora si sbaglia “, ha detto Formanchuk a RIA Novosti.

Allo stesso tempo, secondo lui, tale comportamento da parte dei militari americani non è stato una sorpresa.

Crimea, missili russi anti aerei

“Di recente, le provocazioni contro la Crimea sono diventate più frequenti. Purtroppo stiamo assistendo a un’ulteriore esacerbazione delle relazioni internazionali e della situazione internazionale. E la questione della Crimea è un comodo pretesto per intensificare tali provocazioni “, ha detto la fonte dell’agenzia.

Fonti: Ria Novosti – New Front

Nota: Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato in Giugno del 2020 una nuova versione della politica statale sulla deterrenza nucleare, che consente l’uso di armi nucleari per respingere un attacco con armi convenzionali se il Paese subisce una minaccia contro il proprio territorio . “La politica nucleare russa è di natura difensiva, le armi nucleari sono sviluppate per scoraggiare possibili aggressioni e saranno utilizzate per difendere il paese o i suoi alleati, in conformità con i principi di base della politica statale”, ha dichiarato Putin.


La nuova versione della politica definita in questo anno stabilisce le condizioni per l’uso nucleare: attacco nemico contro oggetti critici, aggressione contro la Russia con armi convenzionali, minaccia per l’esistenza del paese, uso di armi nucleari o altre armi di distruzione di massa contro la Russia oi suoi alleati.
La nuova politica prevede anche che la Russia sia pronta a usare armi nucleari nel caso in cui i nemici intervengano contro edifici pubblici o istituzioni militari, e che la Russia consideri una minaccia l’accantonamento di armi ipersoniche e armi laser e attacchi da parte di missili e droni.
Il messaggio di Putin è riservato alle autorità della nuova Amministrazione USA del neo presidente Joe Biden ed alla NATO. Loro saranno in grado di valutarlo.

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus