La Russia schiera uno scudo marittimo per proteggere la Siria

L’Armata della Russia sta sta schierando la più possente squadra navale nel Mediterraneo da quando il paese euroasiatico si è impegnato nel conflitto su richiesta di Damasco.
Questo gruppo navale comprende 10 unità navali e due sottomarini, come ha informato il media russo Izvestia , citando il Ministero della Difesa russo, La squadra include unità navali della flotta del nord, del Baltico e del mar Nero, così come della flotta del mar Caspio.

Tra queste unità navali ci sono l’incrociatore lanciamissili Mariscal Ustinov, la fregata antisom Severomorsk, il pattugliatore Pitlivi, la fregata Ammiraglio Grigorovich, le navi di pattuglia Ammiraglio Essen e Makarov , le navi portamissili Grad Sviyazhsk, Veliki Ustiug, Vishni Volochek. I sommergibili che accompagnano la squadra navale sono diesel-elettrici, il Veliki Novgorod e Kolpino. Si prevede che, a breve termine,  altre varie unità navali si uniranno alla squadra , come segnala il media.

Otto di queste navi, che sono già presenti nella zona di mare antistante alla Siria, sono dotate di missili da crociera Kalibr, mentre l’incrociatore Mariscal Ustinov dispone di un potente sistema di missili antinave Vulkan. La squadra navale rivceverà la fornitura combustibile dalla nave appoggio Ivan Bubnov della flotta del Mar Nero.
La situazione risulta similare a quella del 2013, quando gli USA dichiararono di essere disposti a iniziare una operazione militare contro il governo di Bashar al-Assad per un presunto utilizzo di armi chimiche nel Goutha Orientale.

In quella occasione, la Russia aveva rinforzato la sua squadra navale nel Mediterraneo ed aveva fatto allontanare le navi statunitensi dalle coste della Siria. Secondo quanto spiega il portavoce del Parlamento siriano, Nadzhi Gabid, le navi russe si trovano nel paese del Levante con il permesso ufficiale del Governo siriano e sulla base di una accordo di cooperazione militare fra i due paesi, in conformità al diritto internazionale.

“La presenza russa è importante affinchè i paesi occidentali non creino ostacoli alla finalizzazione più rapida del conflitto. Le forze russe sono di fatto la garanzia di stabilità nella regione e non lasceranno che si sviluppi una nuova guerra regionale”, ha sottolineato, Gabid.

Navi russe in Mediterraneo

Da parte sua, l’analista militare russo, Dmitri Boltenkov, considera che l’aggruppamento delle navi dell’Armata navale russa nella regione è in relazione con l’imminente offensiva che si svolgerà nella provincia di Idlib contro i gruppi armati illegali appoggiati dall’Occidente.

“Precisamente per tale motivo sono state schierate nel Mediterraneo otto navi lanciamissili Kalibr. Questi sistemi sono molto efficaci contro obiettivi sulle coste, così che possono servire come un potente supporto all’Esercito siriano nella sua operazione terrestre”, ha spiegato.

Un’altra possibile spiegazione per la presenza di una squadra navale così imponente è il concentramento di forze marittime degli USA ,nel contesto delle dichiarazioni bellicose circa un presunto attacco chimico che starebbe preparando l’esercito siriano, come valuta il politologo Roland Bidzhamov.

Secondo quanto riferisce Bidzhamov, una provocazione similare è molto reale e non è la prima volta che si ripete questa situazione. Così il politologo sottolinea che “ogni volta che esiste la base per stabilire una pace in Siria, gli statunitensi ed i loro alleati cercano di distruggerla”, ha concluso.

“Non ci sono dubbi che il dispiegamento di un forte gruppo navale russo è un fattore di dissuasione. Soltanto in questo modo si può interpretare e probabilmente questo fermerà i piani statunitensi”, ha concluso.

L’Armata russa partecipa attivamente alle operazioni militari in Siria e la composizione della squadra cambia con regolarità in forma di rotazione delle unità navali. Una delle principali funzioni dell’Armata è il trasporto per via marittima dell’armamento, delle munizioni e dei materiali lubrificanti, così come gli altri carichi necessari per realizzare una operazione militare.

Le navi da guerra russe hanno lanciato in varie occasioni missili da crocera Kalibr-NK e Kalibr-PL contro le installazioni militari ed economiche si speciale importanza dei gruppi jihadisti in Siria.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • mosca tze tze
    29 Ago 2018

    Gli ameri-cani hanno infastidito il riposo dell’orso
    Di fatto lo hanno stimolato a pisciare sui piedi dei disturbatori.

Inserisci un Commento

*

code